Gli studenti si mettono in fila per studiare all'estero dopo un anno di Covid; le principali destinazioni includono Stati Uniti, Regno Unito e Canada

0
56

Nell'agosto 2021, una dichiarazione dell'ambasciata degli Stati Uniti ha affermato che oltre 55.000 studenti indiani e visitatori di scambio stanno viaggiando per studiare negli Stati Uniti quest'anno, definendolo un “record di tutti i tempi” . (Foto d'archivio)

Dopo molteplici blocchi, frontiere internazionali chiuse e vincoli finanziari nell'ultimo anno e mezzo, gli studenti di tutto il mondo si stanno nuovamente riversando verso le università straniere per l'istruzione superiore.

Le recenti destinazioni annuali di Cambridge International hanno rivelato che, nonostante gli impatti della pandemia, il desiderio degli studenti di Cambridge di continuare la loro istruzione superiore all'estero non è cambiato. Oltre un terzo degli studenti di Cambridge si è unito alle università straniere durante la pandemia. Il sondaggio ha inoltre evidenziato che le prime quattro destinazioni internazionali a livello globale sono Regno Unito, Stati Uniti, Canada e Australia.

Secondo i dati condivisi dai consulenti di studio all'estero, le ragioni per cui queste destinazioni continuano ad attrarre studenti stranieri potrebbero variare dall'insegnamento di qualità a migliori opportunità.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

INTO University Partnerships ha recentemente condotto un sondaggio globale con studenti di 93 paesi nell'agosto 2021 per comprendere l'impatto della pandemia sulle aspirazioni all'istruzione straniera e sulle scelte di istruzione superiore della popolazione della Gen Z. Ha evidenziato che i primi 3 motivi per scegliere un'università sono l'alta qualità dell'insegnamento (54,4%), la disponibilità di borse di studio (50,5 per cento) e un alto tasso di occupazione dei laureati (46,4 per cento).

Leggi |US il governo darà la precedenza ai visti per studenti, gli appuntamenti saranno disponibili dal 1 novembre

Secondo Leap Scholar, una startup edutech all'estero, ben il 61 per cento degli studenti che si sono rivolti all'azienda per la consulenza per il ciclo di ammissione del 2021 voleva studiare nel Regno Unito, seguito dal 23 e dall'11 per cento che hanno scelto rispettivamente il Canada e gli Stati Uniti. .

Co-fondatore di Leap Scholar, Vaibhav Singh crede che la pandemia non altererà l'eredità decennale di questi paesi.

“Le graduatorie non sono l'unico parametro con cui gli studenti scelgono un'università. Molte università dell'Asia meridionale stanno salendo alle stelle nelle classifiche, ma non riescono ad attrarre studenti internazionali. Poiché l'inglese è diventato la lingua degli affari del mondo, gli studenti sono automaticamente attratti dai paesi di lingua inglese. Il 2022 sarà l'anno più importante per studiare all'estero poiché c'è un'enorme domanda repressa a causa del covid”, ha affermato Singh.

Leggi |Nonostante le disposizioni, gli studenti diversamente abili lottano per i diritti fondamentali

Secondo la ricerca New Horizons di IDP Connect condotta in 55 paesi, oltre il 39% degli intervistati ha scelto il Canada come prima scelta, seguito da Regno Unito e Stati Uniti (17%). Il 16% dei partecipanti ha scelto l'Australia come prima scelta.

“Gli Stati Uniti si stanno riprendendo nel nuovo regime politico. Per gli studenti indiani, il driver più popolare sono le regole di lavoro post-studio. Sia il Canada che l'Australia offrono corsi liberali e agevolazioni per la residenza permanente. Nonostante i confini dell'Australia siano stati chiusi durante l'intera pandemia, è riuscita ad attrarre talenti stranieri a causa dei recenti cambiamenti nel visto di lavoro post-studio, che consente agli studenti di rimanere indietro per tre anni”, Piyush Kumar, direttore regionale (Asia meridionale ), ha affermato IDP Education.

Leggi anche |Migliaia di studenti indiani ottengono appuntamenti per il visto negli Stati Uniti per luglio e agosto

Le università statunitensi stanno segnalando un crescente interesse da parte degli studenti di tutto il mondo. La Truman State University ha ricevuto richieste di studenti internazionali record per il semestre primaverile 2022 con “numeri raddoppiati rispetto al passato”.

“Mentre gli Stati Uniti rimangono il primo paese di accoglienza per gli studenti internazionali, il numero è diminuito negli ultimi anni a causa, in parte, di politiche di immigrazione più restrittive, relazioni internazionali tese e divieti di viaggio. L'attuale amministrazione sta preparando il tappeto di benvenuto per gli studenti internazionali. Abbiamo avuto un numero considerevole di rinvii negli ultimi tre semestri e prevediamo che questa tendenza persista fino alla primavera del 2022, ma il numero di domande è raddoppiato”, ha affermato Tim Urbonya, direttore esecutivo dell'istruzione internazionale presso la Truman State University.

Diwakar Chandiok, Direttore delle assunzioni, Asia meridionale, INTO Universities Partnerships, condivide che l'aumento potrebbe essere attribuito all'allentamento dei requisiti applicativi. “Molte università statunitensi hanno rinunciato ai punteggi SAT e GRE per le ammissioni in mezzo al covid. Inoltre, agli studenti sono state fornite anche disposizioni per arrivare in ritardo al campus o partecipare al primo semestre online. Dopo la Brexit, molti posti di lavoro che idealmente erano occupati dagli europei sono ora disponibili sul mercato. Pertanto, sono disponibili più opportunità di lavoro post-studio per gli studenti stranieri”, ha affermato Chandiok.

Il numero di visti rilasciati dal Regno Unito e dagli Stati Uniti nel 2021 è anche una prova dell'elevato afflusso di studenti. Secondo i dati del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, il governo degli Stati Uniti ha concesso agli indiani quasi 15.000 visti per studenti F-1 tra ottobre 2019 e settembre 2020. Quest'anno c'è stato un aumento considerevole poiché gli Stati Uniti avevano già rilasciato 62.000 visti per studenti indiani entro la fine dell'estate 2021.

Leggi anche |Come sta (e non sta) cambiando la domanda di college all'estero

Secondo i dati recenti condivisi dal Ministero degli Interni del Regno Unito, un totale di 90.669 indiani hanno ricevuto visti per studenti nel periodo di 12 mesi che termina a settembre 2021. Rispetto all'anno terminato a settembre 2020, c'è un aumento di 45.677, segnando un 102 per aumento di un centesimo dei visti per studenti concessi agli indiani.

“Come è evidente dai dati sui visti, l'interesse per l'istruzione superiore del Regno Unito aumenta di anno in anno – questo può essere attribuito a diverse ragioni – istituzioni rinomate e la loro eredità, professori di qualità, esperienza di vita e l'opportunità di intraprendere una carriera in un mondo internazionale centro. Tuttavia, il percorso di laurea rende più prezioso proseguire l'istruzione superiore nel Regno Unito”, ha affermato Janaka Pushpanathan, Direttore dell'India meridionale, British Council.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'istruzione, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© IE Online Media Services Pvt Ltd