Dietro l'incredibile fuga dalla miniera di Bokaro: una ventata d'aria e 'un sogno'

0
129

I quattro uomini sono emersi dalla miniera a Bokaro di Jharkhand ore prima che la NDRF fosse pronta a lanciare un salvataggio all'ingresso che era crollato. (Foto express)

Si sono rannicchiati insieme nel profondo della miniera di carbone abbandonata, piangendo, facendo brevi sonnellini per alleviare il disagio, bevendo acqua lisciviata piena di minuscole particelle e pensando alle loro famiglie. In un momento di smarrimento durante quelle 66 ore, Anadi Singh, uno dei quattro rimasti intrappolati, si è detto: “La morte è vicina”.

Poi, hanno sentito la prima segno di speranza — un soffio d'aria da qualche parte.

“Per due giorni siamo rimasti nello stesso punto perché sentivamo ancora le pietre che cadevano sopra. Abbiamo iniziato ad avere crampi allo stomaco a causa della fame e abbiamo perso il senso del tempo. Poi, abbiamo sentito l'aria entrare da qualche parte, il che ha sollevato le nostre speranze… Più tardi, mi sono addormentato e ho fatto un sogno in cui appariva un'altra via di uscita. Sapevamo di questo percorso ma non ne eravamo sicuri prima. Il giorno dopo, abbiamo camminato a lungo attraverso quella strada e siamo usciti”, ha detto Anadi.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png NDRF, l'amministrazione locale e il personale di polizia vicino al sito di Bokaro, nello Jharkhand. (Foto espressa)

Mercoledì, funzionari locali e residenti del villaggio di Tilatand, un avamposto minerario a Bokaro, nello Jharkhand, hanno affermato di non riuscire ancora a credere come Anadi Singh (45), Laxman Rajwar (42), Ravana Rajwar (46) e Bharat Singh (45) è riuscito a sopravvivere all'interno della miniera a cielo aperto dalle 9:00 di venerdì alle 3:00 di lunedì — ed emergono nei pressi di un tempio a circa 3 km da dove erano entrati.

“Tutti noi abbiamo pianto di nuovo e abbiamo deciso che non ci saremmo mai abbandonati a tali attività senza offrire le nostre preghiere alla dea Kali. Questa volta ha ascoltato le nostre preghiere”, ha detto Anadi.

I quattro uomini sono emersi dalla miniera poche ore prima che la National Disaster Response Force (NDRF) fosse pronta a lanciare un salvataggio all'ingresso che era crollato.< /p> Leggi anche | Quattro intrappolati nella miniera di Bokaro per oltre 30 ore ne escono sani e salvi da soli

“Avevamo preso quattro torce…. Dopo circa un giorno, le batterie di due di loro si esaurirono. Riuscivamo a malapena a vederci le facce. Ci siamo molto spaventati. Ad un certo punto abbiamo pensato ai nostri figli e ci siamo chiesti: gli abbiamo dato un buon futuro? La situazione è peggiorata quando abbiamo avuto fame e sete. Ci siamo chiesti: ‘La nostra fame ci ha portato in questo luogo, ora ucciderà anche noi?’” Rajwar ha detto.

Oltre alla NDRF, l'amministrazione locale, il personale di polizia e i funzionari della Bharat Coking Coal Limited (BCCL), che possiede la miniera e che una volta l'aveva gestita, sono stati schierati sul posto dopo Tilatand i residenti hanno allertato la polizia locale nella tarda serata di venerdì.

I residenti hanno informato i funzionari che i quattro erano entrati illegalmente nella miniera per prendere il carbone “per cucinare a casa”. I funzionari hanno affermato di sospettare che potrebbero aver pianificato di vendere il carbone, ma non stanno prendendo in considerazione alcuna azione contro i quattro, che hanno subito lievi contusioni mentre uscivano.

Amministrazione e polizia vicino al sito di Jharkhand’s Bokaro. (Express Photo)

Tilatand ha una popolazione di 1.500 abitanti e la maggior parte delle famiglie qui dipende dall'agricoltura alimentata dalla pioggia e dal lavoro salariato giornaliero per sopravvivere.

“Sin da quando le miniere sono state chiuse nel 2008, saremmo andati lì per ottenere carburante per cucinare nelle nostre case. Non abbiamo altra scelta che lavorare sotto NREGS e fare lavoretti, ma i soldi non sono mai sufficienti. Perché pensi che abbiamo rischiato la vita?” Anadi ha detto, aggiungendo che la sua famiglia di sei persone riceve solo 5 kg di riso pro capite ai sensi del National Food Security Act.

“Una volta sono stato anche ingannato da qualcuno di cui mi fidavo e circa Rs 30.000 in il salario sotto il primo ministro Awaas Yojna non mi è mai stato dato”, ha detto.

Leggi anche |Spiegato: perché è così difficile per il mondo smettere di usare il carbone

Gautam Rajwar, avvocato e uno dei pochi residenti locali ad avere una “professione stabile”, ha dichiarato: “Non c'è acqua per l'irrigazione. Se il governo può aiutarci costruendo uno stagno, molte famiglie possono coltivare più raccolti. Le persone non vogliono accettare lavori NREGS poiché i pagamenti non sono mai fluidi. Molti percorrono 30 km o più per lavorare in altre miniere di carbone per la paga giornaliera”.

Rama Ravidas, ufficiale del circolo, blocco Chandankyari, ha dichiarato: “Tutti i servizi governativi stanno raggiungendo il villaggio. Di recente, abbiamo organizzato molti campi nella zona e abbiamo iscritto molti beneficiari in diversi programmi”.

Il sottoispettore Subodh Kumar, responsabile dell'avamposto di Adilabad, che ha registrato la prima chiamata di soccorso dal villaggio, ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto informazioni che una parte di una miniera di carbone, di proprietà della BCCL e non operativa dal 2008 , è crollato. È molto pericoloso ma alcune persone ci vanno comunque. L'amministrazione e il team di BCCL non sono riusciti a trovare un modo per estrarli e la NDRF è stata chiamata domenica sera.”

Il comandante del team NDRF Vikram Rathore ha dichiarato: “Non abbiamo potuto fare nulla domenica e abbiamo deciso che inizieremo lunedì mattina. Ma al mattino ho ricevuto l'informazione che le quattro persone che erano entrate erano uscite.”

Domandato sul livello di pericolo in cui si trovavano i quattro abitanti del villaggio, Rathore ha detto: “Immaginate che un 14- l'edificio al piano terra era crollato. Era la stessa situazione.”

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.