La cartella del computer è 40: come la star di Xerox ha creato il desktop

0
59
Xerox

Nel 1981, Xerox ha rilasciato l'8010 Information System, che è stato il primo computer commerciale con una GUI e il primo a introdurre la metafora del desktop con cartelle e icone che usiamo ancora oggi. 40 anni dopo, diamo un'occhiata al motivo per cui era speciale.

Introdurre gli impiegati verso l'informatica

Negli anni '60 e '70 , la maggior parte dei computer erano dispositivi grandi e costosi gestiti mediante elaborazione batch con schede perforate o tramite sistemi operativi a riga di comando interattivi accessibili tramite telescriventi o terminali video. Non erano molto facili da usare e richiedevano una formazione specializzata per programmare o funzionare correttamente.

La Xerox Star ha probabilmente reso i computer user-friendly per la prima volta. Xerox/Norm Cox/Digibarn

All'inizio degli anni '70, Xerox iniziò a sperimentare un nuovo approccio grafico che culminò nel suo rivoluzionario computer Xerox Alto, che utilizzava un mouse e un display bitmap. Quando arrivò il momento di commercializzare l'Alto in un prodotto spedibile alla fine degli anni '70, Xerox aveva bisogno di un'interfaccia che potesse facilitare i professionisti dell'ufficio senza una formazione informatica nell'uso dei computer. Quel lavoro è toccato a David Canfield Smith di Xerox, che ha inventato la metafora desktop per il sistema informativo Xerox Star 8010 del 1981.

RELAZIONATO: L'archetipo del PC moderno: utilizzare un Xerox Alto degli anni '70 nel tuo browser

Origine della metafora del desktop

Quando Xerox ha incaricato David Canfield Smith di capire come i normali impiegati d'ufficio potessero utilizzare il nuovo sistema informatico bitmap di Xerox, Smith ha attinto al suo lavoro di ricerca con l'elaborazione grafica, in cui un computer può essere programmato visivamente. Nel processo, Smith ha inventato l'icona del computer, delineata per la prima volta nella sua tesi di dottorato del 1975.

Come estensione di ciò, Smith si rese conto che aveva bisogno di una metafora che gli impiegati già capivano. Ha optato per rappresentazioni visive su schermo di oggetti del mondo reale come schedari, cartelle e cestini che gli impiegati usavano ogni giorno.

Pubblicità

“Mi sono letteralmente guardato intorno nel mio ufficio e ho creato un'icona per tutto ciò che vedevo,” ha dichiarato Smith in un discorso per il premio 2020 registrato per lo Special Interest Group on Computer–Human Interaction (SIGCHI) dell'Association for Computing Machinery.

Riproduci video

Non sorprende che le icone abbiano avuto un ruolo enorme nell'interfaccia di Xerox Star. Dopo diverse iterazioni di icone sperimentali, un grafico Xerox di nome Norm Cox ha disegnato l'interfaccia finale della Star, che includeva le prime icone di documenti e cartelle utilizzate nella storia del computer.

“La cartella era una metafora del mondo reale per la ‘directory’ file,” ha scritto Cox in un'e-mail a How-To Geek. “Probabilmente era la più semplice di tutte le icone da rendere, dal momento che aveva una rappresentazione del mondo reale così comune (l'onnipresente cartella manila) con una forma molto distinta.”

La cartella Xerox Star ha preso in prestito il suo design dalle cartelle Manila. Digibarn/Mega Pixel/Shutterstock.com

Cox ha avuto più problemi a disegnare un'icona di documento generica, il cui design ha attraversato diverse iterazioni. “Inizialmente era difficile che l'icona del documento indicasse visivamente un pezzo di carta,” dice Cox. “L'ispirazione dell'angolo rovesciato è venuta da un'icona in rilievo sulla fotocopiatrice dell'ufficio che indicava agli utenti come inserire correttamente i documenti nell'alimentatore–a faccia in su o a faccia in giù.”

Xerox/Norm Cox/Digibarn

In definitiva, l'interfaccia Star si è rivelata familiare agli impiegati e Smith afferma nel suo discorso che è stata accolta bene durante i test. Non era così flessibile come alcune GUI basate su desktop che sono arrivate dopo la Star, ma senza dubbio ha aperto la strada ai computer basati su desktop e icone che usiamo comunemente oggi.

RELAZIONATO: Cosa sono i file e le cartelle del computer?

Sistema informativo Xerox Star 8010 Specifiche

Il sistema informativo Xerox 8010 è emerso dal Systems Development Department (SDD) di Xerox e presentava il lavoro dei summenzionati David Canfield Smith e Norm Cox, nonché di un team di altri che includeva Dave Liddle, Charles Irby, Ralph Kimball, Bill Verplank, Wallace Judd e altri ancora.

La Xerox 8010 “ Stella” Desktop del sistema informativo. Xerox/Norm Cox/Digibarn

Advertisement

Quello che hanno progettato era una macchina potente ma costosa con un display bitmap monocromatico ad alta risoluzione, un disco rigido interno e un robusto supporto di rete locale tramite Ethernet, che Xerox ha inventato. Ecco una carrellata delle sue specifiche:

  • Introdotto: 27 aprile 1981*
  • Prezzo: $ 16.595 (circa $ 51.500 oggi)
  • CPU: Personalizzato Derivato da AMD Am2900
  • Memoria: 384 KB – 1,5 MB
  • Memoria: 10-40 MB disco rigido, 8″ Disco floppy (600 KB)
  • Display: 17″ CRT con risoluzione 1024×808, monocromatico a 1 bit
  • Ingresso: mouse a 2 pulsanti, tastiera modulare
  • Rete:< /forte>Ethernet

Utilizzando un 8010, puoi facilmente progettare un documento con elementi grafici e di testo, quindi stamparlo su una stampante laser di rete che sarebbe condivisa con un pool di workstation 8010.

Con un prezzo elevato e un mercato di riferimento di grandi imprese, la Star non è mai stata destinata a decollare come prodotto di consumo. Ma ha avuto un discreto successo, vendendo “decine di migliaia” di unità secondo Digibarn e stimolanti sistemi di follow-up che hanno perfezionato l'interfaccia desktop di Star in un sistema operativo chiamato Viewpoint. Ha anche ispirato alcune famose aziende chiamate Apple e Microsoft.

Da Xerox ad Apple: un continuum di innovazione

Nel corso della storia, la tecnologia si è costruita su invenzioni che sono venute prima. L'innovazione tecnologica può essere pensata come un lungo continuum di invenzioni che sono più interrelate delle scoperte miracolose che appaiono dal nulla. Ad esempio, il sistema Star ha preso in prestito pesantemente dall'ambiente Xerox Alto e Smalltalk creato da Alan Kay, e l'Alto stesso ha preso in prestito da progetti di computer grafici precedenti.

Mela

Allo stesso modo, la Stella ha influenzato i sistemi informatici successori, come l'Apple Lisa, anche se esiste una certa confusione su quanto esattamente l'interfaccia di Apple Lisa abbia avuto origine dalla Xerox Star. Non è una situazione in bianco e nero: il progetto Lisa ha preceduto il rilascio di Star, e il team di Lisa afferma di essere stato principalmente ispirato dall'ambiente di programmazione Smalltalk su Xerox Alto. Ma in un'intervista con Byte Magazine pubblicata all'inizio del 1983, Larry Tesler, veterano di Xerox e membro del team di Lisa, ha ammesso una forte influenza, dicendo:

Siamo andati al NCC quando è stata annunciata la Star e l'abbiamo guardata. E infatti ha avuto un impatto immediato. Pochi mesi dopo averlo esaminato, abbiamo apportato alcune modifiche alla nostra interfaccia utente in base alle idee che ne abbiamo tratto. Ad esempio, il desktop manager che avevamo prima era completamente diverso; non usava affatto le icone e non ci è mai piaciuto molto. Abbiamo deciso di cambiare il nostro con l'icona di base. Questa è stata probabilmente l'unica cosa che abbiamo ricevuto da Star, credo. La maggior parte della nostra ispirazione Xerox è stata Smalltalk piuttosto che Star.

Lisa ha preso in prestito la metafora del desktop basata su icone dalla Stella, ma Apple merita ampio credito per averla estesa in modo drammatico. L'Apple Lisa ha introdotto nuove e innovative idee per la GUI come la possibilità di trascinare icone e finestre, il cestino dei rifiuti (assente dal software Star originale ma aggiunto in seguito), la barra dei menu, i menu a discesa, i pannelli di controllo, finestre sovrapposte e altro ancora.

Pubblicità

Il Macintosh ha anche esteso ulteriormente l'interfaccia Lisa, aggiungendo i suoi tocchi unici ed estendendo il continuum fino al presente. Allo stesso modo, Microsoft Windows ha preso in prestito da Xerox e Apple allo stesso modo, aggiungendo nuovi elementi alla metafora del desktop e all'interfaccia della GUI come la conosciamo oggi.

Riproduci video

Nonostante l'influenza che Apple ha tratto da Xerox, Norm Cox non si è offeso. “Personalmente, sono stato lusingato e onorato che parte del nostro lavoro sia stato replicato [e questo] abbia dato vita a un nuovo modo rivoluzionario di lavorare con i computer,” dice Cox. “[Ha] generato nuovi metodi di pensiero progettuale e una disciplina di progettazione che ora chiamiamo UX.”

Buon 40esimo compleanno, desktop del computer!

RELAZIONATO : Sistema Macintosh 1: com'era Mac OS 1.0 di Apple?

LEGGI SUCCESSIVO

  • › Che cos'è un System on a Chip (SoC)?
  • › Cyber ​​Monday 2021: le migliori offerte tecnologiche
  • › Cyber ​​Monday 2021: le migliori offerte per PC
  • › 12 funzioni di base di Excel che tutti dovrebbero conoscere
  • › Come accendere le luci con la sveglia
  • › Cyber ​​Monday 2021: le migliori offerte Apple