Spiegato: come il Gujarat classifica i decessi per Covid-19 per l'esborso dell'ex gratia

0
60

Anche i decessi per Covid-19 sono stati oggetto di audit di morte in Gujarat già nel maggio 2020, dopo di che anche altri stati e territori dell'Unione hanno intrapreso una mossa simile. (Foto: AP)

La Corte Suprema ha disposto il pagamento dell'ex gratia ai parenti prossimi di coloro che hanno perso la vita a causa del Covid-19. Il 22 novembre, la corte di vertice ha violentato il governo del Gujarat per aver nominato un comitato di controllo per l'erogazione dell'indennità ex gratia alle famiglie dei deceduti per Covid-19, in violazione delle sue direttive del 4 ottobre.

Ecco come differiscono le definizioni di morte per Covid-19 con le diverse autorità del Gujarat, di altri stati e a livello nazionale.

Anche in Explained | Explained: Quello che sappiamo finora sulla variante Omicron di Covid-19

In che modo il Gujarat sta erogando un risarcimento ex gratia per Covid-19?

A seguito del rimprovero della Corte Suprema all'inizio di questa settimana, il processo di erogazione del risarcimento ex gratia Covid-19 è stato ora decentralizzato in Gujarat per garantire la massima efficienza nell'esborso. Sulla base degli input del dipartimento sanitario e dei funzionari distrettuali, il dipartimento sanitario statale ha fornito a ciascuno dei 33 distretti i dettagli di quelli considerati decessi ufficiali per Covid-19. Il conteggio ufficiale dello stato dei decessi per Covid-19 è di 10.089. Gli eredi legali vengono identificati dai funzionari distrettuali in coordinamento con le squadre distrettuali di soccorso in caso di catastrofe e il dipartimento delle entrate e, in caso di più eredi legali, si cercano affidavit in modo da evitare controversie civili.

https://images. indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Mentre i moduli di domanda per chiedere un risarcimento ex gratia sono stati resi disponibili presso gli uffici del collettore distrettuale, i casi delle famiglie dei deceduti conteggiati come decessi ufficiali di Covid-19 hanno la priorità assoluta. Ad esempio, ad Ahmedabad, dei 3.411 decessi ufficiali di Covid-19 (93 nelle zone rurali e 3.318 nella giurisdizione della società municipale di Ahmedabad), 840 moduli sono stati distribuiti tra i beneficiari ammissibili. Di questi, 176 hanno restituito i moduli debitamente compilati per ulteriori elaborazioni.

Il dipartimento delle entrate dello Stato, il 25 novembre, ha inoltre comunicato che l'importo dell'ex gratia deve essere depositato sui conti bancari del parente più prossimo entro 10 giorni dal ricevimento della domanda del ricorrente.

Best of Explained< ul class="pdsc-related-list">

  • Quello che sappiamo finora della variante Omicron di Covid-19
  • Che cosa significa la defezione di 12 Meghalaya MLA per il Congresso & Trinamool
  • L'importanza dell'aeroporto Jewar e le aree che servirà
  • Clicca qui per ulteriori

    Indicazioni della Corte Suprema

    < p>Nel maggio di quest'anno, il tribunale di vertice aveva ordinato alla National Disaster Management Authority (NDMA) di raccomandare linee guida per l'assistenza ex-gratia alla famiglia di coloro che sono morti di Covid-19, dando così all'NDMA la libertà di fissare l'importo dell'ex -gratia assistenza.

    Il tribunale, nella sua ordinanza, aveva osservato che anche coloro che erano morti a causa di altre complicazioni pur essendo positivi al Covid-19 avrebbero potuto essere considerati “morti per Covid-19” .

    Tuttavia, il governo del Gujarat, attraverso una risoluzione del 29 ottobre, ha nominato i comitati per l'accertamento della morte di Covid-19 (CDAC), che avrebbero deciso chi aveva diritto al risarcimento tra i casi in cui la certificazione medica di causa di morte (MCCD) del defunto non era disponibile con i parenti più prossimi o il MCCD non menziona Covid-19.

    Questo, lo SC ha visto come “un tentativo di superare” le sue indicazioni e ha chiarito al governo del Gujarat che l'importo ex gratia deve essere pagato sulla produzione di prove del defunto positivo al Covid-19 e del certificato di morte che mostra che la morte è avvenuta entro 30 giorni dall'esito positivo della diagnosi. Ciò ha costretto il governo a modificare la sua risoluzione.

    La risoluzione modificata del 21 novembre presentata alla corte d'apice ha affermato che oltre a coloro che hanno menzionato il Covid-19 come causa di morte nel loro MCCD, altri ammissibili al risarcimento ex gratia includono i parenti più prossimi di coloro il cui RTPCR/RAT/molecolare il test ha indicato che erano positivi al Covid-19 e che potrebbero essere deceduti a causa di altre complicazioni entro 30 giorni dal test positivo, sia in una struttura istituzionale che non istituzionale. Ciò includerebbe anche coloro che sono morti per suicidio entro 30 giorni dal test di positività al Covid-19, sebbene siano esclusi i decessi dovuti a incidenti, avvelenamenti, omicidi, ecc. Oltre ai test prescritti, anche il paziente deceduto che potrebbe essere stato diagnosticato come positivo al Covid-19 attraverso altre indagini cliniche, ad esempio con una scansione del torace, avrebbe diritto al risarcimento, a condizione che vi sia la prova documentata di un medico che effettua la diagnosi lui/lei come positivo al Covid-19 sulla base delle indagini cliniche, insieme alla presentazione del certificato di morte.

    Tuttavia, la Corte Suprema è ancora scontenta della notifica modificata, che ora deve essere ulteriormente modificata e semplificata.

    Leggi anche |Covid ex gratia: inizia la distribuzione dei moduli a Vadodara

    Chi ottiene il risarcimento e cosa significa questo per i dati sui decessi per Covid-19?

    All'inizio della pandemia, il bollettino ufficiale registrava tutti i decessi di coloro che risultavano positivi al Covid-19 come morti per Covid. Tuttavia, un mese dopo lo scoppio della pandemia (aprile 2020), il governo statale ha deciso di classificare i decessi come causati a causa di Covid-19 solo di cui era la causa immediata, escludendo i defunti che avevano comorbilità.

    Tuttavia, ora con le notifiche di risarcimento ex gratia che ampliano la definizione, il numero dei richiedenti ex gratia aumenterebbe molteplice. Coloro che si qualificano come “morti a causa di Covid-19” ai sensi della clausola di risarcimento ex gratia includerebbero coloro che potrebbero essere morti a causa di altre complicazioni, ad esempio un infarto mentre erano positivi al Covid-19, coloro che sono morti dopo la dimissione da un set istituzionale -up a causa della risoluzione dei sintomi di Covid-19, coloro le cui forme MCCD menzionano Covid-19 come causa sottostante di morte o in “altre condizioni significative”, coloro che hanno continuato a essere ricoverati oltre i 30 giorni e sono deceduti e molti di questi scenari.

    Il sottosegretario del dipartimento della salute del Gujarat, Atul Patel, ha affermato che il dipartimento sta elaborando “linee guida complete” in modo da rendere il processo il più semplice possibile e tenere conto di molteplici scenari, a seguito del parere della Corte Suprema in un'ordinanza del 22 novembre secondo cui il La delibera del 21 novembre del dipartimento della salute richiede “ulteriori modifiche e/o chiarimenti”.

    Rivendicazione del Congresso

    La principale opposizione, il Congresso, afferma che tre lakh di persone sono morte di Covid-19 in Gujarat e ha chiesto al governo di pagare quattro lakh di rupie come ex gratia alle famiglie di ciascuna di queste vittime. L'affermazione si basa forse sulle risposte alle domande RTI sui registri dei decessi di 68 dei 170 comuni del Gujarat da parte del Reporters' Collective, che stimano i decessi in eccesso nel Gujarat per una cifra di 2,81 lakh — una stima che anche il parlamentare del Congresso Rahul Gandhi ha citato in un videomessaggio il 24 novembre.

    Reagendo alla dichiarazione di Gandhi, il portavoce del governo statale Jitu Vaghani aveva affermato che c'era una differenza tra chi era morto di Covid-19 e chi era morto durante la pandemia di Covid-19.

    Anche il primo ministro del Punjab, Charanjit Chhani, ha twittato il 24 novembre di aver esortato il primo ministro a “attuare il suo precedente ordine di erogazione ex gratia di 4 lakh di rupie”, aggiungendo che il suo governo statale era pronto a 8220; impegnarsi a mantenere la quota statale del 25 per cento dell'importo dell'indennizzo pro capite”. Anche il capo del Maharashtra Congress Balasaheb Thorat ha scritto al Maharashtra CM Uddhav Thackeray facendo una richiesta simile.

    Le linee guida dell'ICMR per la registrazione dei decessi per Covid-19

    Anche i decessi per Covid-19 sono stati oggetto di audit di morte in Gujarat già a maggio 2020, dopo di che anche altri stati e territori dell'Unione hanno intrapreso una mossa simile. È stato solo dopo che il defunto è stato ritenuto idoneo a qualificarsi come “morte per Covid-19” dai comitati per l'audit della morte che il numero è stato contato nel conteggio ufficiale dello stato. Ciò era in contrasto con l'avviso dell'ICMR che aveva esemplificato come “covid-19 è segnalato per causare polmonite/sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS)/danno cardiaco/coagulazione intravascolare disseminata e così via”, e mentre tali complicazioni possono portare alla morte che potrebbe essere registrato come causa immediata di morte, era probabile che COVID-19 avesse portato a tali complicazioni e quindi anche “COVID19” dovesse essere catturato nella “causa antecedente” dei moduli MCCD.

    ICMR nelle sue linee guida aveva affermato che “Le informazioni solide sulle cause di morte in una popolazione sono utili per comprendere le stime del carico di malattia e spiegano le tendenze nella salute delle popolazioni”.

    Definizioni di morte per Covid-19 in altri risarcimenti governativi schemi

    Il regime assicurativo nell'ambito del pacchetto Pradhan Mantri Garib Kalyan Yojana copre gli operatori sanitari che hanno perso la vita a causa di Covid-19 e anche le morti accidentali, come gli incidenti stradali, di coloro che sono morti mentre erano in servizio Covid-19. Il pacchetto copre anche personale ospedaliero privato, personale in pensione o volontario, personale degli enti urbani locali, personale a contratto e a giornata, personale ad hoc e in outsourcing requisito da ospedali statali o del governo centrale, ospedali autonomi del Centro e degli stati, AIIMS & Istituto di Importanza Nazionale e Ospedali dei Ministeri Centrali appositamente predisposti per la cura dei malati di Covid-19. Affinché il parente più prossimo del defunto possa rivendicare il pacchetto di Rs 50 lakh, è necessario presentare una domanda al commissario municipale o all'esattore distrettuale, che a sua volta rilascerà un certificato di una pagina che attesti la veridicità delle affermazioni e previa conferma da le autorità/dipartimenti sanitari erano preoccupati che il defunto fosse effettivamente in servizio Covid-19 e abbia perso la vita mentre era in servizio. Il certificato viene quindi inviato al dipartimento sanitario statale che a sua volta viene inviato alla compagnia assicurativa, che eroga l'importo. I beneficiari di questo pacchetto potranno anche richiedere l'importo ex gratia di Rs 50.000. Alcuni stati, come il Punjab, avevano anche programmi simili per i dipendenti pubblici, pagando fino a Rs 50 lakh, per coloro che morivano in servizio.

    Newsletter | Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta

    Cosa hanno fatto gli altri governi statali?

    Sulla base delle notifiche pubblicamente disponibili, sembra che il CDAC sia sottoposto a controllo, ad eccezione dei certificati di morte che menzionano esplicitamente “la morte dovuta a Covid-19 è attualmente seguita come norma. Ad esempio, nel Bengala occidentale, un sistema di controllo simile a quello implementato dal Gujarat, sembra essere in vigore secondo una notifica del 18 novembre del dipartimento di gestione dei disastri. La notifica afferma che i richiedenti devono allegare alla domanda un certificato di morte in cui il certificato “certifica che la causa della morte è Covid-19” e le richieste di decessi per Covid-19 saranno corroborate con l'elenco dei certificati di morte emessi e autenticati dal Direttore Sanitario, che sarà poi inoltrato alla DDMA.

    In caso di lamentele, il CDAC nel Bengala occidentale “proporrà le misure correttive necessarie, compresa l'emissione del documento ufficiale modificato per la morte di Covid-19 dopo aver verificato i fatti in conformità con le linee guida…”

    Anche i territori dell'Unione di Puducherry e delle isole Andamane e Nicobare stanno seguendo un metodo simile. Il dipartimento della salute di Telangana ha anche emesso un ordine del governo dell'8 novembre che delinea un formato simile. Questa uniformità è principalmente dovuta alle linee guida del governo indiano che seguono l'ordinanza della Corte Suprema di semplificare le linee guida “per l'emissione del documento ufficiale relativo alle morti di Covid-19”, in cui le linee guida del governo indiano avevano ha provveduto a presentare una “petizione” all'esattore distrettuale dal parente più prossimo del defunto per il rilascio del documento ufficiale per i decessi da Covid-19. Tali petizioni sarebbero soggette al vaglio del comitato distrettuale, ovvero il CDAC, prima dell'emissione del documento.

    📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

    Per tutte le ultime notizie spiegate, scarica l'app Indian Express.

    • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.