Heinz ha fatto il ketchup con pomodori semi-marziani e lo vogliamo mangiare

0
126
DenisMArt/Shutterstock.com

Lo spazio potrebbe essere l'ultima frontiera, ma è un ottimo posto per fare il ketchup. Gli astrobiologi hanno appena coltivato pomodori in condizioni simili a Marte (come qui sulla Terra, non proprio su Marte), e mentre il condimento unico non sarà in vendita, sappi solo che hanno superato i test di qualità di Heinz .

Perché mai gli scienziati stanno coltivando pomodori spaziali, potresti chiedere? È stato fatto come parte di un esperimento dei ricercatori dell'Aldrin Space Institute del Florida Institute of Technology, che stavano cercando di testare la fattibilità della raccolta di cibo a lungo termine su Marte, in contrasto con la crescita delle piante a breve termine. L'esperimento ha anche fornito ai ricercatori maggiori informazioni sulla possibilità di coltivare il raccolto (o altri simili) in climi più rigidi proprio qui sulla Terra.

I ricercatori hanno coltivato semi di pomodoro Heinz ufficiali in circa 7.800 libbre di terreno dal deserto del Mojave, che ricorda la regolite (ovvero il materiale roccioso sciolto che si trova in cima alla roccia solida) su Marte. Hanno limitato l'esperimento a condizioni idriche e meteorologiche simili a quelle dell'ambiente marziano. Mentre le temperature sono in media di circa -81 gradi Fahrenheit, possono variare notevolmente ovunque da -220 e 70 gradi Fahrenheit in diverse regioni e stagioni.

Secondo i campioni catturati dal lander Phoenix, il suolo marziano ha un livello di pH di 8,3, che è leggermente alcalino. I pomodori crescono meglio in un terreno un po' più acido, con un pH compreso tra 6,2 e 6,8. Nonostante questa discrepanza, tuttavia, il terreno è ancora compatibile (e in questo esperimento si è comunque dimostrato efficace) a causa di quanto sia ricco di sostanze nutritive; contiene sostanze nutritive vitali per la crescita di piante sane come magnesio, sodio, cloro e potassio. Il suolo del deserto del Mojave è chimicamente molto simile al suolo marziale, motivo per cui era perfetto per l'esperimento.

Sorprendentemente, tuttavia, questo non è il primo esempio di agricoltura spaziale dell'umanità. I membri dell'equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale hanno recentemente coltivato peperoncino nell'Advanced Plant Habitat. L'astronauta Megan McArthur ha condiviso i frutti di quel lavoro su Twitter il mese scorso, con le foto dei peperoni sui tacos spaziali realizzati dall'equipaggio. Scommettiamo che erano deliziosi!

tramite Popular Science