Ha convinto gli elettori che sarebbe stato come Angela Merkel. Ma chi è Olaf Scholz?

0
73

Olaf Scholz parla a una conferenza stampa congiunta a Berlino, Germania, mercoledì 24 novembre 2021. (Michael Kappeler/dpa via AP)

Scritto da Katrin Bennhold< /strong>

Olaf Scholz è riuscito nella sua campagna per diventare il prossimo cancelliere della Germania principalmente convincendo gli elettori che sarebbe stato molto simile alla figura imponente e di lunga data che sarà sostituire: Angela Merkel.

Conciso, ben informato e astenendosi da qualsiasi gesto di trionfo, Scholz non solo sembrava il cancelliere conservatore uscente, ma perfezionò l'arte di incarnare la sua aura di stabilità e calma al punto da tenere le mani insieme nella sua caratteristica forma a diamante.< /p>https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

“È come un giocatore di calcio che ha studiato i video di un altro giocatore e ha cambiato il suo gioco”, ha detto Robin Alexander, un osservatore politico a lungo termine di Merkel e Scholz. “Dal temperamento e dallo stile politico fino all'espressione facciale, Scholz ora canalizza Merkel. Se Scholz fosse una donna, indosserebbe tailleur pantalone”.

Un esperto spiega |L'era della Merkel e l'India, e cosa succede dopo

Mentre Scholz ha svelato il suo nuovo governo mercoledì e si prepara a si insedierà il mese prossimo, una domanda per la Germania e per l'intera Europa e il mondo è: può consegnare e riempire le scarpe molto grandi di Merkel?

Raramente un leader tedesco è entrato in carica con così tante crisi cocenti.

Angela Merkel e Olaf Scholz incontrano i media a Berlino, giovedì 18 novembre 2021. (Michael Kappeler, Pool tramite AP)

Non appena avrà prestato giuramento come cancelliere all'inizio di dicembre, Scholz dovrà affrontare una crescente pandemia, tensioni al confine polacco-bielorusso, un presidente russo che mobilita truppe al confine orientale dell'Ucraina, una Cina più conflittuale e un Regno meno affidabile Uniti.

“La pressione è enorme”, ha affermato Jana Puglierin del Consiglio europeo per le relazioni estere. “Il nuovo governo si sta insediando in una situazione che si è riscaldata su più fronti. E quando si tratta di politica estera, Olaf Scholz rimane un po' un enigma”.

In effetti, che Scholz si presenterà come cancelliere tra due settimane è oggetto di intense speculazioni. Socialdemocratica da una vita, Scholz, 63 anni, è stata un volto familiare nella politica tedesca per più di due decenni e ha servito in due governi guidati dal Partito Democratico Cristiano della Merkel, più recentemente come suo ministro delle finanze.

Ma lui è stato anche una specie di camaleonte politico, un politico pragmatico che sta a cavallo tra destra e sinistra così facilmente che a volte è difficile sapere dove si trova.

Nato a Osnabrück, nel nord della Germania, Scholz è cresciuto ad Amburgo, la città che avrebbe poi guidato come sindaco. Suo nonno era ferroviere; i suoi genitori lavoravano nel settore tessile. Lui e i suoi fratelli sono stati i primi della sua famiglia ad andare all'università.

Era ancora al liceo quando si unì ai socialdemocratici. Un focoso giovane socialista, ha trascorso un decennio come avvocato del lavoro difendendo i lavoratori minacciati dalla chiusura delle fabbriche. Poi, come segretario generale del suo partito sotto l'ultima amministrazione di centrosinistra del cancelliere Gerhard Schröder, ha difeso dolorose riforme del mercato del lavoro con un'efficienza da macchina che gli è valsa il soprannome di “Scholzo-mat”.

Quando è stato eletto per la prima volta in Parlamento, si è seduto con l'ala sinistra del suo partito. Oggi è considerato alla destra di gran parte della sua base, non diversamente dal presidente Joe Biden negli Stati Uniti, con cui a volte viene paragonato.

Ma come con Biden, alcuni vedono alcuni riflessi di sinistra.

Best of Explained

Clicca qui per ulteriori informazioni

Scholz ha perso la competizione per la leadership del suo partito contro una coppia di persone di sinistra due anni fa, ma ha sorpreso e impressionato alcuni dei suoi critici più accaniti nel suo stesso partito quando ha tirato fuori un “bazooka” di centinaia di miliardi di euro in aiuti di Stato per aiutare i lavoratori e le imprese in difficoltà durante la pandemia.

Alcuni sperano che questo – e il tema della sua campagna elettorale incentrato sul rispetto per le classi lavoratrici – fosse la prova che il giovane idealista che si è addolcito in un centrista post-ideologico potrebbe diventare di nuovo più radicale in i suoi 60 anni.

“Il bazooka è stato un grande momento”, ha detto Kevin Kühnert, un esponente di sinistra schietto e uno dei vice leader dei socialdemocratici. “Era la pace tardiva con il suo partito. Ed è stato l'inizio di una trasformazione sociale più profonda che spera”.

Scholz, che secondo quanto riferito ha perso 12 chilogrammi, circa 26 libbre, e ha smesso di bere alcolici prima delle elezioni, è stato a lungo sottovalutato. Ha sempre giocato a lungo. La sua ambizione di diventare cancelliere risale al 2011, secondo uno stretto alleato.

Anche gli oppositori politici parlano con ammirazione del suo istinto politico, della sua resistenza e della sua tranquilla fiducia in se stesso. Tre anni fa, quando gli indici di gradimento del suo partito erano vicini ai minimi storici, disse al New York Times che i socialdemocratici avrebbero vinto le prossime elezioni.

Come la Merkel, ha la reputazione di essere una coppia sicura. di mani e una persona perbene con un'aura bipartisan.

Angela Merkel riceve un bouquet da Olaf Scholz a Berlino, Germania, 24 novembre 2021. (Markus Schreiber /Pool via Reuters)

“La Merkel è al di là della politica di partito; lei è la voce della ragione”, ha detto Alexander, che ha scritto un libro bestseller sulla fine dell'era Merkel. “Essere il centro della politica come persona, è quello che la Merkel ha fatto in modo così magistrale, ed è quello a cui mira Scholz”.

Quella flessibilità politica potrebbe ora renderlo il leader perfetto per affrontare quella che potrebbe essere la sua sfida costante come cancelliere – mantenere la pace in un'insolita e non testata coalizione a tre con due partiti ideologicamente divergenti: i Verdi progressisti, che vogliono spendere 50 miliardi di euro , o circa $ 56 miliardi, su una transizione verde; e i Liberi Democratici pro-mercato, che controlleranno il ministero delle finanze e con esso i cordoni della borsa.

Leggi anche | La Merkel afferma che la politica tedesca ha bisogno di più donne; non chiedere dei suoi blazer!

Ma Scholz corre anche il rischio di non accontentare nessuno. Il modo in cui si sente assorbito nel dover bilanciare richieste contrastanti a casa, affermano gli osservatori, potrebbe influire sulla sua capacità di far passare l'ambiziosa agenda del suo governo per preparare la Germania a un futuro a emissioni zero e a un'era digitale.

determinerà anche il ruolo che la Germania può svolgere all'estero. Se Scholz viene troppo distratto dalle tensioni interne, l'Europa e il mondo sono destinati a subire la perdita della leadership della Merkel, prevedono gli analisti.

Ma se le cose andranno lisce, la Germania di Scholz potrebbe rivelarsi una potenza fondamentale per la coesione europea, per una maggiore unità transatlantica nella lotta ai cambiamenti climatici e per affrontare concorrenti strategici come Cina e Russia – e, alcuni sperano, per un rilancio socialdemocrazia in diverse parti del mondo.

< img src="https://images.indianexpress.com/2021/06/opinion-button-300-ie.jpeg" />La politica estera è stata appena discussa in campagna elettorale, ma insieme alla pandemia potrebbe finire per dominare i primi mesi della nuova amministrazione. La Germania assumerà la presidenza del Gruppo dei 7 a gennaio e Scholz avrà immediatamente i riflettori puntati su di lui su una serie di pressanti questioni internazionali.

Scholz concentrerà le sue energie sul rafforzamento dell'Unione europea, affermano i suoi consiglieri. La sua prima visita all'estero sarà per il presidente Emmanuel Macron in Francia, che l'anno prossimo dovrà affrontare la sua difficile campagna elettorale. Sostenere Macron, che assumerà la presidenza di turno dell'Unione europea a gennaio, è un obiettivo.

“Un'Europa sovrana è la chiave della nostra politica estera”, ha affermato Scholz mercoledì. “Come paese economicamente più forte e popoloso nel cuore dell'Europa, è nostro dovere rendere possibile questa Europa sovrana, promuoverla e farla avanzare.”

Pochi analisti si aspettano che il nuovo cancelliere cambi rotta in modo significativo rispetto alla Merkel, che lo ha portato con sé alla sua ultima riunione del Gruppo dei 20 il mese scorso e lo ha presentato a un certo numero di leader mondiali, tra cui Biden.

“Non farlo. aspettarsi troppi cambiamenti”, ha dichiarato lo scorso fine settimana Nils Schmid, portavoce dei socialdemocratici per la politica estera.

Questo articolo è apparso originariamente sul New York Times.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie spiegate, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.