Il famoso poeta Robert Bly, autore di “Iron John”, muore a 94 anni

0
32

Bly pubblicò il suo primo libro di poesie, “Silence in the Snowy Fields”, nel 1962. (AP Photo/Jim Mone, File)

Robert Bly, uno dei più importanti poeti americani di l'ultimo mezzo secolo e l'autore del classico best-seller del movimento maschile “Iron John”, è morto. Aveva 94 anni.

Bly, poeta, scrittore ed editore attivo da oltre 50 anni e celebre traduttore dell'opera di poeti internazionali, è morto domenica nella sua casa di Minneapolis dopo aver sofferto di demenza per 14 anni , ha detto sua figlia, Mary Bly.

“Papà non ha sofferto. … Tutta la sua famiglia era intorno a lui, quindi quanto puoi fare di meglio?” ha detto all'Associated Press.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png LEGGI ANCHE |'Ho paura della censura': Karuna Ezara Parikh sull'essere una scrittrice, la sua nuova raccolta di poesie e altro ancora

Bly ha pubblicato il suo primo libro di poesie, “Silence in the Snowy Fields”, nel 1962. Ha vinto il National Book Award nel 1968 per “The Light Around the Body”, un libro di poesie di protesta contro la guerra del Vietnam. Bly ha donato il premio in denaro di $ 1.000 al movimento di resistenza alla leva.

Ma il nativo della città di Madison, nel Minnesota occidentale, ha guadagnato la sua più grande fama per un'opera in prosa chiamata “Iron John: A Book About Men”. La sua meditazione sulla mascolinità moderna è stata pubblicata nel 1990 e ha trascorso più di due anni nella lista dei bestseller del New York Times.

Il libro ha contribuito a lanciare un nuovo movimento maschile, ma ha anche fatto arrabbiare alcune femministe e ha attirato il ridicolo evocando immagini di uomini d'affari a torso nudo che si radunano nella foresta per battere sui tamburi e ululare alla luna.

“I media hanno liquidato tutto questo lavoro come tambureggiare e correre nei boschi, il che lo ha ridotto a qualcosa di ridicolo”, ha detto Bly al Paris Review in un'intervista del 2000. “Penso che i seminari degli uomini non fossero affatto una minaccia per il movimento delle donne, ma molti critici di 'Iron John' hanno mancato il punto.”

Nato nella fattoria della sua famiglia vicino a Madison nel 1926, Bly in seguito disse di aver iniziato a scrivere poesie al liceo per impressionare una bella insegnante di inglese del liceo. Dopo un breve periodo in Marina, sbarcò ad Harvard nel 1947 e si trovò circondato da alcune delle figure di spicco della scena letteraria del paese, come la compianta Adrienne Rich, una sua compagna di classe che divenne un'eminente poetessa e scrittrice femminista.

Da lì è stato a New York City – a volte ha dormito alla Grand Central Station quando non riusciva a trovare un appartamento in cui dormire – e poi un anno all'Iowa Writer's Workshop. Bly è tornato in Minnesota, dove avrebbe vissuto per la maggior parte della sua vita.

Tornati a Madison, Bly e un altro poeta locale fondarono una rivista di poesia che soprannominarono The Fifties (in seguito ribattezzata The Sixties, e poi The Seventies). L'interno della copertina segnalava la loro intenzione di scuotere l'establishment letterario con questo avvertimento: “La maggior parte della poesia pubblicata in America oggi è troppo antiquata”.

LEGGI ANCHE |'Scrivo per archiviare le nostre lotte, posizionalità , cultura': Sabika Abbas Naqvi sulla poesia di protesta e il dissenso

“Fino ad allora, c'era una sorta di blocco accademico sulla poesia tradizionale. Sembrava tutto molto vittoriano e un po' fritto, soffocante, compiacente”, ha detto Thomas R. Smith, un amico di lunga data di Bly che ha lavorato per molti anni come suo assistente, e ha co-curato diversi libri su di lui. “Ha sfidato la convenzione secondo cui tutta la poesia importante proveniva dalle coste e dai campus universitari e ha ritagliato un nuovo spazio per i poeti del Midwest americano.”

Oltre a scrivere poesie influenzate dai suoi predecessori e colleghi in altri paesi, Bly ha anche lavorato per portare il loro lavoro originale ai lettori statunitensi. Nel corso degli anni, con l'aiuto di madrelingua, Bly ha tradotto diverse dozzine di poeti da diverse lingue. Diversi poeti da lui tradotti e difesi, tra cui il cileno Pablo Neruda e lo svedese Tomas Transtromer, avrebbero vinto il premio Nobel per la letteratura.

“Il lavoro di traduzione è di per sé una parte straordinaria della sua eredità, “, ha affermato Jeff Shotts, redattore esecutivo della Graywolf Press di Minneapolis, che ha pubblicato alcune delle traduzioni di Bly e altri lavori.

Con il suo fisico alto e corpulento e una folta ciocca di capelli selvaggi – diventati bianchi come la neve negli ultimi anni – Bly aveva una figura sorprendente. Le sue letture di poesie erano spesso divertenti: indossava spesso maschere o scialli colorati, faceva battute e gesticolava selvaggiamente e aveva l'abitudine di leggere la stessa poesia due volte di seguito.

“Diceva che il la prima volta la poesia ti è rimasta in testa, ma la seconda volta ti può entrare nel petto”, ha detto James Lenfestey, un collega poeta che è stato vicino di Bly a Minneapolis per molti anni.

George Borchardt, suo agente per diversi decenni, ha ricordato una delle sue letture a New York City.

“Ricordo che era pieno zeppo e la gente si aggrappava davvero a ogni parola. Era un lettore formidabile”, ha detto l'agente.

Borchardt ricordava anche Bly come un piacere da rappresentare.

“Non era il tipo di autore che aveva bisogno di una guida nella sua scrittura, ” ha detto.

Bly e la sua prima moglie, Carol, divorziarono nel 1979; si è trasferito a Minneapolis poco dopo. Bly lascia la sua seconda moglie, Ruth, che sposò nel 1980, quattro figli — Mary, Bridget Noah, Micha Bly e la figliastra Wesley Dutta — e nove nipoti.

LEGGI ANCHE | Un nuovo libro presenta l'alfabeto inglese come una guida scattante alla storia dell'arte

Nel corso degli anni, Bly ha pubblicato più di due dozzine di raccolte di poesie, molteplici traduzioni di opere di altri poeti e una manciata di libri di saggistica di cui “Iron John” era il più noto.

Smith ha detto che “Iron John” ha le sue radici nel fatto che Bly ha fatto i conti con il suo rapporto con suo padre, un taciturno contadino norvegese.

“Ciò ha portato a un esame di cosa significa essere un uomo”, Smith disse. “Ha visto uomini americani a un bivio. Era preoccupato che gli uomini stessero perdendo la loro vita interiore, la loro vita sentimentale, la loro connessione con storie, tradizioni e letteratura. Ma la caricatura è diventata John Wayne con un tamburo. È l'opposto di quello che era.”

Mary Bly ha detto che i funerali sarebbero stati privati. Ha esortato i fan a inviare donazioni commemorative alle loro associazioni di poesia preferite.

“Era un grande poeta e un grande papà”, ha detto.

“E un grande marito, è 8221; ha detto Ruth Bly.

📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

📣 The Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie su libri e letteratura, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web dell'Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.