La risposta del 26/11 avrebbe dovuto essere più forte, scrive Tewari nel libro; BJP dice che UPA si è congelato

0
31

Nel libro intitolato '10 Flashpoints: 20 years-National Security Situations That Impacted India' che uscirà il 2 dicembre, Manish Tewari ha ripensato alle situazioni di sicurezza che hanno avuto un impatto India negli ultimi due decenni.

Giorni dopo che è scoppiata una polemica sull'osservazione di Salman Khurshid nel suo libro che equipara l'Hindutva politico all'Islam “jihadista” di gruppi come lo Stato Islamico e Boko Haram della Nigeria, le critiche del suo collega di partito e deputato di Lok Sabha Manish Tewari alla risposta del governo dell'UPA sulla scia di gli attacchi terroristici di Mumbai del 26/11 nel suo libro di prossima uscita di martedì hanno messo il partito in una situazione di fastidio.

Nel suo libro 10 Flashpoints; 20 anni, Tewari osserva che l'India avrebbe dovuto agire con forza contro il Pakistan dopo gli attacchi terroristici poiché la moderazione contro Islamabad è percepita come un simbolo di debolezza.

“Per uno stato che non ha scrupoli nel massacrare brutalmente centinaia di persone innocenti, la moderazione non è un segno di forza; è percepito come un simbolo di debolezza. Arriva un momento in cui le azioni devono parlare più forte delle parole. Il 26/11 è stato uno di questi momenti in cui avrebbe dovuto essere fatto. Pertanto, è mia opinione ponderata che l'India avrebbe dovuto attuare una risposta cinetica nei giorni successivi all'11 settembre indiano”, ha scritto.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1. png

Mentre il Congresso si rifiutava ufficialmente di reagire, il leader del partito a Lok Sabha Adhir Ranjan Chowdhury si è scagliato contro Tewari, dicendo che il libro “si venderà come il pane e il venditore sarà il BJP”.

Il BJP ha citato le osservazioni di Tewari per prendere di mira il Congresso< /forte>. Ha affermato che il governo dell'UPA aveva messo a rischio la sicurezza nazionale non reagendo con forza dopo gli attacchi terroristici. Rivolgendosi a una conferenza stampa presso la sede del BJP, il portavoce del partito Gaurav Bhatia ha dichiarato: “Il libro conferma che il governo dell'UPA guidato dal Congresso era insensibile, inutile e non era preoccupato per la sicurezza nazionale”.

“Il presidente del Congresso Sonia Gandhi, Rahul Gandhiji, romperai il tuo silenzio oggi?… Il nostro esercito chiedeva il permesso all'ex primo ministro Manmohan Singhji di dare una lezione al Pakistan. Ma Sonia Gandhiji, perché all'esercito non è stato dato questo permesso?”

Amit Malviya, responsabile del Dipartimento nazionale per l'informazione e la tecnologia del BJP, ha twittato: “Dopo Salman Khurshid, un altro leader del Congresso ha lanciato UPA sotto l'autobus per vendere il suo libro. Manish Tewari nel suo nuovo libro accusa l'UPA di debolezza in nome della moderazione dopo il 26/11. Il maresciallo capo dell'aeronautica Fali Major ha già dichiarato che l'IAF era pronta a colpire, ma l'UPA si è bloccata”.

Quando gli è stato chiesto della reazione del BJP, Tewari ha detto a The Indian Express: ” Sono piuttosto divertito dalla risposta infantile del BJP a un estratto di un libro di 304 pagine. Mi chiedo se avrebbero reagito allo stesso modo ad alcune delle dure analisi che il libro potrebbe avere riguardo alla loro gestione del mandato di sicurezza nazionale.”

Il Congresso ha rifiutato di unirsi alla controversia. “Non ho letto il libro. Né viene rilasciato. Quindi non credo sia il caso di commentare in anticipo. Lascia che il libro esca per primo…. Poi vedremo se è necessario discuterne o meno”, ha detto il portavoce del Congresso Pawan Khera in una conferenza stampa dell'AICC. Ha detto che il BJP “vuole che deviamo da” questioni che “stiamo sollevando” ma “non cadremo in quella trappola”.

Chowdhury ha detto che sarebbe stato meglio se Tewari avesse scritto un libro sul Il contributo del Congresso alla costruzione di un'India moderna.

“L'attacco terroristico è avvenuto nel 2008. E nel 2021, sta dicendo che la risposta dell'allora governo non era adeguata. Ma oggi, la sfida che l'India sta affrontando viene dalla Cina. Sta costruendo infrastrutture a Doklam, prendendo di mira il collo di pollo di Siliguri, costruendo un villaggio ad Arunachal e invadendo il nostro territorio in Ladakh. Non so quali siano le opinioni di Tewari su questo”, ha detto.

“Una cosa che posso dire è che il libro andrà a ruba e il venditore sarà il BJP”.

Tewari, nel suo libro, ha anche preso di mira il governo del BJP. Ad esempio, l'ha criticata per aver accantonato i piani di creare un corpo di sciopero di montagna contro la Cina.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© IE Online Media Services Pvt Ltd