“Voglio che mio figlio sia orgoglioso di me”: Jugal Hansraj sulla scrittura di un libro per bambini

0
46

Jugal Hansraj è un attore, regista e autore ampiamente acclamato. (Fonte: dispense PR)

Affascinante, articolato e di buon cuore, è un piacere parlare con Jugal Hansraj. Attore, scrittore e ora autore, ha iniziato la sua carriera a Bollywood come artista bambino in Masoom (1983), ma è anche noto per i suoi ruoli in Papa Kehte Hain (1996) e Mohabbatein (2000).

In vista del lancio del suo nuovo libro, The Coward and The Sword (pubblicato da HarperCollins), abbiamo incontrato l'attore che ha rivelato cosa lo ha motivato e ispirato la storia del suo libro, e quanto sia importante riconoscere che i bambini passano attraverso anche tempi difficili.

LEGGI ANCHE |'Sono così felice di non essere più un'adolescente': Tisca Chopra sui suoi anni di crescita Il codardo e la spada. (Fonte: HarperCollins)

Estratti modificati:

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Cosa ti ha ispirato a scrivere questo libro e quanto tempo ci è voluto per finirlo?

Ho iniziato a scriverlo all'inizio del 2018 e sono andato avanti e indietro tra le sessioni di ideazione. Una delle mie forze trainanti è stata la nascita di mio figlio. È stata una curva di apprendimento per me, anche se piena di gioia di poter stare a casa e aiutare mia moglie a crescere nostro figlio.

La sua nascita ha cambiato qualcosa di fondamentale in me, sono stato introdotto a prospettive di cui prima non ero molto sicuro. Volevo scrivere qualcosa per lui, per quando crescerà e si avvicinerà al mondo dei libri e della lettura. Voglio che sia orgoglioso quando lo fa, che suo padre ha scritto qualcosa appositamente per lui. Sapete che l'adagio generale è leggere le favole della buonanotte ai bambini? Ho pensato di scriverne uno per lui.

Il manoscritto non era ancora stato commissionato e lo consideravo un atto d'amore. Non stavo cercando di affrettare il processo, ma quando si è verificato il blocco del Covid-19 e non c'era nessun posto dove uscire, mi sono seduto e l'ho finito.

Studio e pratico il buddismo da molto tempo e negli anni mi è rimasta impressa una citazione particolare del riformatore giapponese del XIII secolo Nichiren Daishonin: ‘Una spada è inutile nelle mani di un codardo.’ Ne ho tratto ispirazione e ho scritto la storia attorno a un concetto simile. Risuonava con me, perché implica che in assenza di coraggio, come può esistere la bontà? La capacità di trovare il coraggio dentro di sé è stata una delle premesse principali del libro.

Sei sempre stato attratto dalla letteratura per ragazzi? Quali generi leggi di solito?

Crescendo ero un lettore vorace, P.G Wodehouse era uno dei miei preferiti in assoluto. Era il mio posto felice quando ero bambino, la sua abilità con la lingua inglese mi sembrava poesia. Ho letto Arthur Conan Doyle, Hardy Boys, Agatha Christie, Ruskin Bond — tutti i classici quando ero a scuola e il bug della letteratura non mi ha mai lasciato.

Scrivere per i bambini è più difficile?

È un po' difficile rispondere a questa domanda domanda come i tempi sono cambiati da quando siamo cresciuti. Viviamo in un mondo digitalizzato con iPad e schermi di laptop che dominano il nostro tempo. Non sono sicuro di quanti bambini leggano libri fisici nell'era dei videogiochi.

Detto questo, questo passaggio a un mondo virtuale crea una sfida immediata: come li raggiungiamo? Per il mio libro ho creato consapevolmente un mondo privo di tecnologia, con elementi magici e personaggi fittizi. Volevo scriverlo in modo simile a come scriveresti una favola, ispirato da elementi di folklore e fantasia. Qualcosa che trasmetta un'emozione da “c'era una volta”.

Il protagonista principale “Kadis” è ispirato da qualcuno?

Volevo sottolineare il fatto che anche i bambini attraversano momenti difficili e il fenomeno trascende i confini sociali. Un bambino coccolato dalla sua famiglia potrebbe provare un'ansia simile a un adulto. È importante tenere traccia della salute mentale di tuo figlio e volevo scrivere una storia che potesse normalizzarla abbastanza da far parte delle conversazioni a tavola.

Sono stato consapevolmente lontano da una narrativa in prima persona che è popolare tra gli scrittori contemporanei perché volevo che la storia fosse confortante per i miei lettori. Qualcosa che i loro nonni potevano raccontare loro mentre li rimboccavano per andare a letto.

Voglio che questo libro sia un posto sicuro per i bambini, un angolo tranquillo a cui rivolgersi quando si sentono sopraffatti. Credo che ogni bambino, indipendentemente dalle circostanze, abbia il potenziale per fare del bene in questo mondo. Devono trovare il loro coraggio e tenerselo.

Non troverai alcun accenno alla violenza nella storia, anche se la premessa ruota attorno a re, regine e principi. Ho tenuto a bada tutte le menzioni di gore. Mi piace leggere romanzi fantasy. George RR Martin, Tolkien sono i miei preferiti. Non c'è paragone tra come ho trattato il genere e il modo in cui lo fanno questi giganti della letteratura, ma ho camminato con attenzione.

Hansraj con una copia del suo libro. (Fonte: Jugal Hansraj/Instagram)

Cosa ne pensi delle illustrazioni del libro?

Ruchi Shah ha svolto un lavoro encomiabile con l'arte e il design del libro. Quando lo stavo scrivendo, non immaginavo che il testo potesse essere accompagnato da illustrazioni, ma poi Harper Collins è salito a bordo con Ruchi e sono rimasto basito. Il suo lavoro ha aggiunto così tanto valore alla storia, non posso che esserne grato.

Non credo nell'interruzione di un processo creativo, preferisco aspettare di vedere come si è evoluta la visione dell'artista e poi affidargliela. Quando ho visto per la prima volta come si stavano rivelando le illustrazioni, mi sono sembrate gentili, irradiando gentilezza nel modo in cui avevo inteso che il libro ispirasse. Sapevo allora che la storia era nel posto giusto.

Il codardo e la spada hanno un seguito in lavorazione? Che ne dici di un adattamento cinematografico?

Attualmente sto scrivendo il sequel e spero di finire entro il prossimo anno. Incrociamo le dita sul fatto che non ci vuole tanto tempo per scrivere. Non ci sono piani per trasformare immediatamente il libro in un film, ma le possibilità sono infinite. Prenderei volentieri in considerazione un adattamento cinematografico, se si presentasse l'occasione.

Qual ​​è la tua opinione sulle star di Bollywood che indossano il cappello dell'autore? Pensi che sia un cambiamento organico?

Oh, assolutamente. Quasi tutte le “star”, gli attori e le attrici di Bollywood sono estremamente inclini alla creatività. Credo che sia una progressione naturale, uno sfogo per le loro esperienze e creatività quando decidono di raccontare le loro esperienze e scrivere un libro.


📣 Per ulteriori notizie sullo stile di vita, seguici su Instagram | Twitter | Facebook e non perdere gli ultimi aggiornamenti!

📣 The Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie su libri e letteratura, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web dell'Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© IE Online Media Services Pvt Ltd