SC si rammarica del ritardo nella copertura dei posti vacanti negli organismi dei consumatori

0
48

La corte di vertice ha detto che in tal caso, la parata di identificazione del test (processo per identificare l'imputato) può rendere l'identificazione dell'imputato da parte del testimone (file)

IL SUPREMO Venerdì la Corte ha espresso angoscia per il ritardo nella copertura dei posti vacanti negli enti distrettuali e statali dei consumatori e ha affermato che non è una situazione felice che la magistratura sia chiamata a esaminare la questione.

“Se il governo non vuole i tribunali, allora abolisce la legge. Stiamo estendendo le nostre giurisdizioni per vedere i posti vacanti riempiti. È un peccato che la magistratura sia chiamata a esaminare questo problema…Questa non è una situazione molto felice”, ha affermato un tribunale dei giudici SK Kaul e MM Sundresh.

La corte stava ascoltando un suo motu caso sul ritardo nella nomina del presidente e dei membri del Forum per il risarcimento delle controversie dei distretti dei consumatori e delle commissioni statali per il risarcimento dei consumatori e la loro mancanza di infrastrutture adeguate.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png < p>L'11 agosto la corte aveva disposto che i posti vacanti fossero riempiti in otto settimane’ tempo. Venerdì, l'avvocato senior Gopal Sankaranarayanan ha affermato che il Centro aveva introdotto il Tribunals Reforms Act con disposizioni simili a quelle respinte dalla corte di vertice in un precedente verdetto nel caso dell'Ordine degli avvocati di Madras.

Il comitato di vigilanza aveva, in una sentenza 2:1 in quel caso, annullato alcune disposizioni dell'ordinanza sulla riforma dei tribunali (razionalizzazione e condizioni di servizio), 2021 che prescriveva 50 anni come età minima per la nomina a presidente o membri e fissava quattro anni come loro mandato, citando la necessità di garantire l'imparzialità e l'indipendenza della magistratura.

Leggi anche |I candidati UPSC non hanno diritto a quadri di scelta: Corte Suprema

In seguito a ciò, il governo ha introdotto la legge sulla riforma del tribunale.< /p>

Sankaranarayanan ha anche sottolineato che il tribunale di Nagpur dell'Alta corte di Bombay aveva, in una recente ordinanza, annullato alcune delle disposizioni delle Norme sulla protezione dei consumatori, 2020, relative alla nomina del presidente e dei membri dello Stato e Enti distrettuali consumatori.

Presentandosi per il Centro, il procuratore generale aggiuntivo Aman Lekhi ha sostenuto che il Tribunals Reforms Act non era in violazione ma piuttosto in consonanza con il verdetto SC nel caso dell'Ordine degli avvocati di Madras.

Ma la panchina ha risposto che “sembra che la panchina dica qualcosa e tu fai qualcos'altro e si sta creando una sorta di embargo e i cittadini stanno soffrendo. Questi sono luoghi di ricorso come i forum dei consumatori e la vita quotidiana è influenzata.”

Il comitato di vigilanza ha ribadito che le scadenze stabilite nell'ordinanza dell'11 agosto dovrebbero essere rispettate e il processo di nomina non dovrebbe essere influenzato da la sentenza dell'Alta Corte di Bombay.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© The Indian Express (P ) Ltd