Gli Stati Uniti condannano le notizie di attacchi contro gli indù in Bangladesh

0
66

Dhaka: la polizia si scontra con i devoti musulmani durante una protesta a Dhaka, Bangladesh, venerdì 15 ottobre 2021. (AP)

Gli Stati Uniti hanno condannato recentemente segnalazioni di attacchi alla comunità minoritaria indù in Bangladesh.

“La libertà di religione o di credo è un diritto umano. Ogni persona in tutto il mondo, indipendentemente dalla propria affiliazione o credo religioso, dovrebbe sentirsi al sicuro e supportata per celebrare festività importanti,” ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato.

“Il Dipartimento di Stato condanna le recenti segnalazioni di attacchi alla comunità indù in Bangladesh,” ha detto il portavoce.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png La violenza comunitaria scuote il Bangladesh | Ecco cosa è successo finora

Nel frattempo, Pranesh Halder, un membro della comunità indù del Bangladesh, in una dichiarazione ha esortato il dipartimento a “assicurare che nessun ulteriore danno venga agli indù del Bangladesh assediati”.

La polizia antisommossa fa la guardia durante una protesta a Dhaka, in Bangladesh, sabato 16 ottobre 2021. (AP)

Ha esortato i gruppi di controllo e le case dei media con sede negli Stati Uniti a evidenziare la gravità della violenza in Bangladesh.

Domenica, la diaspora indù del Bangladesh ha organizzato una protesta di fronte all'ambasciata di quel paese qui per protestare contro i grandi scala la violenza che porta alla distruzione di case e templi indù durante i festeggiamenti della Durga Puja in tutto il Bangladesh.

“È particolarmente orribile vedere gli ultimi indù rimasti a Noakhali essere attaccati in questo modo, 75 anni dopo che gli islamisti che chiedevano la creazione del Pakistan, uccisero 12.000 indù e convertirono con la forza 50.000 all'Islam nell'ottobre 1946,” ha affermato Utsav Chakrabarti, direttore esecutivo di HinduPACT, un gruppo di difesa indù con sede negli Stati Uniti.

HinduPACT ha affermato che gli indù indigeni continuano a essere oggetto di odio organizzato e discriminazione in Bangladesh, un paese in cui la popolazione minoritaria è costantemente diminuita dal 28% degli anni '40 al 9% di oggi.

“Questa recente ondata di violenza conferma il pericolo che gli indù indigeni continuano a dover affrontare. Cinquant'anni dopo che quasi 2,8 milioni di loro sono stati uccisi e altri 10 milioni sono diventati indigenti e fatti diventare rifugiati dall'esercito pakistano nel 1971, durante la lotta per l'indipendenza del Bangladesh, gli indù continuano a essere presi di mira per la loro fede,” diceva.

 

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie dal mondo, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.