Qual è la posta in gioco alla COP26?

0
69

Il fumo sale dai camini della raffineria Feyzin Total fuori Lione, Francia centrale. (AP)

Un vertice delle Nazioni Unite sul clima a Glasgow farà pressione sui leader mondiali affinché smettano di bruciare combustibili fossili, stabilizzino le temperature globali e condividano i soldi per adattarsi a condizioni meteorologiche sempre più estreme.

I leader mondiali si incontreranno nel Regno Unito a novembre per il vertice sul clima COP26 nel tentativo disperato di mantenere il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius in questo secolo.

Il vertice annuale, convocato dalle Nazioni Unite e ritardato lo scorso anno a causa della pandemia di coronavirus, è un luogo in cui i diplomatici possono negoziare trattati per rallentare pericolosi cambiamenti climatici. Nel 2015, hanno firmato l'accordo di Parigi – un obiettivo non vincolante per mantenere il riscaldamento ben al di sotto dei 2 C al di sopra delle temperature preindustriali e idealmente di 1,5 C – eppure continuano a bruciare combustibili fossili e ad abbattere alberi a tassi incompatibili con quello obiettivo.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png Spiegazione | Conferenza sul clima COP26 e perché è importante

Ora, con gli effetti del cambiamento climatico visibili sia nei paesi ricchi che in quelli poveri, si stanno incontrando per quella che gli analisti si aspettano essere la conferenza più significativa dopo quell'impegno. Il cambiamento climatico ha fatto impennare l'agenda politica tra eventi meteorologici mortali e proteste pubbliche di massa, e i leader di diversi paesi inquinanti si sono impegnati a decarbonizzare le loro economie entro la metà del secolo.

“Negli ultimi tempi due decenni, siamo passati dall'affrontare la sfida climatica al vivere in uno stato di emergenza climatica,” ha affermato Shikha Basin, analista senior presso il Council on Energy, Environment and Water (CEEW), un think tank a Delhi. “Ed è proprio per questo che la prossima COP26 è fondamentale.”

Cosa c'è in agenda?

Secondo l'accordo di Parigi, i leader mondiali possono scegliere la velocità con cui il loro paese ridurrà le emissioni. Hanno deciso di aggiornare i loro piani d'azione per farlo ogni 5 anni.

Leggi anche |COP26 a Glasgow: chi va e chi no?

Ma poche settimane prima del vertice COP26 di Glasgow, i grandi produttori come Cina, India e Arabia Saudita non sono riusciti a presentare nuovi piani. Un rapporto di settembre dell'ONU Climate Change, l'organismo che organizza i negoziati internazionali sul clima, ha rilevato che i piani aggiornati rappresentano solo circa la metà delle emissioni globali di gas serra.

Il Regno Unito, che ospita il vertice con l'Italia , ha fatto pressioni sui paesi affinché presentino nuovi piani e sta spingendo per accordi concreti che aiutino a raggiungere tali obiettivi. Il primo ministro Boris Johnson ha invitato i leader mondiali a mantenere impegni coraggiosi su “carbone, automobili, contanti e alberi.”

Il Regno Unito sta spingendo per un trattato che “consegni il carbone alla storia” e ha proposto una scadenza del 2040 per interrompere la vendita di auto con motore a combustione. Vuole anche mettere più soldi per fermare la deforestazione.

Chi pagherà?

Una domanda in cima all'agenda sarà quanto denaro ricco i paesi, che sono i maggiori responsabili di aver inquinato l'atmosfera, invieranno a quelli poveri, che sono i più colpiti dai cambiamenti climatici.

Leggi anche | John Kerry afferma che i colloqui sul clima potrebbero non raggiungere l'obiettivo

Nel 2009, il mondo ricco ha accettato di inviare $ 100 miliardi all'anno in finanziamenti per il clima entro il 2020. Ma nel 2019 non hanno raggiunto tale obiettivo di circa $ 20 miliardi dopo aver accumulato solo $ 79,6, secondo le ultime stime dell'OCSE. In quei dieci anni la temperatura media della Terra era salita così tanto da rendere l'ultimo decennio il più caldo mai registrato.

Gli analisti affermano che il mancato pagamento è importante per due motivi. Primo, perché i soldi servono, anche se non sono sufficienti per coprire i costi del cambiamento climatico o del passaggio alle energie rinnovabili.

Ma è anche una questione diplomatica, ha affermato Jennifer Tollman, esperta di diplomazia climatica presso il think tank europeo sul clima E3G. “Qualsiasi negoziato internazionale si basa sulla fiducia. La sotto-pubblicazione di questi 100 miliardi di dollari sta ovviamente facendo crollare le fondamenta in una certa misura. ”

Cos'altro conta?

I paesi più vulnerabili ai cambiamenti climatici hanno chiesto maggiore attenzione e finanziamenti per adattarsi i suoi effetti.

Leggi anche |La Nuova Zelanda aumenta gli aiuti per il clima in vista del vertice delle Nazioni Unite

Oltre a ciò, ci sono dettagli tecnici dell'accordo di Parigi che devono ancora essere risolti prima che entri in vigore correttamente. Ciò include regole relative a un mercato globale del carbonio, il modo in cui i paesi scambiano le emissioni attraverso i confini e “compensano” investendo in progetti che riducono l'inquinamento e anche il modo in cui i paesi dovrebbero dichiarare formalmente i tagli alle loro emissioni.

I colloqui principali, che si svolgeranno nell'arco di due settimane dal 31 ottobre al 12 novembre, riuniranno leader mondiali, scienziati, imprese e gruppi della società civile. I delegati dei paesi più poveri hanno avvertito che le restrizioni ai viaggi, la mancanza di vaccini e i costi di alloggio renderanno più difficile per loro venire. Ciò renderebbe più difficile chiedere conto ai ricchi inquinatori storici.

All'ultimo COP, nella capitale spagnola Madrid nel 2019, i colloqui hanno superato di due giorni i negoziatori frustrati che hanno lottato per raggiungere un compromesso sull'aumento delle ambizioni e non sono riusciti a raggiungere un accordo sui mercati del carbonio.

Finora i vertici sul clima sono falliti per ritenere i paesi responsabili, ma la COP26 potrebbe essere un'occasione per creare un ponte di fiducia, ha affermato Basin della CEEW. “Questo è quello che abbiamo e quindi dobbiamo trovare un modo per farlo funzionare.”

📣 L'Indian Express è ora su Telegram . Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie dal mondo, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.