Spiegazione: i Dalit Sikh di Shillong, una vecchia disputa sulla terra e un trasferimento proposto e contrastato

0
58

Una delegazione sikh di Delhi fa visita giovedì al governatore del Meghalaya Satya Pal Malik. (Twitter: @mssirsa)

Una decisione del governo Meghalaya di trasferire i residenti sikh dalit dell'area di Shillong Them lew Mawlong, chiamata anche Punjabi Lane, sta affrontando l'opposizione. I gruppi sikh lo hanno chiamato “illegale” e “ingiusto”, con il vice primo ministro del Punjab Sukhjinder Singh Randhawa che ha affermato che avrebbe sollevato la questione con il ministro degli Interni dell'Unione Amit Shah. Giovedì, una delegazione sikh di Delhi ha incontrato il governatore del Meghalaya Satya Pal Malik, chiedendo il suo intervento. Al centro c'è una questione in sospeso tra i residenti sikh e la comunità locale Khasi, incentrata su una disputa sulla terra vecchia di decenni.

Best of Explained

Clicca qui per saperne di più

Chi sono i sikh punjabi di Shillong?

Furono portati per la prima volta a Shillong dagli inglesi come spazzini manuali e spazzatrici più di cento anni fa. Oggi, la comunità di circa 300 famiglie vive a Them lew Mawlong, situata vicino al centro commerciale di Shillong, Iewduh o Bara Bazaar.

Himadri Banerjee, ex professore di storia indiana all'Università di Jadavpur, che ha ampiamente ricercato la comunità sikh nel nord-est, ha detto che i Mazhabi sono stati portati per primi, con un contingente militare britannico, a lavorare come spazzini. Furono seguiti dai Ramgarhia (carpentieri, fabbri e muratori), e poi dai Soniars o orafi, che vennero dopo il 1947.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

I sikh mazhabi, il più grande dei gruppi, sono stati reclutati dal consiglio municipale di Shillong (SMB) e molti vivevano a Bara Bazaar. Nel corso degli anni, i loro ranghi si sono ingrossati nella SMB, ha detto Banerjee. “Siamo qui da generazioni”, ha detto Gurjit Singh, presidente del Comitato Harijan Panchayat (HPC), che rappresenta i membri della comunità Sikh Dalit a Shillong. “Negli anni '90, più di 800 membri della nostra comunità erano impiegati dalla PMI, ma da allora il numero è diminuito”.

Banerjee ha affermato che le generazioni più giovani sono passate a professioni come guidare o aprire officine mobili. Si è verificata anche una certa integrazione. “Alcuni mazhabi parlano khasi, amano il cibo khasi e alcuni sono addirittura sposati con khasis e si sono convertiti al cristianesimo”, ha detto Banerjee.

La colonia è la corsia del Punjabi in seguito alle violenze nel 2018 (foto Express: Abhishek Saha)

Perché è stato fatto il piano per trasferirli?

Il 7 ottobre, il governo ha approvato la proposta, basata su una raccomandazione di un comitato di alto livello istituito nel giugno 2018 per trovare una soluzione a una disputa sulla terra decennale, a seguito dei violenti scontri tra i residenti Khasis e Sikh il mese precedente. Mentre l'innesco immediato era qualcos'altro, gli scontri erano radicati nella vecchia disputa sulla terra.

Il governo sostiene che la terra appartiene al dipartimento degli affari urbani, mentre i sikh affermano che è stata loro “regalata” nel 1850 dal Syiem (capo) di Hima Mylliem, uno dei regni nelle colline di Khasi. Punjabi Lane fa parte di Mylliem, uno dei 54 territori amministrativi tradizionali oggi sotto il Consiglio del distretto autonomo di Khasi Hills.

Secondo la decisione del Consiglio dei Ministri, il dipartimento per gli affari urbani prenderà possesso del terreno dal Syiem di Mylliem (il custode del terreno) entro una settimana. Il primo ministro Conrad Sangma ha affermato che i dipendenti permanenti della SMB sarebbero stati trasferiti in quartieri costruiti.

Anche in Explained |Chi sono i Nihang, la setta sikh sotto i riflettori dopo il linciaggio di Singhu?

Che cos'è la disputa sulla terra?

Per tre decenni, settori della società e delle organizzazioni politiche hanno chiesto che i residenti fossero trasferiti fuori, l'argomento principale è che un l'area non dovrebbe contenere una località residenziale.

Donald Thabah, segretario generale della potente Khasi Students' Union (KSU), ha affermato che Punjabi Lane era il luogo di molta congestione del traffico e doveva essere sgomberato per “convenienza pubblica”. “Il nome Them lew Mawlong suggerisce letteralmente che è l'area della valle di un mercato, quindi non ha senso che funzioni come area residenziale. Dovrebbe essere utilizzato per scopi costruttivi alternativi come un parcheggio o uno spazio commerciale”, ha affermato.

Nel corso degli anni sono state proposte la realizzazione di un parcheggio o di complessi commerciali. I sikh hanno spesso cercato un ricorso legale contro questo, sostenendo di avere “pieni diritti” sulla terra e due documenti per dimostrare la loro pretesa: un accordo del 1954 e uno nel 2008.

Nel 2018, dopo la comitato è stato formato, il Sikh HPC ha presentato una petizione all'Alta Corte di Meghalaya. Nel febbraio 2019, la corte ha affermato che si trattava di una questione “civile” e che doveva essere affrontata in tribunale civile. Il 9 aprile 2021 ha ordinato il mantenimento dello status quo.

C'è stato un conflitto precedente tra i sikh e i khasi?

Con il principale pomo della discordia è il Punjabi Lane di 2,5 acri, sono state segnalate risse a livello locale tra i residenti e i khasi anni.

Anche la sfiducia nei confronti degli “estranei” – un sentimento espresso tra sezioni di molte comunità negli stati del nord-est – aumenta l'attrito. Banerjee ha affermato che i Khasis locali erano “inizialmente meno entusiasti” di fare il lavoro svolto dai Mazhabi. “Ma nel tempo, quando i Khasis si sono trovati espulsi da una parte del mercato del lavoro, le loro ansie si sono manifestate in sospetti, ostilità e una crescente consapevolezza di identità dissimili.”

Secondo Thabah della KSU, anche nel 1996 ci fu uno scontro importante, che portò alla morte di giovani Khasi per mano della polizia. Ha affermato che la gente del posto è stata “frequentemente molestata da alcuni membri della comunità sikh”.

Cosa viene offerto ai sikh ora?

< p>Il governo statale ha affermato che coloro che sono dipendenti a tempo indeterminato della SMB saranno trasferiti in quartieri costruiti in altre parti della città. Per gli altri residenti, il governo stava “esplorando altri luoghi”.

Il governo ha affermato che mentre un certo numero di residenti sikh lavorava con la SMB, c'erano molti “coloni” nella colonia. “Non sappiamo da dove provenissero e quindi è necessario fare un inventario di coloro che risiedono lì”, ha affermato il vice primo ministro Prestone Tynsong, che ha guidato il comitato.

Singh ha detto che ora solo circa 20 persone (che sono prossime alla pensione) erano attualmente dipendenti a tempo indeterminato della PMI. “Il governo sostiene che il resto delle persone sono coloni illegali o non autorizzati. Ma questo è infondato… i nostri figli e nipoti si sono trasferiti in nuove professioni, ciò non significa che non appartengano a questo posto”, ha affermato.

Come hanno reagito i sikh?

“Viviamo qui da 200 anni. Di volta in volta, il governo cerca di commuoverci e la nostra gente si spaventa”, ha detto Singh. La comunità, tuttavia, non aveva ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale sul trasferimento.

Manjinder Singh Sirsa, che aveva guidato la delegazione del Delhi Sikh Gurdwara Management Committee che ha incontrato il governatore, ha affermato che la questione era sub judice e che il comitato di alto livello non aveva “il potere di prendere una tale decisione”. Ha affermato che il piano di ricollocazione “non ha concesso ai residenti l'opportunità di dire nulla” o lo ha considerato.

Qual ​​è la posizione del governo?

CM Sangma in precedenza aveva affermato che il governo era pronto a contestare l'ordine del tribunale. Il governatore Malik giovedì ha assicurato alla delegazione sikh che “nessuna ingiustizia sarà fatta e i residenti non saranno rimossi illegalmente”.

Tynsong ha affermato che il governo ha seguito la “due diligence”. He la comunità sikh non dovrebbe “confondere” il fatto che siano stati “buttati fuori”. “Sono persone di Meghalaya e noi siamo qui per aiutarli”, ha detto. “Chiediamo loro di aiutarci a fare un inventario.”

Newsletter | Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori del giorno nella tua casella di posta

📣 The Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie spiegate, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© The Indian Express (P ) Ltd