I giochi per PC installano driver di basso livello in Windows

0
61
Activision

A nessuno piace avere a che fare con gli imbroglioni nei videogiochi. Tuttavia, il sistema anti-cheat Ricochet di Call of Duty sta installando driver di basso livello sui PC Windows, il che potrebbe andare un po' più in là di quanto la maggior parte degli utenti preferirebbe.

RELATEDChe cos'è l'apprendimento automatico?

Il sistema di cheat per Call of Duty: Warzone e Call of Duty: Vanguard utilizza più livelli per catturare gli imbroglioni e sembra che funzionerà abbastanza bene. Un team di professionisti e algoritmi di apprendimento automatico lavorano in tandem con i driver a livello di kernel che rilevano anche i metodi di imbroglio più complicati.

“Imbrogliare in Call of Duty è frustrante per giocatori, sviluppatori e l'intera comunità,” ha detto Activision in un post sul blog.

Il problema, però, si riduce alla privacy. Il sistema di cheat non opzionale con il driver a livello di kernel arriverà quando l'aggiornamento della mappa del Pacifico verrà lanciato entro la fine dell'anno e arriverà in Call of Duty: Vanguard in un secondo momento. Se vuoi giocare, devi accettare che ci sarà un driver installato sul tuo computer.

Activision dice che il driver verrà eseguito solo mentre stai giocando, ed è 8217;si chiuderà non appena esci.

Pubblicità

Tuttavia, questo è un gioco e una società di giochi. Questo tipo di sistema anti-cheat sta diventando una tendenza, il che significa che i giocatori ora hanno una sfilza di driver anti-cheat installati sul proprio PC da vari giochi. Apex Legends utilizza Easy Anti-Cheat, un sistema anti-cheat simile. Lo stesso vale per Fortnite. Valorant ha implementato un driver personalizzato a livello di kernel con un discreto livello di successo.

Ci sono così tanti giochi multiplayer là fuori in cui imbrogliare potrebbe essere un problema e avere tutti in esecuzione i propri driver per l'anti- cheat non è un'ottima soluzione.

RELAZIONATO: Prima di Fortnite, c'era ZZT: incontra il primo gioco di Epic

Combattere gli imbroglioni richiede un gioco del gatto col topo tra gli imbroglioni e gli sviluppatori di giochi, e per le società di giochi più piccole, avere un intero team dedicato alla lotta contro gli imbrogli non è fattibile, quindi devono rivolgersi a una terza parte come Easy Anti -Imbroglione. E andrebbe bene se Easy Anti-Cheat fosse lo standard del settore, ma con sviluppatori più grandi come Riot e Activision che utilizzano i propri driver personalizzati a livello di kernel, non è così.

RELATEDChe cos'è il sistema anti-cheat TruePlay di Microsoft?

La soluzione ovvia è qualcosa a livello di sistema operativo di Microsoft, che l'azienda ha brevemente provato e rinunciato in Windows 10. Avere un singolo driver a livello di sistema operativo eliminerebbe la necessità per i giocatori di averne tonnellate installate sul proprio PC. Potrebbe anche consentire ai piccoli sviluppatori di esternalizzare la manodopera necessaria per mantenere un sistema anti-cheat a Microsoft (a pagamento, ovviamente).

Qualcuno di questo risolverà l'imbroglio? Solo il tempo dirà se riusciranno a trovare un crack che aggira il nuovo sistema, anche con esso installato come driver. Si spera che funzioni perché gli imbroglioni hanno rovinato molti videogiochi e non hanno mostrato segni di volersi fermare.

LEGGI SUCCESSIVO

  • › Come verificare quali siti Web possono accedere alla tua posizione in Mozilla Firefox
  • › Come aprire il Pannello di controllo su Windows 11
  • › Come acquisire schermate a pagina intera in Chrome su Android
  • › La tua password di Twitch non è stata trapelata durante il grande attacco
  • › Che cos'è il beta test?