Nessuna differenza tra il premier Imran Khan e il capo dell'esercito sulla nomina del nuovo capo dell'ISI, afferma il ministro pakistano

0
64

Il capo dell'esercito pakistano, generale Qamar Javed Bajwa, con il primo ministro Imran Khan (AP)

Martedì il governo pakistano ha affermato che non vi erano differenze tra il primo ministro Imran Khan e il potente capo dell'Esercito Gen. Qamar Javed Bajwa sulla nomina del nuovo capo dell'agenzia di spionaggio ISI.

La scorsa settimana l'esercito pakistano ha annunciato che il tenente generale Nadeem Ahmed Anjum è stato nominato nuovo direttore generale dell'Inter-Services Intelligence (ISI) al posto del tenente generale Faiz Hameed, che è stato nominato comandante del corpo di Peshawar.

Tuttavia, la notifica della nomina di Anjum non è stata emessa dall'ufficio del Primo Ministro Khan, dando credito a voci su differenze tra il governo civile e l'esercito sulla nomina chiave.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png Le migliori notizie in questo momento

Clicca qui per saperne di più

Come da legge, il Primo Ministro ha il diritto e la prerogativa legale di nominare il capo dell'ISI in consultazione con il capo dell'esercito.

Nonostante le speculazioni sui social media sul ritardo nell'emissione della notifica, il governo ha taciuto sulla questione fino a quando il ministro dell'Informazione Fawad Chaudhry ha affrontato la questione durante una conferenza stampa dopo la riunione del gabinetto.

Ha detto che Il primo ministro Khan e il capo dell'esercito Bajwa hanno avuto una “lunga seduta” ieri sera per discutere la questione del capo dell'ISI e il premier aveva successivamente preso in confidenza il Gabinetto sulla questione.

“Si seguirà la procedura legale nella nomina del nuovo DG ISI, per cui entrambi (Gen Bajwa e il Primo Ministro Khan) sono d'accordo,” ha detto.

Chaudhry ha anche affermato che il premier e la leadership militare sono in stretto coordinamento. “Entrambi (il primo ministro Khan e il generale Bajwa) sono d'accordo su questo e il primo ministro ha l'autorità su di esso,” ha detto.

Il ministro ha respinto le voci sulle divergenze tra la leadership civile e quella militare in materia.

“Vedo sui social media, ci sono molti che hanno desideri; Voglio dire loro che l'ufficio del primo ministro non minerà mai il rispetto dell'esercito pakistano e del capo dell'esercito. E il COAS e l'esercito non faranno mai alcun passo che possa minare il rispetto del primo ministro o dell'organizzazione civile del Pakistan,” ha detto.

Nel frattempo, Geo News, citando fonti, ha riferito che il primo ministro Khan ha preso in confidenza i membri del gabinetto sulla questione.

Hanno detto che il premier ha detto loro che lì sono stati tentativi di dare alla questione un'interpretazione sbagliata sui media.

Khan ha assicurato al governo che tutte le persone interessate “sono sulla stessa pagina” e che l'appuntamento sarà finalizzato “amichevolmente”, afferma il rapporto.

Il capo dell'ISI è legalmente responsabile nei confronti del Primo Ministro che è l'autorità di nomina legale.

Tuttavia, a causa della peculiare storia di dominio dell'esercito del Pakistan, il capo dell'ISI è considerato anche molto vicino al capo dell'esercito le cui benedizioni sono fondamentali per la nomina a questo delicato incarico.

La carica di capo dell'ISI è considerata una delle più importanti nell'esercito pakistano, che ha governato il paese per più della metà dei suoi 73 anni e più di esistenza e ha finora esercitato un notevole potere in materia di sicurezza e politica estera.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie dal mondo, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.