“Il tuo scrittore di discorsi dovrebbe essere licenziato”: Owaisi a Rajnath per l'osservazione di Gandhi-Savarkar

0
76

Il ministro della Difesa Rajnath Singh e il capo dell'AIMIM Asaduddin Owaisi. (File)

Un giorno dopo che il ministro della Difesa Rajnath Singh ha detto che è stato su suggerimento del Mahatma Gandhi che l'icona Hindutva Vinayak Damodar Savarkar ha presentato una petizione di grazia agli inglesi, il capo dell'AIMIM Asaduddin Owaisi, tra gli altri leader dell'opposizione, ha attaccato il leader del BJP, sostenendo che stava “cercando di stravolgere la storia”.

Condividendo su Twitter una lettera di Gandhi il 25 gennaio 1920 a Savarkar’ s fratello in merito a un caso, Owaisi ha accusato Singh di dare una “torsione” a quello che ha scritto Gandhi.

“Sir Rajnath Singh, hai detto che le umilianti richieste di misericordia di Savarkar erano su consiglio di Gandhi. Ecco la lettera a Savarkar di Gandhi. Nessuna menzione di petizione agli inglesi che imploravano clemenza, misericordia e promettevano di essere un fedele servitore della corona,” disse.

Il leader dell'AIMIM ha inoltre affermato che la prima petizione scritta da Savarkar risale al 1911, appena sei mesi dopo essere entrato in prigione e Gandhi era allora in Sudafrica. Savarkar ha scritto di nuovo nel 1913/14 e il consiglio di Gandhi è del 1920, ha aggiunto. “È una bugia che questo ‘Veer’ ha rifiutato il tricolore e ha voluto Bhagva come nostra bandiera?” ha chiesto.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Inoltre, citando il discorso di Rajnath in cui il ministro aveva menzionato che Savarkar definiva indù chiunque per cui L'India era la patria o la madrepatria, Owaisi disse che “Savarkar, in quanto uomo di limitate capacità intellettuali, aveva effettivamente definito indù come qualcuno per cui l'India era patria e terra santa.”

“IMHO, chiunque abbia scritto questo discorso per te dovrebbe essere licenziato. Non è bene avere consiglieri che hanno una relazione savarkarite con la verità,” ha twittato.

Durante il lancio di un libro su Savarkar all'Ambedkar International Centre, a cui ha partecipato martedì anche il capo della RSS Mohan Bhagwat, Rajnath Singh aveva affermato che c'era stata una cospirazione deliberata per diffamare Savarkar, e che era su consiglio di Gandhi che lui scrisse le sue richieste di misericordia.

“Sono state diffuse molte falsità contro Savarkar. È stato ripetutamente affermato che ha presentato più petizioni di grazia davanti al governo britannico. La verità è che non ha presentato queste petizioni per il suo rilascio. Generalmente un detenuto ha il diritto di presentare una richiesta di grazia. Il Mahatma Gandhi ti aveva chiesto di presentare una richiesta di grazia. È stato su suggerimento di Gandhi che ha presentato una richiesta di grazia. E il Mahatma Gandhi aveva fatto appello affinché Savarkar ji venisse rilasciato. Aveva detto che il modo in cui gestiamo pacificamente il movimento per la libertà, così avrebbe detto Savarkar”, ha detto Singh.

Ha aggiunto che Savarkar aveva in effetti ispirato le persone a rompere le catene della schiavitù e ad agitarsi contro l'intoccabilità, tra varie altre questioni sociali, compresi i diritti delle donne. Tuttavia, il suo contributo all'unità culturale del paese è stato ignorato, ha detto Singh.

Nel frattempo, la copia della lettera di Gandhi a S D Savarkar, condivisa da Owaisi, diceva: “Ho la tua lettera. È difficile consigliarti. Ti suggerisco, tuttavia, di formulare una breve petizione che esponga i fatti del caso mettendo in chiaro rilievo il fatto che il reato commesso da tuo fratello era puramente politico. Suggerisco questo affinché sia ​​possibile concentrare l'attenzione del pubblico sul caso. Nel frattempo, come ti ho detto in una precedente lettera, mi sto muovendo sulla questione a modo mio.”

Anche il leader del Congresso Jairam Ramesh, il deputato di Shiv Sena Sanjay Raut e il primo ministro del Chhattisgarh Bhupesh Baghel ha attaccato Rajnath per le sue osservazioni.

Condividendo la stessa lettera su Twitter, Ramesh ha affermato: “Rajnath Singhji è tra le poche voci sobrie e dignitose a Modi Sarkar. Ma non sembra essere libero dall'abitudine RSS di riscrivere la storia. Ha dato una svolta a ciò che Gandhi scrisse in realtà il 25 gennaio 1920. Ecco quella lettera al fratello di Savarkar.” Inoltre, affermando che Singh ha “chiaramente fatto saltare la lettera di Gandhi del 25 gennaio 1920 fuori contesto,” il leader del Congresso ha aggiunto, “Non sorprende. Questo è normale per il BJP-RSS.”

Raut ha detto che Veer Savarkar non si è mai scusato con gli inglesi. Parlando con i giornalisti a Pune, Raut ha detto che i combattenti per la libertà che languono in carcere per più di dieci anni possono adottare una strategia pensando di poter fare qualcosa dopo essere usciti di prigione invece di restarci dentro. In politica o mentre si sconta la prigione, viene adottata una strategia diversa, ha detto Raut.

“Se Savarkar avesse adottato una strategia del genere, non si può definire una scusa. Savarkar potrebbe averlo fatto (ha adottato una strategia). Questa non può essere definita una scusa. Savarkar non si è mai scusato con gli inglesi,” disse.

< /p>

Chattisgarh CM Bhupesh Baghel ha sostenuto come Gandhi avrebbe potuto comunicare con un Savarkar in carcere.

“Dov'era il Mahatma Gandhi e dov'era Savarkar a quel tempo? Savarkar era in prigione. Come avrebbero potuto comunicare?” Baghel è stato citato dall'ANI.

“Lui (Savarkar) ha presentato petizioni di grazia dal carcere e ha continuato a stare con i britannici”, ha aggiunto il leader del Congresso. Baghel ha anche affermato che Savarkar è stato il primo a parlare della teoria delle due nazioni dopo essere uscito di prigione nel 1925.

Nel frattempo, il nipote di Savarkar, Ranjit Savarkar, ha affermato che il combattente per la libertà aveva ha chiesto un'amnistia generale per tutti i prigionieri politici, ha riferito PTI. Ha anche detto che se il combattente per la libertà si fosse scusato con gli inglesi, gli sarebbe stato assegnato un incarico.

Su Gandhi, ha detto ai giornalisti a Mumbai, “Migliaia di persone hanno contribuito alla creazione di questa nazione che ha una storia di oltre 5.000 anni. Non credo che il Mahatma Gandhi sia il padre della nazione,” aggiungendo che nessuno pretende che Savarkar sia chiamato il Padre della Nazione, perché “questo stesso concetto non era accettabile per lui”.

📣 Il Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© IE Online Media Services Pvt Ltd