Delhi HC respinge il motivo relativo all'ammissione sproporzionata in DU dal consiglio di stato del Kerala

0
47

La firmataria ha sostenuto che, nonostante si fosse assicurata oltre il 98% nella classe 12, non era stata in grado di ottenere l'ammissione al corso e all'università preferiti. File.

Lunedì l'Alta Corte di Delhi ha respinto una petizione che accusava un numero “sproporzionato” di ammissioni di studenti del consiglio statale del Kerala nell'Università di Delhi, affermando che la fissazione dei limiti era una questione della politica di ammissione dell'università.

Il giudice Prateek Jalan ha affermato che è meglio lasciare le questioni di politica accademica all'università e che la corte sarebbe lenta nell'interferire con le stesse.

Leggi |Inizia il processo di ammissione al secondo limite inferiore

La corte ha ascoltato una petizione di un aspirante al DU che chiedeva un “meccanismo di scala” per i voti ottenuti da studenti di diverse commissioni al fine di fornire un livello campo da gioco, 

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

“Per me è tutta una questione di politica. Come si fa a dire cosa dovrebbe essere fissato come cut-off? Come si fa a dire che i voti del tal dei tali sono stati più alti e del tal dei tali sono stati più bassi?… Non credo che un tribunale possa entrare in questo in base a questo tipo di ingegneria inversa”, ha detto il giudice.

“Siamo del parere che il reclamo del firmatario sia incapace di giudicare e sia meglio lasciare alla decisione politica dell'università”, ha inoltre affermato la corte.

La firmataria ha sostenuto che, nonostante si fosse assicurata oltre il 98% nella classe 12, non era stata in grado di ottenere l'ammissione al corso e all'università preferiti.

“Prendi il biscotto mentre si sbriciola. Dobbiamo accettarlo. Non c'è motivo di sentirsi scoraggiati… Avrai l'ammissione. Ci sono ottimi college e università in tutta l'India”, ha detto il giudice al firmatario Gunisha Aggarwal che era presente durante l'udienza condotta in videoconferenza.

Leggi anche | I college DU osservano la maggiore inclinazione degli studenti verso il corso di Filosofia (Hons) < p>Gli avvocati Vipul Ganda e Annirudh Sharma, in rappresentanza del firmatario, hanno affermato che il 49 per cento degli studenti che hanno ottenuto l'ammissione nella prima lista di esclusione apparteneva al consiglio di stato del Kerala rispetto al 13,6 per cento e al 14,80 per cento rispettivamente di CBSE e ISC. .

L'avvocato ha aggiunto che il 27 per cento dei candidati vincitori del primo cut-off proveniva dal consiglio di stato del Rajasthan.

Per il consiglio di amministrazione del Kerala, vengono presi in considerazione sia i voti di classe 11 che di classe 12, il che sta portando a un numero sproporzionato di ammissioni da lì, ha affermato il legale del firmatario.

“È venuto a conoscenza del firmatario che il Kerala State Examination Board ha assegnato il numero massimo di voti del 100% e che un totale di 6000 studenti del Kerala State Board ha ha ottenuto il 100% di voti. Allo stesso modo, altri consigli statali hanno adottato il proprio meccanismo per assegnare voti agli studenti,” diceva la petizione.

“Sono in svantaggio perché vengo dal CBSE… Improvvisamente quest'anno gli studenti di altre commissioni sono diventati più brillanti”, ha presentato l'avvocato.

La corte ha osservato che non solo lo schema di valutazione per CBSE è stato approvato dalla Corte Suprema all'inizio di quest'anno a causa della pandemia , il ricorrente ha depositato l'istanza dopo aver partecipato alla procedura di ammissione.

Leggi anche |Ammissioni DU 2021: oltre 36000 studenti si sono assicurati i posti con la prima cut-off list

“Il fatto che alcune commissioni statali possano aver evoluto un diverso modo di valutazione che porta a qualche variazione nei voti medi non (rende il processo di ammissione) manifestamente arbitrario in modo da richiedere interferenze”, ha affermato la corte.

“Le sentenze della Corte Suprema chiariscono che in materia di politica accademica una corte d'ufficio è lenta a interferire”, ha chiarito.

M Rupal, consulente dell'università di Delhi, ha affermato che l'università non può valutare “quale consiglio è stato liberale” come parte del processo di ammissione.

“Se più studenti (di una certa commissione) ottengono più voti, essendo un'università centrale, non possiamo privarli”, ha aggiunto.

Nella sua petizione, la firmataria ha chiesto una direzione per annullare la politica del DU di trattare alla pari i voti assegnati da tutte le diverse commissioni, affermando che l'attuale regime non prevede “parità di condizioni” .

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'istruzione, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.