Moderna, corsa al profitto, tiene il vaccino contro il Covid fuori dalla portata dei poveri

0
60

Recentemente, i professori della Harvard Medical School si sono riuniti fuori dalla casa del CEO di Moderna Stephane Bancel per chiedere l'equità globale dei vaccini. (Foto: AP)

Moderna, il cui vaccino contro il coronavirus sembra essere la migliore difesa al mondo contro il Covid-19, ha fornito i suoi colpi quasi esclusivamente alle nazioni ricche, facendo aspettare i paesi più poveri e guadagnando miliardi di profitti.

Dopo aver sviluppato un vaccino rivoluzionario con il supporto finanziario e scientifico del governo degli Stati Uniti, Moderna ha spedito una quota maggiore delle sue dosi ai paesi ricchi rispetto a qualsiasi altro produttore di vaccini, secondo Airfinity, una società di dati che tiene traccia delle spedizioni di vaccini.

Circa 1 milione di dosi del vaccino di Moderna sono andate in paesi che la Banca Mondiale classifica come a basso reddito. Al contrario, 8,4 milioni di dosi Pfizer e circa 25 milioni di Johnson & Le dosi di Johnson sono andate in quei paesi.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Dei pochi paesi a reddito medio che hanno raggiunto accordi per acquistare i colpi di Moderna, la maggior parte non ha ancora ricevuto alcuna dose e almeno tre hanno dovuto pagare più di quanto abbiano fatto gli Stati Uniti o l'Unione Europea, secondo i funzionari del governo in quei paesi .

Thailandia e Colombia stanno pagando un premio. Le dosi del Botswana sono in ritardo. La Tunisia non è riuscita a mettersi in contatto con Moderna.

A differenza di Pfizer, Johnson & Johnson e AstraZeneca, che hanno diversi elenchi di farmaci e altri prodotti, Moderna vende solo il vaccino Covid. Il futuro dell'azienda del Massachusetts dipende dal successo commerciale del suo vaccino.

“Si comportano come se non avessero alcuna responsabilità oltre a massimizzare il ritorno sull'investimento”, ha affermato il dott. Tom Frieden, ex capo dei centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

I dirigenti di Moderna hanno affermato che stanno facendo tutto il possibile per fare quante più dosi possibili il più rapidamente possibile, ma che la loro capacità di produzione rimane limitata. Tutte le dosi che producono quest'anno stanno soddisfacendo gli ordini esistenti da governi come l'UE.

Anche così, l'amministrazione Biden è diventata sempre più frustrata con Moderna per non aver reso il suo vaccino più disponibile per i paesi più poveri, due hanno detto alti funzionari dell'amministrazione. L'amministrazione ha fatto pressioni sui dirigenti di Moderna per aumentare la produzione negli stabilimenti statunitensi e per concedere in licenza la tecnologia dell'azienda ai produttori esteri che potrebbero produrre dosi per i mercati esteri.

Moderna ora sta lottando per difendersi dalle accuse di dare la priorità ai ricchi.

Venerdì, dopo che il New York Times ha inviato domande dettagliate su come pochi paesi poveri abbiano avuto accesso al vaccino di Moderna, la società ha annunciato che “sta attualmente investendo” per aumentare la sua produzione in modo da poter fornire 1 miliardo di dosi ai paesi a basso reddito nel 2022. La società ha anche affermato la scorsa settimana che avrebbe aperto una fabbrica in Africa, senza specificare quando.

Decine di paesi più poveri, soprattutto in Africa e Medio Oriente, al 30 settembre avevano vaccinato meno del 10% della loro popolazione. (Foto: AP)

I dirigenti di Moderna hanno parlato con l'amministrazione Biden della vendita di dosi a basso costo al governo federale, che le donerebbe ai paesi più poveri, come Pfizer ha accettato di fare, hanno detto i due alti funzionari. I negoziati stanno continuando.

In un'intervista venerdì, il CEO di Moderna Stéphane Bancel ha affermato che “è triste” che il vaccino della sua azienda non abbia raggiunto più persone nei paesi più poveri, ma che la situazione era fuori dal suo controllo.

Ha detto che Moderna ha cercato e fallito l'anno scorso di convincere i governi a finanziare l'espansione della scarsa capacità produttiva dell'azienda e che l'azienda decide quanto addebitare in base a fattori tra cui quante dosi vengono ordinate e quanto è ricco un paese. (Un portavoce di Moderna ha contestato il calcolo di Airfinity secondo cui l'azienda aveva fornito 900.000 dosi ai paesi a basso reddito, ma non ha fornito una cifra alternativa.)

Quasi un anno dopo che i paesi occidentali hanno iniziato a correre per vaccinare le loro popolazioni, l'attenzione negli ultimi mesi si è spostata sulla grave carenza di vaccini in molte parti del mondo. Decine di paesi più poveri, principalmente in Africa e Medio Oriente, al 30 settembre avevano vaccinato meno del 10% della loro popolazione.

Ad agosto, ad esempio, Johnson & Johnson ha dovuto affrontare i rimproveri del direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità e degli attivisti della salute pubblica dopo che il Times ha riferito che dosi di quel vaccino prodotto in Sudafrica venivano esportate nei paesi più ricchi.

I funzionari dell'amministrazione Biden sono particolarmente frustrati con quella che considerano la mancanza di cooperazione di Moderna, perché il governo degli Stati Uniti ha fornito all'azienda un'assistenza fondamentale.

Gli scienziati del National Institutes of Health hanno lavorato con l'azienda per sviluppare il vaccino. Gli Stati Uniti hanno stanziato 1,3 miliardi di dollari per studi clinici e altre ricerche. E nell'agosto 2020, il governo ha accettato di preordinare 1,5 miliardi di dollari del vaccino, garantendo che Moderna avrebbe avuto un mercato per quello che era un prodotto non provato.

Sebbene gli studi clinici dello scorso anno abbiano scoperto che i vaccini Moderna e Pfizer erano altrettanto efficaci, studi più recenti suggeriscono che il vaccino di Moderna è superiore. Offre una protezione più duratura ed è più facile da trasportare e conservare.

L'obiettivo di Moderna è “essenzialmente il vaccino premium”, ha affermato Karen Andersen, analista del settore presso Morningstar. “Sono in una posizione in cui probabilmente non hanno bisogno di sacrificare troppo sul prezzo in molte di queste offerte.”

Ci sono informazioni pubbliche limitate sugli accordi che Moderna ha stretto con i singoli governi. Dei 22 paesi, più l'UE, a cui Moderna e i suoi distributori hanno riferito di aver venduto i colpi, nessuno è a basso reddito e solo le Filippine sono classificate come reddito medio-basso. (Sei sono a reddito medio-alto.)

Pfizer, in confronto, ha affermato di aver accettato di vendere il suo vaccino a prezzi scontati a 12 paesi a reddito medio-alto, cinque governi a reddito medio-basso e uno paese povero, Ruanda. (La Tunisia, ad esempio, paga circa $7 a dose.)

Solo una manciata di governi ha rivelato quanto stanno pagando per le dosi di Moderna. Gli Stati Uniti hanno pagato $ 15- $ 16,50 per ogni iniezione, oltre ai $ 1,3 miliardi che il governo ha dato a Moderna per sviluppare il suo vaccino. L'UE ha pagato 22,60-25,50 dollari per le sue dosi di Moderna.

Botswana, Thailandia e Colombia, che la Banca mondiale classifica come paesi a reddito medio-alto, hanno dichiarato di pagare 27-30 dollari per dose di Moderna.

La mancanza di trasparenza su quanto stanno pagando gli altri governi ha messo i paesi relativamente poveri in una posizione contrattuale debole. Stanno “negoziando totalmente all'oscuro”, ha affermato Kate Elder, che consiglia Medici senza frontiere sulla politica dei vaccini.

In alcuni casi, Moderna si è offerta di fornire il vaccino ai paesi più poveri a prezzi relativamente bassi, ma solo dopo aver evaso gli ordini di altri paesi.

A maggio, Moderna ha offerto all'Unione africana dosi di circa 10 dollari ciascuna, secondo un funzionario del blocco coinvolto nelle discussioni. Ma le dosi non sarebbero state disponibili fino al prossimo anno, causando la rottura dei colloqui, secondo due funzionari dell'Unione africana.

Il dottor Ayoade Alakija, che aiuta a gestire il programma di consegna del vaccino dell'Unione africana ma non è stato coinvolto nelle discussioni sull'approvvigionamento, ha affermato che l'atteggiamento di Moderna è stato: “Siamo qui per fare soldi. Ci siamo imbattuti in una cosa buona e non stiamo nemmeno cercando di fingere che stiamo cercando di salvare il mondo.”

Il vaccino contro il Covid di Moderna è stato trasformativo per l'azienda e i suoi leader. La società ha affermato che si aspetta che il suo vaccino generi almeno $ 20 miliardi di entrate quest'anno, il che lo renderebbe uno dei prodotti medici più redditizi della storia. Andersen, l'analista di Morningstar, ha previsto che i profitti dell'azienda sul vaccino potrebbero raggiungere i 14 miliardi di dollari. Nel 2019, Moderna ha registrato un fatturato totale di 60 milioni di dollari.

Il valore di mercato di Moderna è quasi triplicato quest'anno, superando i 120 miliardi di dollari. Due dei suoi fondatori, nonché uno dei primi investitori, questo mese sono entrati nella lista della rivista Forbes delle 400 persone più ricche degli Stati Uniti.

Quando il coronavirus si è diffuso all'inizio del 2020, Moderna ha corso per progettare il suo vaccino, che utilizza una nuova tecnologia nota come RNA messaggero, e per pianificare uno studio sulla sicurezza. Per produrre le dosi per quella sperimentazione, la società ha ricevuto $ 900.000 dalla Coalition for Epidemic Preparedness Innovations senza scopo di lucro.

Il gruppo senza scopo di lucro ha affermato che Moderna ha accettato i suoi “principi di accesso equo”. Ciò significava, secondo la coalizione, che il vaccino sarebbe “prima disponibile per le popolazioni quando e dove sono necessarie e a prezzi accessibili per le popolazioni a rischio, in particolare i paesi a basso e medio reddito o per gli enti del settore pubblico che procurare per loro conto.”

Moderna ha concordato a maggio di fornire fino a 34 milioni di dosi di vaccino quest'anno e fino a 466 milioni di dosi nel 2022 a Covax, il programma in difficoltà sostenuto dalle Nazioni Unite per vaccinare i poveri del mondo. La società non ha ancora spedito nessuna di queste dosi, secondo un portavoce di Covax, sebbene Covax abbia distribuito decine di milioni di dosi di Moderna donate dagli Stati Uniti.

Bancel ha affermato che molte più dosi sarebbero andate a Covax quest'anno le due parti hanno raggiunto un accordo di fornitura nel 2020. Aurélia Nguyen, un funzionario di Covax, ha negato ciò, affermando: “È diventato chiaro fin dall'inizio che il meglio che potevamo aspettarci erano dosi minime nel 2021”.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie dal mondo, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.