Traffico di droga Mundra: la NIA conduce ricerche in più luoghi

0
52

Una nave portacontainer attracca al porto di Mundra in Gujarat. (Foto d'archivio Express/Rappresentanza)

L'Agenzia investigativa nazionale (NIA) sabato ha condotto ricerche in più località del paese in relazione alla sua indagine sul trasporto di droga al porto di Mundra Adani in Gujarat il mese scorso.

“Sono state condotte perquisizioni a Chennai, Coimbatore, Vijaywada nei locali di accusati/sospetti coinvolti nell'importazione di pietre di talco semilavorate con contrabbando. Durante le perquisizioni sono stati sequestrati vari documenti, articoli e altri oggetti a carico,” NIA ha detto in una dichiarazione.

Il caso è legato al sequestro di 2.988,21 kg di eroina al porto di Mundra da parte della Direzione dell'intelligence delle entrate (DRI) il 16 settembre. Il caso è stato trasferito alla NIA il 6 ottobre.

https://images.indianexpress .com/2020/08/1×1.png

L'eroina è stata trovata in due contenitori dichiarati contenenti “pietre di talco semilavorate” atterrato dall'Afghanistan attraverso il porto iraniano di Bandar Abbas, in nome della Aashi Trading Company di Vijayawada, Andhra Pradesh.

Leggi anche |Spiegato: sequestri di eroina dal Mar Arabico mentre l'Afghanistan cadeva in mano ai talebani

La NIA ha dichiarato di aver registrato un caso in cui, oltre alle sezioni del Codice penale indiano e della legge sugli stupefacenti e sulle sostanze psicotrope (NDPS), la Sezione 17 (pena per la raccolta di fondi per atti terroristici) e la Sezione 18 (pena per cospirazione per commettere atti terroristici) della Legge sulle attività illegali (prevenzione).

La FIR della NIA ha nominato Machavaram Sudhakaran, Durga PV Govindaraju e Rajkumar P come accusati, tra gli altri.

Leggi anche | Principali accusati di eroina Mundra caso portato a 14 giorni di custodia giudiziaria

Sudhakaran e Govindaraju, una coppia con sede a Chennai, possiede la società che presumibilmente spediva il contrabbando. Rajkumar, di Coimbatore, lavorava in Iran e presumibilmente si stava “coordinando con fornitori stranieri”.

Il DRI ha arrestato finora nove persone nel caso, tra cui quattro afgani e un cittadino uzbeko, secondo un comunicato dell'Ufficio informazioni stampa. Anche l'Ufficio per il controllo dei narcotici e la Direzione dell'applicazione stanno indagando sul caso.

Il mese scorso, un tribunale speciale per l'NDPS nel Gujarat ha ordinato al DRI di indagare se il porto di Mundra Adani, la sua direzione e il suo l'autorità ha ottenuto alcun beneficio” dall'importazione della spedizione.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.