Spiegato: come gli asteroidi troiani di Giove aiuteranno la NASA a conoscere l'evoluzione del sistema solare

0
60

La navicella spaziale Lucy della NASA è stata vista presso la struttura AstroTech, mercoledì 29 settembre 2021, a Titusville, in Florida (AP Photo/John Raoux)

La NASA è pronta per il lancio ‘Lucia’ la prossima settimana, la sua prima missione per esplorare gli asteroidi troiani di Giove. Si ritiene che questi asteroidi siano i resti del primo sistema solare e studiarli aiuterà gli scienziati a comprenderne le origini, l'evoluzione e il motivo per cui si presenta così.

Si stima che la missione a energia solare avrà una durata di oltre 12 anni, nel corso dei quali la navicella visiterà otto asteroidi coprendo una distanza di circa 6,3 miliardi di km per approfondire la comprensione del “giovane sistema solare”.

La missione prende il nome da ‘Lucy’, un'antenata di 3,2 milioni di anni che apparteneva a una specie di ominidi (che includono gli umani e i loro antenati).

https://images.indianexpress. com/2020/08/1×1.png

Il primo incontro della navicella spaziale sarà con un asteroide che si trova nella fascia principale che si trova tra Marte e Giove. Questo asteroide si chiama ‘Donald Johnson’ dal paleoantropologo che scoprì i resti fossili di ‘Lucy’.

Best of Explained

Clicca qui per saperne di più

Quando ‘Lucy&#8217 ; essere lanciato?

Il veicolo spaziale verrà lanciato dalla Cape Canaveral Space Force Station, in Florida, su un razzo Atlas V 401 durante un periodo di lancio di 21 giorni che inizierà il 16 ottobre 2021. Successivamente, il veicolo spaziale volerà vicino alla Terra due volte per utilizzare il campo gravitazionale del pianeta per assisterlo nel suo viaggio verso gli asteroidi.

Qual ​​è lo scopo di questa missione?

La NASA afferma che, secondo alcuni modelli di formazione ed evoluzione dei pianeti, si ritiene che gli asteroidi troiani siano formati dallo stesso materiale che ha portato alla formazione dei pianeti quasi 4 miliardi di anni fa, quando si formò il sistema solare.

Pertanto, la missione è progettata per comprendere la composizione dei diversi asteroidi che fanno parte degli sciami di asteroidi troiani, per determinare la massa e la densità dei materiali e per cercare e studiare i satelliti e gli anelli che potrebbero orbitare attorno agli asteroidi troiani.

Anche in Explained |Come la Russia ha battuto gli Stati Uniti per la seconda volta nello spazio

Dove e cosa sono gli asteroidi troiani?

Gli asteroidi sono divisi in tre categorie.

In primo luogo, quelli trovati nella fascia principale degli asteroidi, tra Marte e Giove. Si stima che questa regione contenga da qualche parte tra 1,1-1,9 milioni di asteroidi.

Il secondo gruppo è quello dei trojan (il nome deriva dalla mitologia greca), che sono asteroidi che condividono un'orbita con un pianeta più grande. La NASA segnala la presenza di trojan Giove, Nettuno e Marte. Nel 2011, hanno segnalato anche un trojan terrestre.

Gli asteroidi di Giove possono essere trovati in quelli che vengono definiti “sciami” che guidano e seguono il pianeta Giove lungo la sua orbita intorno al Sole. ‘Lucia’ raggiungerà il primo sciame di questi asteroidi che precedono Giove entro agosto 2027.

La terza classificazione degli asteroidi è sotto Near-Earth Asteroids (NEA), che ha orbite che passano vicino alla Terra. Quelli che attraversano l'orbita terrestre sono chiamati Earth-crossers. Sono noti più di 10.000 di questi asteroidi, di cui oltre 1.400 sono classificati come asteroidi potenzialmente pericolosi (PHA).

Newsletter | Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori del giorno nella tua casella di posta

📣 The Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie spiegate, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.