L'ingresso nel backdoor nelle facoltà di medicina dovrebbe fermarsi: l'Alta Corte di Delhi

0
44

Consentire qualsiasi accesso dal retro a qualsiasi istituto di istruzione sarebbe gravemente ingiusto nei confronti di coloro a cui viene negata l'ammissione, nonostante sia più meritevole, ha affermato l'Alta Corte di Delhi. (Express Photo/Partha Paul)

Lakh di studenti nel paese lavorano duramente e fatica per garantire l'ammissione negli istituti di istruzione sulla base del merito ed è giunto il momento che le entrate clandestine lì, comprese le università di medicina, dovrebbero cessare, ha affermato l'Alta Corte di Delhi.

< p>L’osservazione dell’alta corte è arrivata respingendo un ricorso di cinque studenti a cui è stato concesso l'ammissione nel 2016 dall'ospedale e centro di ricerca del LN Medical College, Bhopal, senza che si sottoponessero alla consulenza centralizzata condotta dal Dipartimento di educazione medica (DME ).

Leggi |NEET UG 2021: verifica il processo di ammissione a livello statale e i dettagli di interruzione

Tuttavia, secondo la direzione della Corte Suprema, i ricoveri in tutte le università mediche pubbliche e private del paese devono essere effettuate attraverso il sistema di consulenza centralizzato sulla base del risultato dell'esame NEET.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Di conseguenza, il Medical Council of India (MCI) ha emesso lettere di dimissione per quanto riguarda i cinque firmatari nell'aprile 2017 e, successivamente, sono state inviate molte altre comunicazioni, ma né gli studenti né la facoltà di medicina hanno prestato loro attenzione.

Il college ha continuato a trattare i firmatari come loro studenti e ha permesso loro di frequentare il corso, presentarsi agli esami e ottenere una promozione. Alla fine, i cinque firmatari hanno presentato una petizione per l'annullamento delle comunicazioni di dimissione emesse dal MCI e per la direzione che fosse loro permesso di continuare i loro studi nella facoltà di medicina come normali studenti di medicina, che è stata respinta dal giudice unico.

Hanno presentato ricorso contro l'ordinanza del giudice unico. Tuttavia, anche un collegio dei giudici Vipin Sanghi e Jasmeet Singh ha respinto l'appello affermando che non vi è alcun merito.

“ dovrebbe smettere. Centinaia di studenti in tutto il paese lavorano duramente per assicurarsi l'ammissione agli istituti di istruzione sulla base dei loro meriti,” ha detto la panchina nella sua ordinanza il 9 settembre.

“Consentire l'accesso dal retro a qualsiasi istituto di istruzione sarebbe gravemente ingiusto nei confronti di coloro a cui viene negata l'ammissione, nonostante sia più meritevole, a causa dei posti occupati e bloccati da tali entranti backdoor”, ha affermato.

Ha inoltre aggiunto che i firmatari hanno solo se stessi da incolpare per il disordine in cui si trovano.

“Se avessero agito secondo la lettera di dimissione del 26 aprile 2017, avrebbero salvato quattro anni della loro vita. Ma non l'hanno fatto e hanno agito in modo avventato. Nonostante non avessero alcun ordine provvisorio a loro favore nella loro petizione scritta, hanno continuato a frequentare il corso, ovviamente, a loro rischio e pericolo”, ha affermato la corte.

L'avvocato T Singhdev, che rappresenta il MCI, ha affermato nonostante discarico dei ricorrenti da parte del MCI, già in data 26 aprile 2017, lo stesso non è stato seguito né dal collegio né dagli studenti e hanno continuato a ignorarlo anche dopo ripetute comunicazioni.

Leggi anche | Dalla vendita di giornali alla rinascita del lago: storia di due insegnanti indiani selezionati per il Global Teacher Prize 2021

Ha inoltre affermato che non è stato ottenuto alcun ordine provvisorio dai firmatari dalla corte e nonostante ciò hanno continuato a prendere ammissioni in successivi anni e sostenere esami al collegio che sono stati fatti a loro rischio e pericolo e non possono pretendere equità a loro favore.

Singhdev ha affermato che i ricorrenti non si sono sottoposti alla consulenza centralizzata ed erano ben consapevoli fin dal primo giorno che le loro ammissioni al college erano irregolari e illegali, essendo in contrasto con la sentenza della Corte Suprema.

Il legale poiché i firmatari sostenevano di essersi classificati più in alto nell'esame NEET rispetto anche a quelli a cui era stata concessa l'ammissione attraverso la consulenza centrale condotta dal DME in relazione a questo collegio medico e, pertanto, dovrebbero essere mostrati clementi.

La corte ha affermato che è per questo motivo che se la facoltà di medicina avesse informato in tempo la posizione vacante al DME, il DME avrebbe condotto ulteriori consulenze e inviato nomi di merito sulla base dell'esame NEET condotto nel 2016.

“È del tutto possibile che siano stati inviati i nomi di altri candidati, più meritevoli dei cinque firmatari”, ha affermato il banco.

“Poiché il convenuto, l'istituto di medicina non sembra aver informato il DME della posizione vacante e ha proceduto a concedere l'ammissione ai cinque ricorrenti molto prima della chiusura della data di ammissione il 7 ottobre 2016, l'altro gli studenti meritevoli, ovviamente, restavano ignari di poter avanzare pretese contro un seggio nella Facoltà di Medicina convenuta sulla base del loro merito. Quindi, dire che nessun altro candidato meritevole si è presentato non è né qui né là”, ha aggiunto.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'istruzione, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.