Gujarat: 3 morti, 5 dispersi a causa della pioggia batte Rajkot, Jamnagar

0
59

Le strade sono rimaste allagate a Rajkot dopo le forti piogge di lunedì. (Foto express)

Tre persone sono state uccise e cinque sono scomparse mentre la pioggia torrenziale ha sferzato i distretti di Rajkot e Jamnagar lunedì, sconvolgendo la vita normale, costringendo le autorità a evacuare migliaia di persone dalle zone pianeggianti e a mantenere scuole e college chiuso.

In due distinti incidenti a Rajkot, una donna e un uomo d'affari sono stati travolti nelle loro auto. La donna, Manju Gamara, è stata dichiarata morta mentre l'uomo d'affari Kishan Shah è disperso.

Ventiquattro persone sono state salvate dagli elicotteri dell'aeronautica indiana da Jamnagar su indicazioni del nuovo primo ministro Bhupendra Patel.

https ://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png Le migliori notizie del momento

Clicca qui per ulteriori informazioni

Nel frattempo, il Dipartimento meteorologico indiano (IMD) ha previsto piogge molto intense in Gujarat fino al 18 settembre.

L'autostrada statale n. 25, che collega Rajkot a Jamnagar, e l'autostrada nazionale 27, che collega Rajkot a Junagadh, sono state temporaneamente chiuse al traffico veicolare.

L'area più colpita a Saurashtra è stata Lodhika taluka del distretto di Rajkot, che ha registrato 23 pollici di pioggia in 34 ore fino alle 16:00 di lunedì, seguita da Kalavad taluka del distretto di Jamnagar, che ha ricevuto 22 pollici di pioggia nello stesso periodo. La città di Rajkot ha ricevuto 16 pollici di pioggia, mentre Gondal e Dhoraji talukas del distretto di Rajkot hanno registrato 12 pollici ciascuno.

Jamnagar taluka nel distretto di Jamnagar ha registrato otto pollici di pioggia durante il periodo. Lodhika ha registrato più di 17 pollici di pioggia tra le 6:00 e le 18:00 lunedì, mentre Kalavad ha ricevuto 14 pollici di pioggia durante il periodo di 12 ore e la città di Rajkot ha registrato 12 pollici di pioggia durante il giorno. Anche Visavadar taluka a Junagadh ha registrato una pioggia di 14 pollici per 12 ore.

Manju Gamara del villaggio di Kagdadi nel distretto di Rajkot è morta dopo che l'auto su cui viaggiava è stata travolta da un fiume in piena. Altre tre persone che viaggiavano con la sua auto sono state dichiarate disperse, ha detto la sala di controllo delle inondazioni del distretto di Rajkot.

L'uomo d'affari di Rajkot, Kishan Shah, e il suo autista sono stati denunciati per la scomparsa dopo che la sua auto è stata spazzata via da un ruscello allagato nel villaggio di Chhapra di Lodhika taluka. “Shah e i suoi due autisti stavano tornando a Rajkot quando l'auto è stata spazzata via mentre attraversavano una strada rialzata. Mentre uno dei conducenti è riuscito a mettersi in salvo a nuoto, Shah e l'altro conducente risultano ancora dispersi e sono in corso le operazioni di salvataggio”, ha dichiarato il sotto-ispettore della polizia di Lodhika, KK Gohil.

A Jamnagar, le autorità hanno riferito che Ramesh Aghara e sua moglie Manisha, residenti nella città di Jamjodhpur, sono morti dopo che la loro auto è stata travolta lunedì mattina in un ruscello mentre cercavano di attraversare una strada rialzata sommersa vicino a Samana a Jamjodhpur taluka.

“Secondo quanto riferito, stavano andando a Rajkot quando la loro auto è stata spazzata via da un rivolo gonfio. Un contadino ha notato la loro macchina incagliata nel ruscello e ci ha informato. Abbiamo lanciato un'operazione di salvataggio, ma la coppia è stata trovata morta nella loro auto a valle”, ha detto Dharmesh Kachhad, mamlatdar di Jamjodhpur.

Decine oltre alle autostrade, decine di strade rurali hanno anche assistito a un'interruzione del traffico a causa di allagamenti o danni causati dalle inondazioni.

Il forte acquazzone ha portato al ristagno idrico in molte parti delle città di Rajkot e Jamnagar, come così come nelle aree rurali dei distretti gemelli, costringendo le autorità a ordinare la chiusura di scuole e college durante il giorno.

Bhupendra Patel, che ha assunto la carica di primo ministro del Gujarat lunedì, ha discusso della situazione con l'esattore del distretto di Janmagar e ha incaricato di persone del trasporto aereo bloccate nelle acque alluvionali con l'aiuto dell'Indian Air Force (IAF).

Circa 1.300 persone sono state trasferite in luoghi più sicuri dalle aree basse di Jungleshwar, Ramnathpara, Popatpara e Laludi Vokali nella città di Rajkot entro le 18:00, ha affermato il commissario municipale di Rajkot, Amit Arora. Circa 1.150 persone sono state evacuate dalle aree vulnerabili di Gondal, Lodhika, Rajkot rurale e Upleta talukas del distretto di Rajkot, ha detto il collezionista del distretto di Rajkot Arun Mahesh Babu.

Babu ha detto che l'aiuto dell'IAF è stato cercato per il trasporto aereo di persone circondate dalle acque alluvionali nei villaggi di Kolithad e Vejalpur di Gondal taluka. “In vista delle forti piogge previste fino al 18 settembre, abbiamo incaricato i mamlatdar del distretto di spostare le persone che vivono in aree pianeggianti in luoghi più sicuri”, ha affermato.

Arora ha affermato che l'ente civico ha intensificato l'evacuazione operazione, anticipando un ulteriore innalzamento del livello dell'acqua nel fiume Aji. “Il livello dell'acqua nella diga di Aji è di circa 27,5 piedi e c'è un afflusso nel serbatoio.

Prevediamo che la diga traboccherà entro poche ore e che le sue inondazioni colpiranno probabilmente 16 località lungo la sponda del tratto fluviale della città. Pertanto, stiamo evacuando più persone”, ha affermato.

Nel distretto di Jamnagar, sono state evacuate un totale di 4.200 persone, di cui circa 1.500 dalla città di Jamnagar, poiché i fiumi e i torrenti si sono gonfiati a causa delle piogge torrenziali, ha riferito il collettore distrettuale. disse Sourabh Pardhi.

“Abbiamo cercato l'aiuto dell'IAF per salvare circa 100 persone intrappolate nelle aree rurali. L'IAF ha schierato quattro elicotteri per salvare le persone con l'aiuto delle squadre NDRF. La situazione delle inondazioni è grave nei villaggi rurali di Banga, Dhudesia, Kunad, Khandhera, Alia, Modu e Shekhpat di Kalavad e Jamnagar”, ha affermato Pardhi.

“Sono stati schierati in totale due elicotteri V5 e 4 chetak. Totale 24 soccorsi fino a sera, tutti da V5. In alcuni punti, si sono rifiutati di salire a bordo. Il tempo è brutto. Gli sforzi continueranno anche domani”, ha detto una fonte della Difesa in merito all'evacuazione aerea a Jamnagar e Rajkot.

Il collezionista di Jamnagar ha affermato che 17 su 18 dighe nel distretto stavano traboccando. A Rajkot, Aji-II, Aji-III e Bhadar-II erano tra le principali dighe da cui l'acqua veniva scaricata in grandi volumi.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© The Indian Express (P ) Ltd