Come eseguire il debug delle API con Postman

0
21

Postman è un programma e un toolkit che rende il lavoro, lo sviluppo e il debug servizi API remoti più facili. Fornisce una piattaforma per creare, gestire e lavorare con richieste GET e POST.

Cos'è Postman?

Postman si descrive come “Piattaforma per lo sviluppo di API.” Al suo livello più elementare, fornisce una semplice interfaccia GUI per l'interazione con le API remote. È essenzialmente un client REST all'avanguardia, progettato per lavorare con API complesse.

Oltre ad essere un ottimo client REST, offre anche strumenti per la gestione di raccolte di richieste. Utilizzando queste raccolte e la conoscenza dello schema API, può eseguire test API completamente automatizzati, che possono essere integrati nelle pipeline CI/CD per garantire che eventuali modifiche al codice non interrompano l'API in produzione.

Uso di postino

Per iniziare, testeremo una richiesta di base. Puoi salvare più richieste in Raccolte, che possono essere riutilizzate e condivise.

In Postman, ogni richiesta ha una propria scheda nell'area di lavoro. Troverai i controlli per le impostazioni della richiesta e l'output dal server. Se lo stai utilizzando a schermo intero, puoi cambiarlo in modalità colonne affiancate con il pulsante in basso a destra.

Pubblicità

Puoi modificare il tipo di richiesta dal menu a discesa nella barra degli URL. I metodi più comuni sono GET e POST, ma tutti i verbi HTTP sono pienamente supportati.

< /p>

In “Autenticazione” tab, dovrai impostare le chiavi di autenticazione per l'API che stai utilizzando, a meno che non sia pubblica. Postman supporta OAuth 1 e 2, così come la maggior parte degli altri tipi di token insieme all'autenticazione di base.

Sotto “Intestazioni,” puoi impostare le intestazioni del messaggio, come Content-Type. Molti di questi verranno impostati automaticamente, che puoi visualizzare nella finestra “Nascosto” pulsante.

Per il corpo della richiesta, puoi specificare i dati del modulo utilizzando coppie chiave-valore, inviare un pacchetto binario, una richiesta GraphQL o semplicemente inviare dati JSON o di testo non elaborati. L'editor include un editor e validatore JSON integrato.

Una delle cose più interessanti che puoi fare con Postman è impostare i test API—questi sono codificati in JavaScript ed eseguiti dopo aver ricevuto il risultato. Puoi leggere di più su come configurarli dalla guida di Postman per usarli

Una volta che hai preparato la tua richiesta, puoi testarla con “Invia” pulsante. Dovresti ricevere una risposta dal server remoto, che puoi visualizzare in Pretty-print, anteprima HTML o solo output non elaborato. Puoi vedere varie statistiche, come il codice di risposta HTML, la dimensione del payload e il ping, nella barra di stato sopra

Pubblicità

Puoi anche modificare il menu a discesa da “Body” a “Intestazione” per visualizzare le intestazioni restituite dall'API.

Utilizzando i tester JavaScript, puoi anche creare semplici visualizzazioni di dati, come grafici a torta e a barre, che possono essere utili per dare un senso a molti dati.< /p>

Se vuoi tornarci o salva il test, puoi salvarlo in una “Raccolta.” Puoi quindi utilizzare Collection Runner dalla barra dei menu in alto per eseguire tutte le richieste e i test nella raccolta, che possono essere utilizzati per testare tutti gli endpoint API.