L'India riceverà la terza serie di coordinate bancarie svizzere questo mese; informazioni sui beni immobiliari inclusi per la prima volta

0
55

Una bandiera svizzera è raffigurata davanti alla Banca nazionale svizzera (BNS) a Berna, in Svizzera. (Reuters)

L'India riceverà questo mese la terza serie di dettagli sui conti bancari svizzeri dei suoi cittadini nell'ambito di un patto di scambio automatico di informazioni con la Svizzera e questo includerà per la prima volta i dati sulle proprietà immobiliari di proprietà degli indiani lì, hanno detto i funzionari domenica.

Segnando una pietra miliare nella lotta del governo indiano contro il denaro nero presumibilmente nascosto all'estero, l'India riceverà questo mese le informazioni complete su appartamenti, appartamenti e condomini di proprietà di indiani in Svizzera, nonché sui guadagni realizzati da tali proprietà per aiutarla esaminare le passività fiscali associate a tali attività.

La mossa assume un significato da parte della Svizzera e la nazione alpina europea sta cercando di riposizionarsi come un centro finanziario globale chiave, scongiurando il lungo persistente percezione che il sistema bancario svizzero sia un presunto rifugio sicuro per denaro nero.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Mentre sarebbe la terza volta che l'India otterrà dettagli sui conti bancari e altre attività finanziarie detenute dagli indiani in Svizzera, sarà la prima volta che le informazioni condivise con l'India includeranno informazioni sui beni immobiliari.

Sebbene il governo svizzero abbia accettato di condividere i dettagli del patrimonio immobiliare, le informazioni sui contributi alle organizzazioni senza scopo di lucro e ad altre fondazioni simili, nonché i dettagli sugli investimenti in valute digitali rimangono ancora fuori dai limiti dello scambio automatico di quadro informativo, hanno detto i funzionari.

Gli esperti e coloro che sono impegnati nell'attività di attrarre investimenti in Svizzera hanno affermato che la mossa aiuterebbe a chiarire le idee sbagliate sul fatto che tutti gli afflussi di fondi in attività svizzere siano illeciti e farebbe molto per stabilire la Svizzera come destinazione di investimento preferita, anche per le proprietà immobiliari.< /p>

Himanshu, fondatore e CEO di Switzerland For You SA, la società madre di IDDI Investments, impegnata nell'attività di attrarre investimenti dall'India e da altri paesi in Svizzera, anche in startup e immobili, ha affermato che la trasparenza ha le sue virtù e la proposta del governo svizzero di condividere informazioni sulla proprietà di clienti stranieri con altri paesi, inclusa l'India, è il benvenuto.

“Non troviamo alcun motivo valido per le autorità svizzere per nascondere tali informazioni. Dopotutto, la proprietà della proprietà non è qualcosa che può essere tenuta nascosta,” ha detto l'imprenditore di origine indiana che si chiama solo per nome e si stabilisce a Ginevra da molti anni.

“La condivisione di tali informazioni con altri paesi nell'ambito dell'AEOI porterà maggiore trasparenza e fungerà da deterrente per coloro che intendono acquistare proprietà svizzere da ricchezze illecite. La mossa farà molto per rendere la Svizzera una destinazione attraente per gli investimenti,” Ha aggiunto.

L'India aveva ricevuto la prima serie di dettagli dalla Svizzera nell'ambito dell'AEOI (Scambio automatico di informazioni) nel settembre 2019. È stato uno dei 75 paesi a ricevere tali informazioni quell'anno.

Nel settembre 2020, l'India ha ricevuto la seconda serie di dettagli sui conti bancari svizzeri dei suoi cittadini ed entità, insieme ad altri 85 paesi destinatari con i quali l'Amministrazione federale delle contribuzioni (ALS) svizzera ha scambiato informazioni sui conti finanziari nel quadro degli standard globali su AEOI l'anno scorso.

Da quest'anno, il Consiglio federale della Svizzera, il principale organo di governo del paese, ha deciso di attuare una raccomandazione chiave del Forum globale sulla trasparenza e lo scambio di informazioni a fini fiscali, in base al quale anche le autorità svizzere condivideranno dettagli sugli investimenti effettuati da stranieri nel settore immobiliare svizzero.

Tuttavia, alcune altre raccomandazioni del Global Forum, tra cui la condivisione di informazioni sui conti in valuta digitale e i contributi fatti a fondazioni e organizzazioni senza scopo di lucro sono ancora da accettare e quindi quei dettagli non sarebbero stati condivisi dalla Svizzera con l'India o altri paesi per ora.

È in corso una frenetica attività di lobby a livello globale per convincere la Svizzera a iniziare a condividere informazioni sui conti in valuta digitale e sui contributi versati anche a entità senza scopo di lucro.

Notizie principali in questo momento

Clicca qui per ulteriori informazioni

In ciascuno degli ultimi due anni, la Svizzera ha condiviso i dettagli circa tre milioni di conti finanziari con varie giurisdizioni, mentre il conteggio dovrebbe essere più alto quest'anno.

Negli ultimi due anni, l'India è stata tra i paesi di spicco con cui la Svizzera ha condiviso i dettagli sui conti finanziari dei clienti delle banche svizzere e di vari altri istituti finanziari, mentre quest'anno dovrebbe figurare in alto anche per quanto riguarda i dettagli sulle proprietà immobiliari .

Gli indiani residenti e non residenti, così come le società indiane, rappresenterebbero un numero considerevole nell'elenco complessivo di coloro che partecipano allo scambio di informazioni di quest'anno da parte della Svizzera, funzionari a conoscenza di lo sviluppo ha detto.

Inoltre, le autorità svizzere hanno già condiviso informazioni su più di 100 cittadini ed entità indiane finora quest'anno al ricevimento di richieste di assistenza amministrativa in casi riguardanti indagini su illeciti finanziari, inclusa l'evasione fiscale, hanno aggiunto i funzionari. Questo conteggio è stato simile negli ultimi anni.

Questi casi riguardano principalmente conti più vecchi che potrebbero essere stati chiusi prima del 2018, per i quali la Svizzera ha condiviso i dettagli con l'India nell'ambito di un precedente quadro di assistenza amministrativa reciproca, poiché le autorità indiane avevano fornito prove prima facie di illeciti fiscali da parte di tali titolari di conti. L'AEOI è applicabile solo agli account attivi o chiusi durante il 2018.

Alcuni di questi casi riguardano entità costituite da indiani in varie giurisdizioni estere come Panama, le Isole Vergini britanniche e le Isole Cayman, mentre gli individui includono per lo più uomini d'affari e alcuni politici e ex reali così come i loro familiari.

I funzionari, tuttavia, si sono rifiutati di condividere dettagli sul numero esatto di conti o sull'ammontare dei beni detenuti nei conti detenuti dagli indiani, per i quali le informazioni sono state condivise con l'India, citando rigorose clausole di riservatezza che disciplinano il quadro di scambio.

Le informazioni condivise dalle autorità svizzere includono identificazione, conto e informazioni finanziarie, come nome, indirizzo, paese di residenza e codice fiscale, nonché informazioni relative all'istituto finanziario segnalante, saldo del conto e reddito da capitale.

Le informazioni scambiate consentono alle autorità fiscali di verificare se i contribuenti hanno dichiarato correttamente i propri conti finanziari nelle dichiarazioni dei redditi.

Gli 86 paesi coperti dall'AEOI nel 2020 includevano 11 nuove giurisdizioni — Anguilla, Aruba, Bahamas, Bahrain, Grenada, Israele, Kuwait, Isole Marshall, Nauru, Panama ed Emirati Arabi Uniti — oltre a un elenco di 75 paesi, con i quali le informazioni sono state condivise nel 2019.

Il primo scambio di questo tipo in Svizzera si è svolto alla fine di settembre 2018 e ha coinvolto 36 paesi, ma l'India non è stata inclusa nell'elenco in quel momento.

Quasi 10.000 entità, comprese istituzioni finanziarie come banche, trust e assicurazioni, nonché proprietari di condomini e appartamenti’ ci si aspetta che le associazioni condividano i dettagli sui loro clienti esteri con l'autorità fiscale federale della Svizzera per un'ulteriore condivisione con le giurisdizioni estere.

La Svizzera si è impegnata ad adottare lo standard globale per lo scambio automatico internazionale di informazioni in materia fiscale. La base legale per l'implementazione dell'AEOI in Svizzera è entrata in vigore il 1° gennaio 2017.

Tuttavia, l'AEOI si applica solo ai conti ufficialmente intestati a indiani e potrebbero includere quelli utilizzati per affari e altri scopi reali.

Il Forum globale dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) esamina l'attuazione dell'AEOI.

Secondo gli esperti, i dati AEOI ricevuti dall'India sono stati molto utili per stabilire un solido procedimento penale contro coloro che hanno ricchezze non contabilizzate, in quanto forniscono dettagli completi di depositi e trasferimenti, nonché di tutti i guadagni, anche attraverso investimenti in titoli e altre risorse.

In condizione di anonimato, diversi funzionari hanno affermato che i dettagli riguardano principalmente uomini d'affari, inclusi indiani non residenti ora stabiliti in diversi paesi del sud-est asiatico, nonché negli Stati Uniti, nel Regno Unito e persino in alcuni paesi africani e sudamericani.

Una delegazione svizzera si trovava in India nell'agosto 2019 prima che la prima serie di dettagli potesse essere condivisa e le due parti hanno anche discusso dei possibili passi per accelerare l'esecuzione delle richieste di condivisione delle informazioni fiscali presentate dall'India in casi specifici.

Si teme che molti indiani possano aver chiuso i propri conti dopo che un giro di vite globale sul denaro nero ha portato la Svizzera a piegarsi sotto la pressione internazionale per aprire il proprio settore bancario a un controllo per cancellare la percezione di lunga data delle banche svizzere come rifugio sicuro per fondi non divulgati.

La Svizzera ha accettato l'AEOI con l'India dopo un lungo processo, compresa una revisione del quadro giuridico necessario in India sulla protezione e la riservatezza dei dati.

📣 Il Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.