Il capo di Al-Qaeda appare nel video dell'11 settembre tra le voci che è morto

0
52

Screenrab da un video che mostra il leader di al-Qaida Ayman al-Al-Zape. Il leader di Qaida Ayman al-Zawahri è apparso in un nuovo video in occasione del 20° anniversario degli attacchi dell'11 settembre, mesi dopo che si era diffusa la voce che era morto.

Il gruppo di intelligence SITE che monitora i siti web jihadisti ha affermato che il video era rilasciato sabato. In esso, al-Zawahri ha affermato che “Gerusalemme non sarà mai giudaizzata” e ha elogiato gli attacchi di al-Qaeda, incluso quello che ha preso di mira le truppe russe in Siria a gennaio.

SITE ha affermato che al-Zawahri ha anche notato il ritiro dell'esercito americano dall'Afghanistan dopo 20 anni di guerra. Ha aggiunto che i suoi commenti non indicano necessariamente una registrazione recente, poiché l'accordo di ritiro con i talebani è stato firmato nel febbraio 2020.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png Leggi anche | Come sono cambiati il ​​mondo e l'India nei 20 anni successivi all'11 settembre

Al-Zawahri non ha fatto menzione della conquista dell'Afghanistan e della capitale Kabul da parte dei talebani il mese scorso, ha aggiunto SITE. Ma ha menzionato un attacco del 1 gennaio che ha preso di mira le truppe russe ai margini della città siriana settentrionale di Raqqa.
Dalla fine del 2020 si sono diffuse voci secondo cui al-Zawahri era morto per malattia. Da allora, nessun video o prova di vita è emerso, fino a sabato.

“Potrebbe essere ancora morto, anche se in tal caso, lo sarebbe stato ad un certo punto nel gennaio 2021 o dopo,“ 8221; ha twittato Rita Katz, direttrice di SITE.

Il discorso di Al-Zawahri è stato registrato in un video di 61 minuti e 37 secondi prodotto dalla as-Sahab Media Foundation del gruppo.

Foto |21 foto che ritraggono l'orrore dell'11 settembre attacchi

Negli ultimi anni, al-Qaeda ha dovuto affrontare la concorrenza negli ambienti jihadisti del suo rivale, il gruppo dello Stato Islamico. L'IS è salito alla ribalta sequestrando vaste aree dell'Iraq e della Siria nel 2014, dichiarando un ‘califfato’ ed estendendo gli affiliati a più paesi in tutta la regione.

È il ‘califfato’ fisico è stato schiacciato in Iraq e in Siria, anche se i suoi militanti sono ancora attivi e stanno effettuando attacchi. Abu Bakr al-Baghdadi, l'oscuro leader dell'IS, è stato ucciso dalle forze speciali statunitensi in un raid nel nord-ovest della Siria nell'ottobre 2019.

Al-Zawahri, egiziano, è diventato leader di al-Qaeda dopo il 2011 uccisione di Osama bin Laden ad Abbottabad, in Pakistan, da parte di US Navy SEALs.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie dal mondo, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.