Rivendicato, dice il giornalista trattenuto per sedizione dopo aver scritto che CM Vijay Rupani se ne andrà

0
49

Vijay Rupani (foto d'archivio)

Nel maggio 2020, durante la prima ondata di Covid-19, Dhaval Patel, editore del portale web di notizie Gujarati Face of Nation, ha scritto un articolo che parla di un possibile cambio di leadership in Gujarat. Patel è stato accusato di sedizione e ha trascorso 14 giorni in custodia giudiziaria prima di ottenere la cauzione. Sabato, Patel, che si è trasferito dall'India dopo l'annullamento della FIR, ha definito le dimissioni di Rupani una “rivendicazione” di quanto aveva riferito.

Mentre l'articolo è stato rimosso subito dopo la sua pubblicazione, la FIR è stata annullata nel novembre dello scorso anno, solo dopo che Patel ha presentato “scuse incondizionate” davanti all'Alta Corte del Gujarat. Pur annullando la FIR, depositata da un sub-ispettore di polizia, la corte ha ammonito Patel che “come e quando potrà pubblicare qualsiasi articolo in futuro, nessun commento di questo tipo potrà essere utilizzato contro alcun funzionario costituzionale senza verifica e dovrà stare attento a non ripetere il stesso”.

Patel ha dichiarato sabato a The Sunday Express di essersi trasferito all'estero nel dicembre 2020. Riguardo alle sue scuse incondizionate, ha detto: “Era evidente che lo stato voleva trascinare il caso e io non volevo lo stesso in quanto era destinato a influenzare la mia carriera. Quindi il consiglio del governo mi ha proposto di scusarmi e ho lasciato il paese.”

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png Leggi anche |Il parallelo di Anandiben: questa volta come le carte in tavola si sono ribaltate su Rupani Rupani ha presentato le sue dimissioni al governatore Acharya Devvrat. (Foto: CMO)

Sulla sua storia, Patel ha detto, “Ho riferito sulla base della conferma da fonti attendibili e della verifica incrociata delle stesse. Il caso della sedizione è stato anche un modo per fare pressione sui giornalisti, dato il contesto di Covid-19 in quel momento.” Patel continua a scrivere per Face of Nation e il suo ultimo articolo è datato 4 settembre.

L'articolo sulla sostituzione di Rupani è stato scritto da lui il 7 maggio 2020 ed era intitolato ‘Mansukh Mandaviya chiamato dall'alto comando, possibilità di cambio di leadership in Gujarat’. Mandaviya, un deputato di Rajya Sabha del Gujarat, era all'epoca Ministro di Stato dell'Unione per la navigazione (carica indipendente) e per i prodotti chimici e fertilizzanti. (Nel recente rimpasto, è stato promosso a ministro della sanità dell'Unione).

Il denunciante era il sottoispettore S J Desai, distaccato presso l'Ahmedabad Detection of Crime Branch (DCB). Patel è stato ammonito dal DCB ai sensi della Sezione 124 A (sedizione) dell'IPC e della Sezione 54 del Disaster Management Act (per falso avviso) l'11 maggio 2020 e accusato di “cercare di creare disordini nella società”. È stato arrestato il 14 maggio e il 27 maggio il tribunale gli ha concesso la libertà su cauzione.

Notizie principali in questo momento

Clicca qui per ulteriori informazioni

Secondo il rapporto di Patel, il BJP stava considerando un cambio della guardia a causa delle critiche affrontate dal governo Rupani sull'aumento dei casi di Covid-19, che è stato visto dall'alto comando come “cattiva gestione degli affari da parte della macchina statale” . Ha detto che Mandaviya, chiamato dall'alto comando a Delhi, ha segnalato che potrebbe essere il sostituto di Rupani, e ha aggiunto che ci sono stati diversi esempi di BJP che hanno cambiato bruscamente CM senza che nessuno lo sapesse.

Il l'articolo è stato rimosso dopo che Mandaviya ha negato questo e ha elogiato Rupani per aver condotto una lotta “di successo” contro Covid-19. Il portale di notizie ha riportato la smentita di Mandaviya.

Concedendo la libertà su cauzione a Patel il 27 maggio, la Corte di sessione di Ahmedabad ha osservato che il caso dell'accusa prima facie non indicava un reato grave come era stato affermato dallo stato.

Un alto funzionario di polizia ha detto al Sunday Express Saturday che Patel& #8217;l'arresto è avvenuto sulla base di una denuncia presentata dalla stessa polizia dopo un'indagine. “Nessuna denuncia è stata presentata da alcun politico.”

Nella sua denuncia, S-I Desai aveva citato l'articolo, dicendo che era circolato su varie piattaforme di social media e che le “voci… (hanno) causato un'atmosfera di paura e instabilità tra la gente”.

“Il breve contenuto dell'articolo è che i casi di Corona sono in aumento in Gujarat. Il primo ministro non è riuscito a gestire la pandemia e la sua conoscenza è stata presa da New Delhi. A questo proposito, Mansukh Mandaviya è stato chiamato a Delhi dall'alto comando poiché gode dell'immagine di un fidato luogotenente del Primo Ministro. A causa di ciò, le speculazioni su un power shuffle sono in aumento. Il PM e l'alto comando non sono soddisfatti del lavoro di Rupani, a causa del quale in tali luoghi in cui stanno aumentando i casi di Covid, l'alto comando ha introdotto un esercito di ufficiali IAS… Agli ufficiali della IAS è stata data ogni sorta di libertà… informato le fonti. Di solito in questi casi, l'alto comando del BJP non emette un soffio e la decisione finale è per lo più scioccante. Anche ai tempi di Anandiben, nessuno aveva alcuna informazione sul fatto che Ben se ne sarebbe andato e all'improvviso, ha pubblicato le sue dimissioni su Facebook,” diceva la denuncia, citando l'articolo.

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.

© The Indian Express (P ) Ltd