Africa: Riduzione Del Debito? No, grazie

0
64

Per aiutare i paesi indebitati nella lotta contro COVID-19, ha voluto esporre il G20 di pagamenti di interessi in miliardi. Tuttavia, nonostante la minaccia di fallimento, molti paesi non hanno accettato in Africa, l’offerta a tutti – perché?

Angola, qui è il distretto finanziario della capitale, Luanda, per il beneficio di sollievo

I Ministri delle Finanze dei paesi come la Germania o gli Stati Uniti, la gigantesca Corona sono tenuti a montagne di debiti, preparazione per il Momento, poco notti insonni: investitori e agenzie di rating del credito si impegnano a pagare il debito facilmente. Pertanto, è possibile per voi per trovare titoli di stato, in parte, a un livello storicamente basso dei tassi di interesse e dei mercati finanziari, anche acquirente per.

Diversa è la situazione per molti paesi Africani è La pandemia con la loro economica fratture e ad alto costo dell’assistenza sanitaria, si muove un passo in più verso il collasso finanziario. E di condizioni di credito, come la Germania e gli Stati Uniti, si possono solo sognare.

“La Situazione è che molti paesi hanno sempre più difficoltà, per effettuare pagamenti per interessi e capitale già esistente debiti, e, allo stesso tempo, i costi per nuovi prestiti normale,” dice Iolanda Fresnillo dalla rete Europea per il debito pubblico e lo sviluppo (eurodad), una coalizione di diverse Ong di cooperazione allo sviluppo. Di conseguenza, molti paesi sono minacciati ora dall’incapacità di pagare.

Aiuto rapido, mal realizzati?

Torna nel mese di aprile, hanno dato, pertanto, i Ministri delle Finanze dei 20 maggiori paesi industriali (g-20) 68 paesi, la possibilità di spostare i nell’anno 2020, prestiti bilaterali, i pagamenti di interessi negli anni 2022 al 2024. Un totale di oltre 17 miliardi di euro, deve essere effettuato tramite il cosiddetto Servizio del Debito Sospensione Iniziativa (REVOCA) per la lotta contro COVID-19 e per il breve termine, l’aiuto economico disponibile.

Molti Stati hanno bisogno di sostegno durante il Corona-crisi – ecco una consegna di aiuti da parte dell’UE per la Guinea-Bissau

L’Iniziativa ha inizialmente accolto con benevolenza, ma nel frattempo, la mostra dati ufficiali della Banca mondiale: In Africa, molti paesi hanno guadagnato attraverso DSSI solo un po ‘ più di margine di manovra finanziario – e in alcuni paesi, tra cui la Nigeria, Kenya, Ghana e il Ruanda, non hanno preso in offerta, nonostante le difficoltà finanziarie nel primo reclamo. Perché?

28 paesi Africani hanno aderito all’inizio di agosto, l’Iniziativa fino alla fine dell’anno, questi paesi hanno rinviato il previsto pagamenti di interessi per un ammontare di circa cinque miliardi di euro. Non una piccola quantità, ma la somma del totale dei pagamenti per questi paesi nello stesso periodo, è di gran lunga superiore, a circa 15 miliardi di euro. La ragione di questo è che La REVOCA copre solo il debito bilaterale – cioè prestiti che ha un stato da parte di un altro stato partecipante all’Iniziativa. Debito, che sono state registrate sui titoli di stato sui mercati finanziari, o di prestiti multilaterali come la Banca mondiale non sono inclusi.

I benefici sono distribuiti in modo diseguale

Quanto paesi di REVOCA può beneficiare, dipende da quanto è grande la quota di debiti bilaterali del totale del loro debito. L’Angola si preoccupa di salvare la REVOCA di quest’anno, il 57 per cento di tutti i pagamenti di interessi, di circa 2,2 miliardi di euro. La Repubblica democratica del Congo, invece, si salva solo il 10 per cento circa del suo intero onere degli interessi per il 2020, circa 88 milioni di euro. “Dobbiamo riconoscere che l’Iniziativa ha dato alcuni paesi un po ‘di margine di manovra”, dice Iolanda Fresnillo nel DW-Intervista. “Ma ora, è evidente che, a quanto pare, alcuni Dettagli non sono stati discussi.”

In Nigeria, uno è senza DSSI-per rendere più facile affrontare la crisi

Per alcuni paesi, tra cui la Nigeria, Benin e Guinea-Bissau, il potenziale di risparmio è anche così basso che rifiutano la partecipazione alla REVOCA abbastanza. Per gestibili, benefici a breve termine sono per giustificare gli elevati costi amministrativi e di fornire le condizioni di REVOCA risultato.

Preoccupazione per le conseguenze a lungo termine

E c’è un altro Problema, come l’esempio del Kenya mostra: Perché il 33% del debito di questo paese deriva da creditori bilaterali, sarebbe Kenya di un differimento di quest’anno, a causa di interesse pagamento delle prestazioni effettivamente forte. Tuttavia, poiché le agenzie di rating minacciano di declassare il rating del credito in caso di partecipazione alla REVOCA, il paese preferiscono il sollievo a breve termine. Troppo grande era il pericolo, devono, a causa di una scarsa valutazione, in futuro, anche più alti tassi di interesse di finanziatori privati a pagare, in Kenya, nei prossimi anni, e dovrà essere.

Moody’s ritiene che il Senegalese economia – ecco un’immagine di archivio da prima Corona – di meno

Cosa paure Kenya, sembra essere per il Camerun, Etiopia, Senegal e costa d’avorio sono già che scorre. Poco dopo i paesi hanno presentato i loro rispettivi DSSI-richieste avviata dall’Agenzia di rating Moody’s per tutti e quattro i paesi, un metodo di prova per il declassamento del rating del credito . Il motivo: aumenta Perché il G20 anche appello a finanziatori privati, per fornire la riduzione del Debito, con una partecipazione al DSSI il rischio di credit default per gli investitori privati.

Le agenzie di Rating focus su

Come nelle precedenti crisi finanziarie, le agenzie di rating sono sempre più nel mirino della critica. Perché finanziatori multilaterali come la Banca mondiale per giustificare la loro non partecipazione alla REVOCA, con riferimento al proprio rating di credito. La Banca mondiale è consentito il debitore, i pagamenti di interessi per ore, si dovrebbe essere punito per questo le agenzie di rating, la paura della Banca mondiale, il Presidente David Malpass e questa apparecchiatura nel finanziamento di futuri prestiti a paesi in via di sviluppo in pericolo.

Edwin Ikhuoria, Direttore Esecutivo per l’Africa, per l’organizzazione per lo sviluppo di UNO, vuole lasciare, tuttavia, non si applica. “Ci sono mille motivi per non concedere la riduzione del Debito, se si guardano i Numeri puri. Ma noi diciamo: Questa non è una Situazione normale, quindi non siamo in grado di lavorare secondo la normale procedura. Abbiamo bisogno di aiutare i paesi poveri a uscire da questa Situazione.”

eurodad chiamate per soluzioni a lungo termine per i paesi poveri

La riforma del sistema finanziario

Nel breve termine, Ikhuoria, oltre a richiede pertanto il coinvolgimento di privati e finanziatori multilaterali in DSSI e un’estensione dell’Iniziativa, al di là del 2020. Nel lungo termine, dice in un DW Intervista, dovrebbe essere il ruolo delle agenzie di rating riconsiderato. Non potrebbe essere che una manciata di aziende con i loro metodi di valutazione per decidere i tassi di interesse sulle obbligazioni di Stati sovrani. “C’è un detto in Nigeria: non Si possono tagliare i miei capelli, se io non ci sono”, dice Ikhuoria. Africani dei paesi con portate a tavola, e i metodi di valutazione sarà integrata.

Iolanda Fresnillo da eurodad va un ulteriore passo in avanti: si chiede una Riforma dell’intero sistema finanziario internazionale. “Abbiamo bisogno di un meccanismo per tutti i creditori è obbligatorio, distribuisce l’onere finanziario abbastanza, e anche i diritti umani comporta”, ha detto Fresnillo. La Situazione attuale mostra l’urgenza di una Riforma del genere, dato il caso, anziché a breve termine misure di emergenza per soluzioni a lungo termine per i paesi altamente indebitati.