Le esportazioni tedesche aumento dal 1990, non di più

0
54

Le esportazioni tedesche sono aumentate ulteriormente in giugno ha dichiarato. L’aumento è stato il più grande dal mese di agosto del 1990. Tuttavia, il livello è quasi il dieci per cento in meno rispetto all’anno precedente.

Dopo la prima Corona-la scossa delle esportazioni tedesche, pick up ora da circa 30 anni. Sono salito in giugno a 14,9 per cento mese su mese, mentre l’ufficio Federale di Statistica ha annunciato venerdì. Gli economisti avevano previsto solo con un Plus del 13 per cento.

A causa della pandemia relative recessione in molti dei suoi principali partner commerciali, le esportazioni sono rimasti notevolmente al di sotto del livello dell’anno precedente. L’azienda ha fornito i Beni per il valore del 96,1 miliardi di euro all’estero e, quindi, il 9,4% in meno rispetto a giugno 2019. Anche la produzione del settore sono cresciute notevolmente. “Il bicchiere è sicuramente più di mezzo pieno”, ha detto LBBW Economista di Jens-Oliver Niklasch.

Segnali positivi dall’industria

Le importazioni sono aumentati mese su mese a 7,0 per cento, ma è rimasto con 80.0 miliardi di Euro al dieci per cento, inoltre, fortemente dietro di anno-su-anno. L’intera economia è nel 2020, a fronte di una profonda recessione. La Commissione europea prevede per la Germania un calo del prodotto interno lordo del 6,3%, il peggior calo nel dopoguerra. Le esportazioni sono in calo, secondo il tedesco della camera di Commercio e industria di tag a causa del Virus pandemico 2020, il 15 per cento.

Mentre le esportazioni verso la Cina è aumentato a giugno anno su anno del 15,4 per cento, il calo delle esportazioni, la Corona-pandemia particolarmente colpiti Stati Uniti di quasi il 21 per cento. Il regno UNITO, le esportazioni sono diminuite di quasi il 16 per cento.

Nel settore, tuttavia, non vi sono ancora segnali positivi. La società con sede nel mese di giugno, secondo le statistiche, 11.1 per cento in più rispetto al mese precedente. Tutta la produzione, così l’industria, l’edilizia e l’energia utilities insieme salito dell ‘8,9 per cento, o poco più esperti, con l’ 8,1% previsto.

“Siamo ormai nel settore Manifatturiero è ancora di circa il 12 per cento al di sotto del livello pre-crisi”, – ha detto LBBW professionale Niklasch. “Dovrebbe avere catturato l’industria in soli due mesi l’intera Corona di break-up? Credere che, dato lo stato d’animo non è facile.”

hb/bea (rtr,afp)