La mia Europa: l’Olocausto dei Rom e Sinti commemorazione e ricordo

0
33

Domenica Europeo del memoriale dell’Olocausto per i Sinti e i Rom. Ma per ricordare da sola non è sufficiente, dice Romani, Rose dal Consiglio Centrale dei Sinti e dei Rom. Il razzismo e il nazionalismo deve essere combattuto con decisione.

2. Agosto 1944 furono uccisi, l’ultimo il cosiddetto “campo nomadi” vivere 4300 Sinti e Rom nelle camere a gas di concentramento e di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Questo giorno è un Simbolo per l’Olocausto dai Nazisti di oltre 500.000 Rom e Sinti nell’Europa occupata.

Facciamo memoria di queste vittime. Ricordiamo tutte le vittime del genocidio di Rom e Sinti, e ricordiamo tutte le vittime del nazionalsocialismo. Questo giorno è per i Sinti e i Rom in Europa è di grande importanza. La memoria delle vittime del genocidio Nazista è diventato parte integrante della nostra identità.

Il Parlamento Europeo ha 2. Agosto di cinque anni fa, la giornata Europea del ricordo dichiarato e gli Stati membri dell’UE sono ancora richiesto per il 2. Per spiegare agosto nei loro paesi per il giorno del ricordo dell’Olocausto di Rom e Sinti. La Repubblica di Polonia, il primo paese in Europa 2. Agosto come giorno del ricordo riconosciuto.

L’antiziganismo, l’Antisemitismo e il razzismo sono violenti

Europa in molti paesi, ben razzista nazionalismo trova ad affrontare grandi sfide. La consapevolezza per la nostra democrazia, per lo stato di diritto e per i nostri valori Europei non è più una garanzia per l’esistenza stessa della nostra democrazia, se i partiti nazionalisti e i governi a essere confermato in molti paesi Europei in questo razzista forma di nazionalismo.

Monumento per l’uccisi i Sinti e i Rom d’Europa, vicino al Reichstag a Berlino

Abbiamo vissuto per un lungo periodo di tempo, come l’odio contro i Sinti e i Rom, ampiamente utilizzato nei confronti di Ebrei e di altre minoranze, sempre di più. Gli attacchi di Halle, nel mese di ottobre dello scorso anno, o in Hanau, in Germania, nel febbraio 2020 sono solo gli esempi più recenti in Germania, per un sempre più violenti, sempre più l’antiziganismo, l’Antisemitismo e il razzismo.

La divisione della società, minacciata Roma

Sinti e Rom, da più di 700 anni nei paesi dell’Europa stabilita, ci sono cittadini nei nostri paesi di origine. È il Nazismo, che ha catturato, prima di noi, ed esclusi, il privato della cittadinanza ma, per noi, e poi deportati, e, infine, completamente voleva uccidere erano. Il razzismo dei Nazisti, con il suo nucleo di un’estrema e radicale anti-Semitismo e anti-Zingari era l’essenza stessa del terzo Reich, e questo segna l’Olocausto: un crimine contro l’umanità nella storia di una singolare Civiltà al collasso.

20. Secolo è stato segnato da due guerre mondiali e molte Guerre in quasi tutte le Parti del mondo. Ora, nel 21 ° secolo. Secolo, siamo di fronte a una Situazione in cui non solo le democrazie, per dare, come era, di per sé, nella regola di diritto, principi che sono sistematicamente in stato di degrado e, soprattutto, i diversi campi all’interno della nostra società, a malapena in grado di parlare o desidera.

“La Coscienza della comunità di valori”: la pavimentazione in pietra al monumento per l’uccisi Sinti e Rom

Questa è un’insostenibile Situazione che non possiamo superare, attraverso uno sforzo congiunto è preso. Per la Roma in Europa, questa divisione in molte società di Stati dell’Europa rappresenta un pericolo particolare. Le tensioni sociali sono state, e saranno sempre derivata di nuovo per le minoranze, e attualmente, il rischio di espulsioni e i pogrom di Roma di nuovo.

In europa i governi hanno bisogno di bandire l’antiziganismo, l’Antisemitismo e il razzismo

Auschwitz, la Coscienza della comunità di Stati democratici. Tutti abbiamo il diritto di rimanere in silenzio e a banalizzare, non dobbiamo distogliere lo sguardo quando il razzismo si manifesta, se il nazionalismo contro l’Europa, contro i nostri comuni valori democratici, quando i nazionalisti, e le organizzazioni per i diritti desidera eliminare la nostra democrazia e dello stato di diritto. Ora i governi sono chiesto Europa, finalmente e chiaramente, e proscrivere l’uso sostenibile l’antiziganismo, l’Antisemitismo e il razzismo. Il Consiglio Centrale di Rom e Sinti tedeschi, pertanto, espressamente accoglie con favore il fatto che il governo Federale ha nominato una Commissione Indipendente contro l’antiziganismo, il cui compito è quello di analizzare la antiziganism in Germania e per sviluppare raccomandazioni per l’azione per la lotta contro l’antiziganismo.

Questo è l’impegno che si è imposto su di noi da il campo di Auschwitz-Birkenau e altri di concentramento e campi di sterminio o dagli Einsatzgruppen, le SS persone assassinate. Dobbiamo affrontare insieme, in Europa.

Romani Rose, dal 1982, Presidente del Consiglio Centrale di Rom e Sinti tedeschi.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    In uso per il popolo e per la Patria

    Molti tedeschi Sinti, non solo aveva servito nella Prima guerra mondiale per l’Impero, hanno combattuto dal 1939 nella Wehrmacht. Nel 1941, l’alto comando ordinata “razziale-motivi politici”, il “scarico di Zingari e Zingare Mischlinge dal servizio militare attivo”. Alfons è stato Lampert successivamente, insieme con la moglie Altro deportato ad Auschwitz, dove morì.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Misurati e registrati dai ricercatori gara

    L’infermiera Eva Justin imparato la lingua Romani, al fine di conquistare la fiducia della minoranza. Sulla Scia della gara ricercatore Robert knight, si è trasferita in tutto il paese a misura delle persone e di registrare completamente come una “Zingara” e “Gypsy mezzosangue” – la base per il genocidio. Hanno esplorato le relazioni filogenetiche e valutati battesimale registri delle chiese.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Bloccato e senza diritto di voto

    Come qui in Ravensburg nel Sud Ovest della Germania Rom e Sinti sono stati bloccati famiglie alla fine del 1930, in molti luoghi, nei Campi alla periferia della città, recintato con filo spinato, controllato da un Cane gestori. Nessuno è stato permesso di lasciare il suo luogo di residenza. Gli animali sono stati uccisi, la gente è costretta ad eseguire il lavoro forzato. Molti sono stati forzatamente sterilizzati.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    La deportazione in Pubblico

    Nel maggio del 1940, i Sinti e i Rom famiglie del Sud – ovest della Germania, sono stati portati per le strade di Asperg stazione ferroviaria e da lì direttamente nella Polonia occupata dai deportati. Nel CID di report ha dichiarato: “Il processo è andato liscio.” Per la maggior parte dei deportati, è stato un viaggio verso la morte, sono morti in campi di lavoro e Ghetti Ebrei.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Della scuola di Auschwitz

    Karl Kling su una foto di classe con la scuola popolare di Karlsruhe, alla fine del 1930. Nella primavera del 1943 fu catturato durante la lezione e per il “campo nomadi” di Auschwitz-Birkenau, dove è stato vittima di un genocidio. I sopravvissuti hanno riferito che non sono stati informati prima della Deportazione nelle scuole, emarginati e a volte anche.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    La responsabilità di un sindaco

    Il sindaco di Herbolzheim richiesto, 1942, la “rimozione” dei Sinti famiglia Spindler. 16 membri della famiglia furono deportati ad Auschwitz, è sopravvissuto per due. Dopo 60 anni, sindaco di Ernst Schilling ha spiegato eventi. La città ricorda la Assassinato. Schilling dice che è diventato consapevole di quanta responsabilità di un sindaco per la vita delle persone.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Omicidio e persecuzione in tutta Europa

    In cui la Germania Nazista aveva la regola è stata seguita, con la minoranza. I Sinti e i Rom sono stati inclusi nel “campo nomadi” o con gli Ebrei nei Ghetti come Varsavia, in “campi di sterminio” furono deportati e uccisi. Si stima che fino a 500.000 persone sono state uccise in una sparatoria, di Gas, di Fame, di malattie, di esperimenti medici o di qualsiasi altro atto di violenza.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Sono al cancello di ingresso

    “Io lavoro”, ha pensato che il 9-anno-vecchio Hugo all’inferno puro da Monaco di baviera, quando egli è venuto nel 1943, come migliaia di altri, con la famiglia in un carro bestiame per Auschwitz. La scritta “Arbeit Macht frei”, era la speranza, ha richiamato più tardi. Voleva aiutare il padre nel Lavoro: “Poi torniamo indietro.” Solo uno su Dieci è sopravvissuto deportati ad Auschwitz.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Il Muro Nero

    Noto il nome 54 Sinti e i Rom, che sono stati eseguiti nel 1943, di fronte il muro Nero nel cortile del campo principale di Auschwitz tra il Blocco 10 e il blocco 11 della SS persone giustiziate – tra gli adolescenti. Nel Libro “Auschwitz. La storia del campo di sterminio”, scrive Susanne Willems: “Johann Betschker si assassinato il 29. Luglio 1943, all’età di 16 anni. Compleanno”.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    “Il camp strada era pieno di morti”

    “In una baracca, che avrebbe forse avuto spazio per 200 persone, si sono spesso ospitati 800 e di più”, ha ricordato Elisabetta Guttenberger, “il diavolo era quello.” 40 caserma c’erano nel “campo nomadi” nella sezione BIIe, un Blocco è stato “i servizi igienici per tutto il campo”. Franz Rosenbach, poi 15 e i lavori forzati, ha detto: “Il campo di strada da Birkenau era pieno di morti”.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    “La testa di un corpo (12-anno-vecchio figlio)”

    Medico delle SS Josef Mengele era nel campo medico in sezione BIIe. Lui e i suoi colleghi torturato innumerevoli prigionieri. Si mutilati bambini, l’infezione di coppia con malattie, ha condotto una ricerca sui gemelli e li ha uccisi con iniezioni al cuore. Occhi, organi e parti anatomiche intere inviato Mengele a Berlino. Nel giugno del 1944, ha inviato la testa di un 12-anno-vecchio figlio. Egli non è mai stato davanti alla corte.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Ceneri dell’Ucciso

    I prigionieri hanno sofferto la Fame, la sete, il freddo, le malattie, la violenza brutale. I bambini piccoli e persone anziane, morto per primo. I malati sono stati assassinati nelle camere a gas. I corpi sono stati bruciati. Nel “campo nomadi” di Auschwitz-Birkenau, si poteva vedere il fumo dei forni crematori, e l’odore. Le ceneri dei morti, era anche affondato in stagni, in cui i membri di deporre fiori oggi.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Liberazione – è troppo tardi per i Sinti e i Rom

    Come l’armata Rossa il 27. Gennaio, ha raggiunto nel 1945 ad Auschwitz, incontrato lì prigionieri i bambini. Per i Sinti e i Rom, i liberatori erano in ritardo. Già la notte del 3. Agosto 1944, il campo di amministrazione guidato le restanti persone dal “campo nomadi” nelle camere a gas. Due bambini è venuto il Mattino dopo la notte dell’omicidio di piangere dalla caserma, sono stati presi “a valle”.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Razziale e di seguito

    Dopo la liberazione dai campi di concentramento alleati o le Autorità tedesche erano Superstiti dei certificati di persecuzione razziale e il campo di concentramento di reclusione. Più tardi, molti di ascoltare dovuto, è stato solo come un Criminale perseguito, le domande di risarcimento sono state respinte. Ildegarda Reinhardt ha perso nel lager di Auschwitz, le loro tre figlie piccole.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Sciopero della fame contro la criminalizzazione

    All’inizio degli anni 1980, i rappresentanti dei Sinti e dei Rom non conosceva più consigli. Con uno sciopero della fame sul sito dell’ex campo di concentramento di Dachau Sopravvissuti combattuto contro la criminalizzazione delle minoranze e il riconoscimento della persecuzione Nazista. Nel 1982, il Cancelliere Helmut Schmidt ha dichiarato ufficialmente che i Sinti e i Rom sono stati vittime di un genocidio.


  • A lungo trascurato: il genocidio di Rom e Sinti

    Luogo della memoria a Berlino

    Nelle vicinanze del Parlamento Federale nel 2012, è stato creato nel Parco Tiergarten di Berlino, il memoriale per la nel tempo, dei Sinti e dei Rom. Associazioni chiamata in particolare al mondo Rom giorno per combattere l’antiziganismo. Questa ostilità della maggioranza della società, anche oggi, molti membri della minoranza in Germania e in Europa.

    Autore: Andrea Grunau