Nadine Angerer: “L’idea di Angel City’ è fantastico”

0
29

Ex-portiere Nadine Angerer opere in USA per il club Portland Spine. Con la tensione che si è seguito il calcio femminile il progetto di Serena Williams e il Nero di Vite contano movimento, che ha cambiato il loro “Pensiero”.

L’ex portiere della nazionale tedesca Nadine Angerer è felice in questi giorni, soprattutto sportive di sviluppo negli USA: A Los Angeles, in California, una nuova Squadra di calcio donne, che riceverà il nome di “Angel City”. Questa squadra è la Nazionale di Calcio femminile della Lega (NWSL) sarà esteso dal 2022. Un certo numero di Hollywood luminari, ex giocatori degli stati UNITI e di altri personaggi femminili hanno unito le forze per realizzare il progetto.

La gioia di Angerer, il trainer funziona al club Portland Thorne, nello stato AMERICANO dell’Oregon, come portiere, è basato più sulla posizione della squadra, rispetto alle celebrità. “Fino ad ora, non sono sulla costa Occidentale, solo Seattle e il noi”, dice il due volte campione del mondo nel DW-intervista: “è tempo costa di più Squadre qui in Occidente.”

Angerer crede che una Squadra potrebbe essere a Los Angeles la NWSL una grande spinta. “Il Carisma di Los Angeles è la migliore pubblicità per lo Sport e la Lega. Sono eccitato dall’idea, che Los Angeles ottiene un Team, e la Lega è in espansione”, dice il 41-Year-old, e outs se stesso come un Fan del film metropolis: “mi piace tutto di questa città. Molti giocatori si gioca con una sicurezza come in LA. Questo può anche essere un buon Argomento per i giocatori da Europa a muoversi per il nostro Campionato, qui negli Stati Uniti.”

Celebrità Supporto

NOI di star del tennis Serena Williams è coinvolto nel calcio femminile

Grazie per il grande rilievo, vuoi per il supporto finanziario del progetto, non sono stati trascurati i titoli di Angel City. Natalie Portman, Jessica Chastain, Serena Williams, e l’ex giocatore della nazionale di Mia Hamm, sono solo alcune delle celebrità al progetto Angel Città, coinvolta nel nome. “Questa è una grande cosa e penso che sarà aumentare la consapevolezza e il valore sportivo della Lega moltissimo”, dice Nadine Angerer.

Il fatto che un sacco di sostenitori sono le donne, è il progetto di Angelo Città è un vero e proprio elemento di differenziazione. Ma Angerer ha di più su come il Team è gestito rispetto da parte di chi. “Non mi importa se sono donne o uomini, così come lungo come si fa un buon Lavoro. Per me, non fa differenza”, spiega il calciatore del mondo dell’anno 2013: “Ma se le 50 donne di fare qualcosa di veramente grande sulle gambe, poi, naturalmente, questa è un’idea che mi amano e che io sostengo”.

Tuttavia, l’ex pluricampione mondiale ed Europeo, vede anche il pericolo che la Ricchezza di nomi di spicco potrebbe essere messo accanto a posto la Squadra sul campo permanentemente in ombra. “Se si pensa che, come un giocatore: Ok, è solo la potenza del fascio di club e non del mio sviluppo, allora questo potrebbe essere un grosso Problema”, ha detto Angerer, e sottolinea il fatto che lei è ancora completamente dietro il progetto: “don’t get me wrong. L’idea è fantastica.”

“Occhi aperti”

Al momento dell’intervista, Nadine Angerer a Portland. La capitale dello stato dell’Oregon per sei anni, la loro casa e si è trasferito la scorsa sotto i riflettori dei media, come il paese le proteste a livello nazionale dopo l’uccisione del Nero Giorgio Floyd da agenti di polizia in questa città, i punti luce, sono state, e da allora stop. “A Portland, le persone stanno lottando per la loro causa e che non si fermerà”, dice Angerer circa la Situazione attuale che ha intensificato, come il Presidente degli stati UNITI, Trump ha mandato Federale, i funzionari di polizia di Portland senza avviso o l’espulsione della loro autorità e la Persona che ha iniziato ad arrestare i manifestanti indiscriminatamente. “Quando la polizia Federale è venuto, è venuto alla violenza”, dice Angerer, e non fa mistero della sua simpatia per i manifestanti: “la Cosa che apprezzo qui è il popolo a Portland è che si deve combattere per i propri diritti e non essere scoraggiato.”

I poster di protesta contro la polizia Federale presenza nella città STATUNITENSE di Portland

Personalmente questa difficile Situazione, il” occhi aperti”, che sono esposti alla discriminazione negli Stati Uniti. “Non avrei mai pensato quanta discriminazione dei Neri in USA”, afferma Angerer: “non ho mai visto. È incredibile come molti ostacoli e le molestie della faccia le persone quando vogliono, per esempio, un mutuo o di quanti commenti insultanti si sente ogni giorno. E di persone, come non riesco a vedere questo, perché noi – mi dispiace – sono-cazzo, bianco, persone privilegiate.”

Angerer: “ho imparato tantissimo”

Le reazioni in Sport su questi abusi per qualche tempo, senza precedenti. Il Portland Thornes si inginocchiò prima che la partita contro North Carolina Coraggio, insieme con gli avversari. Inoltre, la Squadra è coinvolta anche fuori dal campo, per esempio, apertamente di razzismo dibattito, e il racconto dell’esperienza personale di Nero i giocatori sono ascoltato, ha riferito Angerer.

La Squadra hanno guardato anche il film documentario “il 13” dal Regista Ava DuVernay circa il razzista strutture del Dipartimento di giustizia STATUNITENSE, insieme. “Sono stato ingenuo e ho imparato molto. Ho pensato che era davvero liberale. Anche io mi vedo ancora come un liberale e politicamente di sinistra. Ma dopo aver sentito tutte queste storie, mi fa ancora più pazza, come superficiale o, almeno, I disinformati, è stato”, dice Angerer: “sono felice che queste persone hanno parlato pubblicamente e a gran voce, e i miei occhi si sono aperti”.