Tedesco memoria della cultura dal punto di vista di un Esterno

0
35

DW-autore, e Israeliana Dana Regev, ha osservato che molti Tedeschi si vergognano del passato Nazista del loro paese e complesso da affrontare.

Non importa da dove vieni – ogni paese ha una qualche Forma di memoria, di cultura. Questo può manifestarsi in nazionale giorni di festa, o di monumenti e memoriali e storicamente significative personalità. Ma chi ha mai trascorso del tempo in Germania, avrà notato che i Tedeschi che fare con il loro passato in modo diverso rispetto ad altri paesi – per ragioni comprensibili. Tuttavia, come si fa, non è sempre facile da capire. Il seguente dovrebbe, pertanto, di sapere.

1. La bandiera tedesca è per molte persone imbarazzante

Se un paese vince la Coppa del mondo di calcio, per appendere la gente di questo paese, di solito la prima bandiera nazionale, dalla finestra o swing out della loro auto. Fino a pochi anni fa in Germania, questo non era il caso. A differenza di molti paesi, simboli nazionali sono visto qui, non con Orgoglio, ma piuttosto come un promemoria. Essere responsabile per l’Olocausto e per il primo genocidio del 20 ° secolo. Secolo – gli Herero e Nama, gioca un grande ruolo in Senso collettivo.

In Germania ancora abbastanza nuovo: il tifo con bandiera

Nel 2006, quando la Coppa del mondo ha avuto luogo in Germania, era in realtà un assolutamente nuovo fenomeno: “tanto Nero-e-Rosso-e-Oro”, ha scritto che, poiché la riunificazione, il settimanale der Spiegel, per le numerose bandiera tedesca ornata le auto dei Tifosi, balconi, cappelli e sciarpe. Come risposta alla nuova moda del tempo, molti esperti culturali ha commentato il difficile rapporto tra i Tedeschi e il Patriottismo.

Nel caso di eventi sportivi come la bandiera tedesca è diventato così sempre più popolare nella vita di tutti i giorni in Germania, invece, si trovano ancora piuttosto rari. In realtà, è più probabile vedere che la UE o la bandiera arcobaleno appeso ad un balcone, come la nazionale.

“Non stiamo facendo solo in modo che non siamo cresciuti”, dice Jessica, 38-anno-vecchia di Colonia, a base di Caffè-proprietario. “A causa della tedesco passato, molte persone apparentemente non orgoglioso, cose che rappresentare la Germania”, spiega. “Penso che questo è meglio di un cieco Patriottismo.”

2. Prime Informazioni su fatti storici

Per imparare qualcosa sulla storia tedesca e, soprattutto, della Seconda guerra mondiale – non è riservato solo per gli accademici o i visitatori del Museo. Infatti, i musei storici sono spesso pieni di studenti che iniziano all’età di dodici anni, per imparare qualcosa circa il regime Nazista e le atrocità che hanno fatto per l’umanità.

“La cultura della memoria è un mezzo per aiutare la Nazione a tenere insieme, per dare alla gente una ‘comune’ passato”, dice Mike Stuchbery, un Australiano di storia e di educazione civica insegnante che vive a Stoccarda, in Germania.

“Mi ricordo che mi è stato notificato almeno tre Volte a scuola in dettaglio circa la Seconda guerra mondiale,” ha dichiarato Paul Koch, un 33-year-old È specialista da Berlino. “Abbiamo anche visitato un campo di concentramento”, dice. Per lui, è chiaro perché la cultura della memoria è più pronunciato in Germania che in molti altri paesi.

Come i bambini entrano in contatto con le atrocità dei Nazisti

“La germania è stato responsabile per i crimini inauditi. Non e ‘la Germania Nazista’ – Germania”, dice. “Quindi, non c’è da meravigliarsi che siamo informati di nuovo e di nuovo”, dice cook. Stuchbery è d’accordo: “Questa Generazione di Tedeschi ha assunto la sfida di capire come è possibile riconoscere gli orrori del passato e il promemoria può tenere il passo.” E aggiunge: “i centri di documentazione, i monumenti, come quello per gli Ebrei assassinati d’Europa a Berlino e il campo di concentramento di Dachau vicino a Monaco di baviera – cercare un Equilibrio tra il riconoscimento di atti terribili, e la loro contestualizzando la classificazione a trovare.”

Paul cook ricorda come alcuni dei suoi ex compagni di classe al momento si lamentava: erano diventati dei rapporti sulle atrocità commesse dai tedeschi stanchi. Tira i suoi occhi come egli aggiunge: “Ma non hai capito che noi non ripetere solo perché ci sono tedeschi, ma perché il nostro passato è un terribile esempio di cosa potrebbe accadere altrove – anche nel presente.”

3. La penna in onore dell’arma

I Tedeschi sanno che cosa può portare, a glorificare un leader. Ecco perché i loro eroi sono per lo più scrittori, compositori, e non esercito di generali.

Così Weimar è di fama internazionale come Goethe-città; la casa in cui il Poeta ed erudito, vissuto, è stato convertito in un Museo nazionale.

Incontaminata pezzo di storia tedesca: Statua di Beethoven a Bonn

Nell’ex capitale Federale di Bonn, la città natale di Beethoven, ci sono diverse statue di famosi compositori. Monumenti a Johann Sebastian Bach e di Martin Luther caldo visitatori a Eisenach sono i benvenuti, dove Bach nacque, Lutero si dice che hanno vissuto per diversi anni.

“Mi sento più tranquillo”, a dà a Colonia, living end, Jessica. “In guerra non ci sono vincitori, e se abbiamo bisogno di mostrare simboli in pubblico, allora esso deve essere tale che tutti – o quasi tutti – essere in grado di comunicare”, spiega. “Sulla Scia di ” Black Lives Matter’ fresca e guardare al Passato, sarà interessante vedere come gli altri eventi della storia tedesca e ricorda presenta”, ha detto Stuchbery.

DW-autore Dana Regev

4. Battute non sono sempre appropriati

Io sono un Ebreo Israeliano, i cui nonni sono emigrati dalla Germania prima della Seconda guerra mondiale era ufficialmente iniziato. Ma anche dopo sei anni, ora sono in Germania, mi ha sorpreso, che posso fare con l’umorismo nero (e mi riferisco nero MOLTO senso dell’Umorismo) migliore rispetto alla media tedesca.

Nel migliore dei casi, il tedesco come una risposta ad alcune delle mie battute, il colore di un pomodoro, nella peggiore delle ipotesi, si sente molto attaccato o sono molto confuso, soprattutto se è in qualche modo all’Olocausto.

Se quindi Vi consigliamo di visitare la Germania come un Turista, di recente, in una città tedesca o un collega tedesco ha fatto – di non andare troppo a cuor leggero con la Germania in passato atrocità. Almeno non fino a quando tutti sappiamo che non Siete di destra radicale. Perché, purtroppo, ci sono anche al giorno d’oggi molte tedesco seguaci di destra), i punti di vista. Per inciso, La sua salute, anche come suppone il divertimento è vietato in Pubblico.

Tutto in tutti, devo pagare di credito tedeschi il rispetto per il fatto che almeno si prenda la responsabilità per le loro azioni. Molti altri paesi hanno fatto per l’umanità più che sufficiente danni e non sono così impegnati, il tuo senso di colpa. Di trasmettere, figuriamoci il seguente generazioni: Mai più.

Di più su Germania e la vita quotidiana in Germania Si possono trovare su dw.com/MeettheGermans su YouTube e sul nostro nuovo Instagram canale @dw_meetthegermans.


  • Memorie del terrore Nazista

    Il campo di concentramento di Dachau

    Uno dei primi campi di concentramento durante il periodo Nazista, è stato costruito nel campo di concentramento di Dachau, vicino a Monaco di baviera. Già un paio di settimane dopo, Hitler e il sequestro sono stati incarcerati soprattutto gli oppositori politici del SS perseguitati e uccisi potere. Dachau è servito come modello per i successivi campi di concentramento nel dominio dei Nazisti.


  • Memorie del terrore Nazista

    Casa della conferenza di Wannsee

    La Villa Marlier a Berlin Wannsee è considerato uno dei centri di pianificazione dell’Olocausto. Su 20.1.1942 15 membri del governo del Reich e dei SS si sono incontrati per discutere l’approccio al genocidio degli Ebrei voto. Dal 1992, il memoriale e il sito didattico “casa della conferenza di Wannsee” è situato nelle sale della Villa.


  • Memorie del terrore Nazista

    Il Centro Di Documentazione Partito Nazista Rally Giardino

    Raduno del partito Nazista giardino a Norimberga tra il 1933 e l’inizio della Seconda guerra mondiale, ospita la più grande propaganda Nazista eventi. Sugli undici chilometri quadrati, l’Area, fino alla annuale conferenza del partito, invece di Asini, con un massimo di 200.000 persone.


  • Memorie del terrore Nazista

    Concentramento di Bergen-Belsen

    Il concentramento di Bergen-Belsen, in bassa Sassonia, in Germania, servito prima come un campo di prigionieri di guerra. Negli ultimi anni della guerra, specialmente i malati prigionieri sono stati alloggiati in altri Campi. La maggioranza è stata deliberatamente uccisi o sono morti a causa di malattia. Di 50.000 morti della ragazza Ebrea Anna Frank, acquisita attraverso le sue pubblicato postumo diari di consapevolezza globale stato.


  • Memorie del terrore Nazista

    Campo di concentramento di Buchenwald

    Buchenwald, vicino alla Turingia città di Weimar è stato uno dei più grandi campi di concentramento in Germania. Dal 1937 al 1945, i Nazisti deportarono circa 270.000 persone da tutta Europa, che qui, e ha ucciso un totale di 64.000 di loro.


  • Memorie del terrore Nazista

    La Resistenza Tedesca Memorial Center

    A Berlino bendler blocco, il centro di resistenza militare contro Adolf Hitler. Un gruppo di militari del Colonnello conte von Stauffenberg, non è riuscito a 20. Per uccidere luglio 1944 tentativo di Hitler. Alcuni dei Partecipanti hanno ancora girato nella stessa notte, in bendler blocco. La resistenza tedesca al centro memoriale ricorda il punto in cui è oggi.


  • Memorie del terrore Nazista

    L’Uccisione Di Istituto Di Hadamar

    A Hadamar in Hesse dal 1941 persone sono state uccise con malattie mentali e disabilità. Dai Nazisti per “indegne di vita”, spiega, ucciso quasi 15.000 persone tossici iniezioni di Gas. In totale, circa 70.000 persone sono stati il cosiddetto programma di “eutanasia”per le vittime. Le camere dell’ex uccisione memorial Institute di oggi.


  • Memorie del terrore Nazista

    Memoriale Dell’Olocausto

    Come il monumento Centrale in Germania, il memoriale per gli Ebrei assassinati d’Europa a Berlino. Nelle immediate vicinanze della porta di Brandeburgo, il 10. Maggio 2005 inaugurato. L’architetto Peter Eisenman creato un campo di 2711 stele di cemento di diverse dimensioni. È per i visitatori di camminare su. Un sotterraneo mostra commemorativa integra il complesso.


  • Memorie del terrore Nazista

    Monumento agli Omosessuali perseguitati

    Il linguaggio formale del memoriale dell’Olocausto, il memoriale è modellato per gli Omosessuali perseguitati sotto il nazionalsocialismo. Era il 27. Maggio 2008 nel Parco Tiergarten di Berlino è stato inaugurato. Una vetrata di Apertura con una vista dell’Interno, in cui un film viene mostrato baci di uomini e donne coppie in un loop infinito.


  • Memorie del terrore Nazista

    Monumento per l’uccisi Sinti e Rom

    Di fronte all’edificio del Reichstag a Berlino, una pianta da giardino che ricorda dal 2012 a 500.000 nel NS tempo Sinti e Rom ucciso. Sul bordo della fontana è disponibile in inglese, tedesco e Romanes a leggere la poesia “Auschwitz” di Santino Spinelli: “Eingefallenes di viso, gli occhi morti / freddo labbra silenzio di un cuore lacerato / senza respiro / senza parole / senza lacrime”.


  • Memorie del terrore Nazista

    Pietre d’inciampo

    L’artista tedesco Gunter Demnig è iniziata nel 1990, un progetto per la rigenerazione dell’Olocausto: Davanti all’ex casa delle vittime, ha lasciato con piastre di ottone fissato pietre su cui i nomi e le circostanze della morte sono incisi. Oltre 45.000 lapidi in Germania e in altri 17 paesi Europei, finora, il memorial parte del mondo più grande decentrata dell’Olocausto.


  • Memorie del terrore Nazista

    NS-centro di documentazione a Monaco di baviera

    All’età di 70 anni. Anniversario della liberazione di Monaco di baviera, dai socialisti nazionali su 30. Aprile 2015, ha aperto in un luogo storico, un nuovo centro di documentazione. In passato, il “Marrone di casa” – quartier generale del partito del NSDAP, stand, si trova ora un cubo bianco. Inoltre, nel “Führerbau” Hitler aveva il suo ufficio. A Berlino e Norimberga, Monaco di baviera, illuminare il Capitolo più buio della sua storia.

    Autore: Ille, Simon