La basilica di santa Sofia dovrebbe essere una moschea

0
34

La corte Suprema amministrativa della Turchia ha fatto la strada all’impiego di santa Sofia a Istanbul, moschea-free. Segue una richiesta da parte del capo del governo Recep Tayyip Erdogan.

Guarda il Video
01:59

Condividere

La basilica di santa Sofia è di nuovo moschea

Inviare

Facebook

Twitter

google+

Tumblr

VZ

Xing

Newsvine

Digg

Permalink : https://p.dw.com/p/3f8pG

Tribunale: la Basilica di santa Sofia è di nuovo moschea

La Basilica di santa Sofia a Istanbul può essere utilizzato nonostante le proteste globali, come una moschea. Il più alto tribunale amministrativo, in Turchia, ha stabilito il venerdì che la conversione dell’edificio in un Museo dello stato è stato il fondatore della Turchia moderna, Mustafa Kemal Ataturk nel 1934, in violazione di legge. La Basilica di santa Sofia non è solo il simbolo di Istanbul, ma anche la più popolare attrazione turistica della Turchia. L’enorme cupola in mattoni e i meravigliosi affreschi di attrarre milioni di visitatori ogni anno e si sono guadagnati l’edificio lo Stato di un sito patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Ma la Basilica di santa Sofia è più di un capolavoro di architettura – è sempre stato anche un Simbolo politico: Il monumentale edificio è stato costruito nel vi secolo dall’Imperatore Bizantino Giustiniano.

Di nuovo e di nuovo oggetto di una politica di simbolismo

Quando gli Ottomani Costantinopoli nel 1453, conquistata, trasformato dal Sultano Mehmed II, la Chiesa in moschea. Anche il fondatore della Repubblica turca, Mustafa Kemal Ataturk, utilizzato casa di Dio, per un atto di grande significato simbolico: Nel 1935, ha fatto la Basilica di santa Sofia in un Museo. La moderna Turchia è un paese laico, quindi, l’Ambasciata al momento.

Inoltre, il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha cercato nel recente passato, situato nel quartiere Fatih di Istanbul edificio, che si trova simbolicamente cannibalizzare. Per molti dei suoi nazionalista-Islamista-minded elettori, la Basilica di santa Sofia è un Simbolo per la conquista Cristiana Costantinopoli da parte degli Ottomani, e per la Superiorità del mondo Islamico.

La Basilica di santa Sofia: Monumento tra le religioni del mondo

Il Presidente turco e il capo del partito di governo, l’AKP, ha fatto di tutto per prendere la decisione di Ataturk annullata. La Basilica di santa Sofia rimarrà sotto il controllo delle autorità religiose per il culto Musulmano servizi di aprire, ha detto Erdogan su Twitter.

Torna alla moschea

Discussioni su una conversione alla moschea c’era in Turchia di nuovo e di nuovo, ma questa Volta viene presentato in un linguaggio chiaro: La corte Suprema amministrativa ha esaminato se Ataturk decreto, la Basilica di santa Sofia è convertito nel 1930 in un Museo, legalmente, e ora ha deciso che è ora di una moschea. Era accompagnato da ACP Iniziativa di una retorica nazionalista. “La Basilica di santa Sofia è geografica del nostro possesso. Che ha conquistato con la spada, ha anche il diritto di proprietà”, borbottò circa il Deputato dell’AKP Presidente Numan Kurtulmus. “La Basilica di santa Sofia è parte della nostra sovranità”.

Il partito di governo ha dato prima la vittoria per decisione: Il 567. Anniversario della conquista di Costantinopoli, era un Imam, alcune delle Sure Coraniche nella Basilica di santa Sofia a parlare. Il Pubblico turco non era poi speculato sul fatto che la decisione era già stata fatta e sono, quindi, già i primi preparativi sono stati fatti.

Un atto simbolico con un effetto colonna

Erdogan Iniziativa si propone di raccogliere il turco elettorato più dietro ACP. Il partito di governo aveva perso i sondaggi più recenti indicano che la popolazione turca notevolmente la popolarità. Pertanto, il capo dello stato, nei mesi scorsi, ha cercato di nuovo, sempre di più, per generare sentimenti nazionalisti nella popolazione.

Contro la conversione di: il Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I.

Il tentativo di rompere di nuovo le trincee. Il patriarca Bartolomeo di Costantinopoli, il capo della Chiesa Ortodossa, aveva parlato con forza contro la conversione di santa Sofia in moschea. La Basilica è uno dei più importanti monumenti della civiltà umana e non appartiene solo al loro proprietari, ma per tutta l’umanità,” il Patriarca a un servizio di Chiesa a provincia di Istanbul.

Inoltre, Nikolas Uzunoğlu, il Presidente della Federazione del greco-nato Turchi (IREF), ha detto che il DW prima della decisione del giudice che pensa è sbagliato che la Basilica di andare a Sofia per un politico pomo della discordia. L’edificio in piedi per la pace tra le religioni e le civiltà. “Le dichiarazioni in cui la conquista della Basilica di santa Sofia è una spada’, il discorso dovrebbe dare tutta la nostra società un motivo di preoccupazione”, ha detto Uzunoğlu.

Inoltre, il Ministro greco della cultura, Lina Mendoni criticato la decisione della corte. “È una provocazione per il mondo civilizzato”, ha detto il Ministro, secondo il greco radio di stato. Erdogan, accusato, “il suo paese per sei secoli, grazie”.

La Chiesa Ortodossa russa ha criticato la conversione di santa Sofia in moschea anche. “Le Preoccupazioni di milioni di Cristiani, non sono stati ascoltati”, ha detto Vladimir Legoida dal Patriarcato di Mosca dell’Agenzia Interfax a Mosca”.La decisione della corte dimostra che tutte le richieste sono state ignorate dopo una moderazione.”

“Non c’è giustificazione religiosa”

Anche nel mondo accademico, si era espresso preoccupazione per la possibile conversione del Museo. “L’edificio è stato utilizzato fin dal 1500 anni, due religioni del mondo, la sua architettura ha radicalmente cambiato”, ha detto lo storico Edhem Eldem da Istanbul Bogazici University. “Di questo tipo di edifici, ci sono solo una manciata in tutto il mondo. E si deve proteggere.” La Basilica di santa Sofia stand per il comune, patrimonio universale dell’Umanità. “Vogliamo precludere questo patrimonio e di nascondere o di non preferire il mondo di oggi?”, chiedi Eldem.

Per i Cristiani Ortodossi, la Basilica di santa Sofia è un luogo di desiderio, spirituale

Allo stesso modo, il teologo Ihsan Eliaçık visto questo prima. Per lui, il possibile passaggio non appare giustificata religiosamente. “A destra con la spada” non c’è posto nel Corano. “Forzato incorporazione di siti di interesse culturale, è vietato”. La Basilica di santa Sofia è un Simbolo di pace tra i Islamico e mondo Cristiano, così Eliacik.

Obiezioni che non sembrano interesse il Presidente turco molto. La comunità greco-Ortodossa in Turchia girato, ha detto di recente, “è lei ci dice:” per Favore, Basilica di giri di santa Sofia in moschea.’ Pensi che la Turchia avrebbe dovuto piegare alla tua volontà? Siamo in attesa per la decisione della corte Suprema amministrativa. Dopo di che, le misure necessarie da adottare.” Ora la decisione è stata presa.

Anche l’UNESCO e il Vicepresidente della Commissione UE contro la conversione

L’UNESCO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, ha espresso rammarico per la conversione di Istanbul Hagia Sophia da un Museo di una moschea “profondamente”. Segretario generale Audrey Azoulay ha portato all’Ambasciatore turco la loro profonda preoccupazione informato dell’UNESCO. Poco prima dell’annuncio della decisione della corte, ha ammonito la Tacchino prima di single-handedly precipitare la decisione. A Parigi, il rappresentante dell’UNESCO, ha affermato chiaramente che la cupola edificio, come parte della città vecchia di Istanbul appartengono al patrimonio culturale del mondo. Così, una serie di Impegni ed obblighi di legge per essere “connesso”.

L’UNESCO chiede la registrazione delle conversazioni prima di decidere di essere fatto. Ha sottolineato che lo stato non dovrebbe fare una fondamentale “per modificare il valore universale eccezionale” di Monumenti del patrimonio mondiale.

Il Vice-Presidente della Commissione Europea, Margaritis Schinas, è per la conservazione dello Stato attuale del mondo-famoso edificio. Il politico ha detto a Bruxelles, Parlamento Europeo. Come altri prima di lui, ha sottolineato Schinas, l’importanza simbolica della famosa Basilica di santa Sofia per un interreligioso e interculturale.

Schinas non ha dimenticato di ricordare che Erdogan 2010 Istanbul capitale della cultura in Europa, I di cui la metropoli sul Bosperus come una città Europea. Non ci sono discussioni su un livello internazionale o Europeo era stata presentata, la decisione unicamente all’interno del bagno turco interessi.