Pushback in Europa confini del mare sono legali?

0
40

La grecia è accusato di, del mar Egeo rifugiati barche in direzione della Turchia cultura politica. In che misura questo violare il diritto internazionale? Le più importanti domande e risposte.

Perché sono Pushbacks controverso?

“Pushback” non è legale ma è un termine politico. Tuttavia, il “rifiuto” di rifugiato barche sul lago, legalmente, molto controversa: “Pushbacks può essere una violazione del dovere di soccorso”, dice popoli, attivista per i diritti Nele Matz-Lück, Università di Kiel. Per esempio, “sottoponendo persone in pericolo in mare, e quindi in una diversa zona di mare che trascina, per far si torna in là in una situazione di emergenza”.

Inoltre, i rifugiati non sono previsto per essere portato di nuovo a dove si “direttamente alla persecuzione, tortura, trattamento inumano o altre gravi violazioni dei diritti umani” minacciato. Questa è una violazione della Convenzione di Ginevra sui rifugiati e la Convenzione Europea sui diritti umani, sottolinea il Professore di diritto Marittimo ed internazionale.

Possono i paesi dell’UE di respingere i profughi in mare?

All’interno dell’Unione Europea, non al di fuori già. “Al Momento, in cui qualcuno ha raggiunto il territorio di uno stato membro dell’UE, la Persona ha il diritto di chiedere asilo, che deve quindi essere controllato”, spiega l’Amburgo a base di diritto Marittimo esperto Alexander Proelß. Ma: “Una tale affermazione non è, in linea di principio, al di là del territorio Europeo.”

Quindi non è al di fuori del mare territoriale di un paese che può estendersi fino a 12 miglia nautiche dalla costa. “Anche nel mar Mediterraneo ci sono state diverse occasioni in passato di incidenti, in cui la pubblica amministrazione, le navi al di fuori di questo 12 miglia inviato, e del rifugiato barche, poi spinto indietro, così non si può entrare nel territorio”, spiega il Professore di diritto Marittimo ed internazionale presso l’Università di Amburgo umana e una pratica illegale.

Solo sul territorio di un paese dell’UE, i rifugiati possono fare, come qui ad Atene per l’asilo

C’è un obbligo giuridico internazionale per aiutare le persone in difficoltà?

Ogni capitano è obbligato a fornire a persone in pericolo in mare di aiuto. Non importa chi è, e qual è il motivo di una nave in difficoltà è consigliato. A meno che lui avrebbe portato la sua nave o del suo Equipaggio in pericolo. Così è nell’delle nazioni UNITE sul diritto del mare Convenzione di soccorso venire dal 1982 o, al convegno sul disagio dall’anno 1979.

Ma che cos’è il diritto internazionale del mare dice proprio per la questione di ciò che accade per i Salvati di più? “Non c’è il mare popoli obbligo di legge che deve tollerare poi lanciato nello stato, per esempio, l’Italia o la Grecia, che la gente può fare per il paese”, spiega il legale studioso Proelß.

L’attuale diritto del mare è a questo punto incompleta. In altre parole: Il vecchio di decenni norme per il diritto del mare per la migrazione attuale situazione, solo limitata applicabile.

I rifugiati possono agire legalmente contro il Pushback?

È complicato. Primo, la legge nazionale dello stato in cui le acque di un naufrago è stato raccolto si impegna. Ogni membro deve garantire che i suoi ufficiali di stato per il salvataggio e ricerca di rispettare la legge e, in particolare, l’associazione per i diritti umani.

Non – come nel caso di Pushbacks, dove la guardia costiera greca potrebbe essere stato coinvolto, da poter affrontare la Questione prima che i tribunali greci contro questo trattamento illecito.

La nazionale di un processo legale è esaurito, può essere deferita alla corte Europea dei diritti dell’uomo. Ma: “I Rifugiati sono stati rimandati indietro in acque turche, avviare altre cose di cui Preoccuparsi, e se in dubbio, né la conoscenza né mezzo di opportune procedure,” dice Kiel popoli, attivista per i diritti Nele Matz-Lück. Altre opportunità, un procedimento legale contro il Pushback azione non c’è attualmente.

Come ultima risorsa, i rifugiati possono ricorrere alla corte Europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo

Il rating della Grecia, la posizione giuridica?

Grecia nega che metodi illegali contro la barca di profughi a procedere. Si può vedere al centro della Corona pandemia, con “massiccia e organizzata flussi migratori” dalla Turchia, di fronte, ha informato la guardia costiera del paese, la Deutsche Welle su richiesta.

Grecia Sagittario, Europeo per le frontiere Marittime in Conformità con il diritto nazionale e internazionale. Dalla Turchia imminente di rifugiati e migranti di arresto, il governo di Atene è l’istituzione di un poco meno di tre chilometri di lunghezza, barriera galleggiante di fronte all’isola di Lesbo, nel mare Egeo.