Intensive care act: Il diritto alla vita-home

0
46

Andare al lavoro o per la Demo, da solo o in famiglia, la vita in casa – intensiva in Questione, lottano per la loro autodeterminazione. Ora il Bundestag, decide, su una nuova legge.

Attivista Laura Mench ha la cura per la protesta a Berlino contro la nuova per la cpu legge organizzata

Una Demo della pandemia non è troppo pericoloso per un ventilatore paziente? “Preferisco morire a Corona, come ho appassiti in una casa di cura miseramente allora,” dice l’attivista Laura Mench Deutsche Welle. “Velata contro l’invisibilità” – questo è il Motto di una protesta che si è tenuta martedì davanti alla porta di Brandeburgo a Berlino. Si Merchs idea era quella di coprire, per mostrare che lei ha paura di terra contro la loro volontà in casa e scomparire dalla società.

La manifestazione era contro la legge per la non-clinica, terapia intensiva, per la lotta, a partire dall’agosto del 2019. Il Ministro della salute, Jens Spahn (CDU), vuole migliorare la qualità delle cure, dice. Più di 20.000 persone in Germania che necessitano di cure intensive tutto il giorno, per esempio, perché sono ventilati, come Laura Mench – “quando I lie”), o perché non è possibile indipendentemente Secrezioni dalle vie aeree di tosse. Il motivo può essere la paralisi di taglio, a causa di gravi incidenti o malattie incurabili come la sla o sclerosi Multipla.

Un rafforzamento della terapia intensiva, il Ministro Federale della sanità, Jens Spahn (CDU) ha annunciato – è seguito alle proteste

I miglioramenti dovrebbero innescare Interessati realtà di consenso, ma si rimane sospetti. Il Problema: Nella prima bozza (RISG), dovrebbe essere la cura a casa per regola. L’offset è il numero di persone con disabilità, che vivono a casa, in preda al panico e rabbia. Spahn fondata nel diritto, piuttosto economico: la lotta contro il libro paga alti costi per la nazionale di frode, di terapia intensiva, troppo poco incentivi per la cessazione della respirazione e la carenza di infermieri. Il numero esatto non poteva presentare al Ministero alle richieste della Sinistra e Verdi al Bundestag.

Non solo Interessati e le associazioni hanno protestato per 45 settimane una Petizione ha ricevuto più di 210.000 firme -anche la disabilità ufficiale del governo Federale e i Länder dell’imputato di violazione della Convenzione delle nazioni UNITE sui diritti umani. Il progetto è stato abbassato a piccoli passi, ma fino a poco tempo fa molto del gioco è rimasto, a parere dei critici, lo spazio per il servizio Medico di esaminare l’offerta interna e le compagnie di assicurazione sanitaria a pagare per l’assicurazione sanitaria obbligatoria.

Interessato e servizi di assistenza in casa di cura ha esperienza con loro: essi raccontano la dura lotta con la cassa di oltre il costo di vitale alimentazione. Laura Mench dice, bene, hai avuto l’impressione che la vostra assicurazione sanitaria motivi, da costi “in una casa di cura,” ha voluto nave.

Con un panno di cura Interessati dimostrato occultate per la cpu il martedì per la loro parte alla vita sociale,

Questo giovedì il Bundestag sarà d’accordo con la maggior parte di grande coalizione da CDU/CSU e SPD nell’ultima versione di terapia intensiva e riabilitazione atto di supporto (IPReG).

“Chi decide cosa è giustificato?”

Una vita in casa è per la blogger Laura Mench non è un’Opzione, lei lo sa: “ho vissuto undici anni tra le pareti di cemento, perché il personale era lì per andare con me per una Demo o nel Parco dietro l’angolo. Da solo non posso farlo.”

“Auto-determinato in tutte le circostanze della vita”, questa Massima: “è vero anche per le persone con la loro bisogni di cura,” dice Nicole Westig, cura-politica portavoce della FDP al Bundestag. “Ci sono bambini che sono ventilato a scuola, le persone che sono sposate, una semi-vita normale, lavorando come un giudice – tutto questo è il gioco.” Spesso i membri della famiglia sarebbe ridurre la pressione sui servizi di assistenza.

All’azione di protesta davanti alla porta di Brandeburgo, ha preso Westig, insieme con i membri dei Verdi, il partito della sinistra e la SPD di firme per la Petizione, “al contrario che il paziente, di essere la vostra casa”. Per Laura Mench è “un segnale importante”. I partiti di opposizione PLR, i verdi e la Sinistra hanno co-autore di un Emendamento al IPReG.

Ben oltre 200.000 firme contro la cura intensiva-legge Nicole ha preso Westig (PLR, 2.v.re.) insieme con i membri della i Verdi, la Sinistra, la SPD, contrariamente a

Il IPReG limitare il diritto all’autodeterminazione, dice Westig nel DW-Intervista. Un giorno prima del voto era stata in realtà una controversa condizione per il diritto alla casa di cura eliminati. “Il legittimo Desiderio dell’Assicurato di essere” è la nuova formulazione. Westig si chiama un miglioramento, ma non soddisfacente: “Chi decide cosa è giustificato?” Le regole per la revisione annuale da parte del servizio Medico, per identificare le lacune, un “target” accordo con l’Assicurato, vede la necessità di chiarire: Chi deve chiudere il gap?

Più auto-consumo e costo per l’Assicurato?

Queste preoccupazioni Markus Behrendt assegnato dall’Associazione di vita intensa, di conserva con la sua famiglia, il figlio-Yasha: “c’è il rischio che l’Assicurato sarà sempre più spinti a garantire la sicurezza dell’approvvigionamento attraverso l’auto-prestazioni o procurato dei lavoratori di cura.”

Guarda il Video 12:34 Condividere

Famiglia Behrendt si preoccupa per il tuo bambino

Facebook Twitter google+ invia Tumblr VZ Xing Newsvine Digg

Permalink : https://p.dw.com/p/3W240

Famiglia Behrendt si preoccupa per il tuo bambino

Inoltre, dedicata padre Preoccupazioni che il governo intende parti “sembra limitare le prestazioni pretesa di salute di cura e di assistenza”. Per alcuni interventi di manutenzione non sarebbe più pagare l’assicurazione sanitaria. Behrendt vede questo come un costo di diverse migliaia di euro per l’Interessato di ottenere. Quindi molti potrebbero essere dipendente di aiuto sociale”, avverte. Libera scelta – a casa o in casa, non sarebbe più garantita “infatti”.

A poco sedi fisse

Il Ministro della salute Spahn ha sostenuto, al fine di combattere le frodi contabili e di ridurre i costi. Casa di cura intensiva può essere di 20.000 euro al mese e ha più conveniente. Il Liberale dice Westig: “frode contabile che deve essere combattuto. Si potrebbe, ma ora, attraverso controlli di qualità, già.”

Anche la questione del costo è valutato in modo diverso rispetto Spahn: “fintanto che il Ministero non può identificare il potenziale di risparmio a tutti, sto facendo un grosso punto di domanda. Non vedo che è fermo davvero a buon mercato e, inoltre, non può essere attuato. Anche ora, non ci sono posti a sufficienza.”

La trappola di morte – i risultati della Corona-crisi

Alloggio in regime di ricovero per la cura sembra Westig è attualmente ancora più critica: “ora Questa è la Corona pandemia è particolarmente grottesco: un paio di settimane Fa, abbiamo vissuto secondo il Motto ‘stare a casa, stare a casa’.”

Anche attivista Laura Mench si riferisce a risultati importanti nella Corona-crisi. Strutture di cura potrebbe essere il caso “molto rapidamente alla morte”, se corona trascina virus o altri agenti patogeni introdotti: “La massa di detenzione di pazienti ad alto rischio, che ispirare gli altri sono.”

Blogger e attivista Laura Mench dipende a un ventilatore e di assicurazione sulla vita di supporto

In tempi normali, Mench vede pericoli in casa di cura, “perché ho bisogno del mio accompagnatore, magari con dieci altre parti”. Lei parla di un rischio di “persone che non riescono a tossire come me o di estrazione”. Se i successi di ritardo, potrebbe portare a danni permanenti, in casi estremi, anche la morte: “Se non volete essere tosse nel tempo, o filtrata, per ottenere la fornitura di ossigeno. Sappiamo tutti cosa succede poi.”

Nel caso di interventi di emergenza

Il nuovo disegno di legge per le cure intensive dal punto di vista di Laura Mench una “palese disinnescare le” versioni precedenti, ma l’ambiguità è rimasto. Rilievo che la prima bozza non hanno, si può vedere che anche altre reazioni. “Interessati possono tirare un sospiro di sollievo”, dice l’Associazione sociale VdK, che in precedenza aveva minacciato con un ricorso costituzionale.

“Ora significa guardare le compagnie di assicurazione sanitaria da vicino”, avverte VdK-Presidente Verena Bentele: “nessuno può essere costretto a lasciare la sua casa.” Se le compagnie di assicurazione prevarranno contro di essa “abbiamo un attacco a fronte del sociale, dei tribunali”.

A combattere, se necessario, ha anche reso Laura Mench. Se la compagnia di assicurazione dovrebbe cercare di passare il Budget per il tuo intervento di forze, di garantire loro cure intensive, lei vuole a lamentarsi: “Questo può passare attraverso tutte le istanze. Non si tireranno indietro di esso.”