Elezioni USA: i Rolling Stones contro Donald Trump

0
46

I Rolling Stones hanno abbastanza. Si minacciare il Presidente degli Stati Uniti con una querela, perché usa le loro Canzoni per la campagna elettorale. Trump non è il solo politico, il Pop-dimensioni per i suoi scopi.

  • La musica in campagna elettorale

    George Washington – “Dio Salva Gran Washington“

    George Washington è stato il primo candidato presidenziale, ha iniziato una canzone nella sua campagna elettorale. “Dio Salva Gran Washington” è considerato il personale inno del primo Presidente degli Stati Uniti. Hanno preso la melodia del British inno “god Save The King” (oggi “god Save The Queen”) e ha sostituito la parola “Re” con il nome del Presidente.

  • La musica in campagna elettorale

    John F. Kennedy in campagna elettorale, 1960 – Frank Sinatra in “grandi Speranze”

    Il premio Oscar Frank Sinatra Hit “grandi Speranze”, 1959, ricevuti per la campagna elettorale di John F. Kennedy nel 1960, un nuovo Testo da Sammy Cahn e divenne ufficialmente la campagna elettorale Jingle

  • La musica in campagna elettorale

    Ronald Reagan in campagna elettorale in “1984” di Bruce Springsteen “Born In The U. S.”

    La canzone scelta per Reagan campagna elettorale nel 1984, è considerato come il più grande errore nella storia della campagna di canzoni. “Born In The U. S. A.” non è così Patriottica, come si potrebbe inizialmente pensare. Bruce Springsteen, allontanandosi nella Canzone dalla guerra del Vietnam e criticato l’allora governo degli stati UNITI e la loro negoziazione con i veterani di guerra.

  • La musica in campagna elettorale

    Bill Clinton nella campagna elettorale del 1992: Fleetwood Mac – “Don’t Stop”

    Dietro la scelta di questa canzone il seguente tattica Considerazione: “Don’t Stop (Pensando a Domani)” è stato rilasciato nel 1977, ed era popolare soprattutto tra i giovani Americani. 15 anni più tardi, i Fleetwood Mac Fan che da tempo agli elettori di mezza età appartengono alla Generazione, con una particolare affluenza.

  • La musica in campagna elettorale

    George W. Bush nelle elezioni del 2000: Tom Petty – “I won’t Back Down”

    Tom Petty protestato contro l’uso delle sue Canzoni, e il divieto di il Repubblicano George W. Bush che il brano. Nell’anno 2020, c’era di nuovo nei Guai. Il campione del Presidente degli stati UNITI, Donald J. Trump cadere la Canzone in campagna aspetto a Tulsa (Oklahoma) per giocare. Gli eredi del compianto musicista inviato Trump un cessare e desistere!

  • La musica in campagna elettorale

    Barack Obama nelle elezioni 2008: Stevie – Wonder”, Firmato, Sigillato, Consegnato…i’m Yours”

    “Signed, Sealed, Delivered” di Stevie Wonder, risuona nella campagna elettorale del 2008, regolarmente, dopo i Discorsi di Barack Obama. Il messaggio ai suoi elettori: “io appartengo a te.” Obama ha avuto grandi parti della cultura pop dietro: Bruce Springsteen, Beyoncé e Katy Perry sono stati. Il Rapper e produttore.io.am dei Black Eyed Peas prodotto in particolare il Brano “Yes We Can” in suo onore.

    Autore: Gaby Reucher


  • La musica in campagna elettorale

    George Washington – “Dio Salva Gran Washington“

    George Washington è stato il primo candidato presidenziale, ha iniziato una canzone nella sua campagna elettorale. “Dio Salva Gran Washington” è considerato il personale inno del primo Presidente degli Stati Uniti. Hanno preso la melodia del British inno “god Save The King” (oggi “god Save The Queen”) e ha sostituito la parola “Re” con il nome del Presidente.

  • La musica in campagna elettorale

    John F. Kennedy in campagna elettorale, 1960 – Frank Sinatra in “grandi Speranze”

    Il premio Oscar Frank Sinatra Hit “grandi Speranze”, 1959, ricevuti per la campagna elettorale di John F. Kennedy nel 1960, un nuovo Testo da Sammy Cahn e divenne ufficialmente la campagna elettorale Jingle

  • La musica in campagna elettorale

    Ronald Reagan in campagna elettorale in “1984” di Bruce Springsteen “Born In The U. S.”

    La canzone scelta per Reagan campagna elettorale nel 1984, è considerato come il più grande errore nella storia della campagna di canzoni. “Born In The U. S. A.” non è così Patriottica, come si potrebbe inizialmente pensare. Bruce Springsteen, allontanandosi nella Canzone dalla guerra del Vietnam e criticato l’allora governo degli stati UNITI e la loro negoziazione con i veterani di guerra.

  • La musica in campagna elettorale

    Bill Clinton nella campagna elettorale del 1992: Fleetwood Mac – “Don’t Stop”

    Dietro la scelta di questa canzone il seguente tattica Considerazione: “Don’t Stop (Pensando a Domani)” è stato rilasciato nel 1977, ed era popolare soprattutto tra i giovani Americani. 15 anni più tardi, i Fleetwood Mac Fan che da tempo agli elettori di mezza età appartengono alla Generazione, con una particolare affluenza.

  • La musica in campagna elettorale

    George W. Bush nelle elezioni del 2000: Tom Petty – “I won’t Back Down”

    Tom Petty protestato contro l’uso delle sue Canzoni, e il divieto di il Repubblicano George W. Bush che il brano. Nell’anno 2020, c’era di nuovo nei Guai. Il campione del Presidente degli stati UNITI, Donald J. Trump cadere la Canzone in campagna aspetto a Tulsa (Oklahoma) per giocare. Gli eredi del compianto musicista inviato Trump un cessare e desistere!

  • La musica in campagna elettorale

    Barack Obama nelle elezioni 2008: Stevie – Wonder”, Firmato, Sigillato, Consegnato…i’m Yours”

    “Signed, Sealed, Delivered” di Stevie Wonder, risuona nella campagna elettorale del 2008, regolarmente, dopo i Discorsi di Barack Obama. Il messaggio ai suoi elettori: “io appartengo a te.” Obama ha avuto grandi parti della cultura pop dietro: Bruce Springsteen, Beyoncé e Katy Perry sono stati. Il Rapper e produttore.io.am dei Black Eyed Peas prodotto in particolare il Brano “Yes We Can” in suo onore.

    Autore: Gaby Reucher


“Non si Può Sempre Ottenere Quello che Vuoi”, è il Ritornello con lo stesso nome e le classifiche di Rolling Stones dal 1969. Donald Trump ha il titolo più presto 2016 nella sua campagna elettorale apparenze, senza il consenso della rock band giochi. Finora, i Rolling Stones, ha combattuto senza successo contro la campagna di utilizzare la propria musica.

Ora il Ritornello potrebbe essere “si può sempre ottenere ciò che si vuole essere” per il proprio obiettivo per il Presidente. In un momento in cui trump sondaggio di rating sono in calo,

Banda di oltre il copyright society BMI ha minacciato con un ordine restrittivo, dovrebbe Trump uso delle loro Canzoni per i suoi scopi.

Cosa dire al Presidente con la musica

Inoltre, Donald trump predecessori hanno sfruttato le canzoni della Pop star in ordine di punteggio ottenuto punti nelle rispettive campagna elettorale. Non era sempre il contenuto delle canzoni, ma piuttosto come il titolo o il coro e gli obiettivi della campagna di forma, e di come la musica sia spostato le masse.

Stevie Wonder riceve Barack Obame premiato con la “Medaglia Presidenziale della Libertà”

Popolare Generali Canzoni come “We Are The Champions” (Ci sono vincitori) dalla Regina, o di “I won’t Back Down” (non ho intenzione di soft back) da Tom Petty, che doveva servire sia George W. Bush del 2000 campagna elettorale, così come nel 2008, Hillary Clinton. Ora egli è Donald Trump nella Playlist.

A volte un governo intento suggerisce, tuttavia, come Barack Obama, Stevie wonder ha Colpito “, Firmato, Sigillato, Consegnato, sono Tuo” per la sua campagna elettorale del 2008 è iniziata. La frase “i’m Yours”, “I belong to you”, è per un Presidente che vuole servire il suo popolo.

Per John F. Kennedy, alias “Jack” variava da Frank Sinatra nel 1960-la sua Hit “Hight Speranze”, grandi speranze, con la linea di ingresso “a Tutti È il Voto Per il Jack”, “Ogni Jack sceglie, perché ha quello che manca dall’altro.” Un faro di speranza per il popolo, anche se Sinatra non è designare in cui Kennedy di qualità sono esattamente.

Attenzione A Mettere!

Il Roling Stones ispirare le masse. La loro musica è richiesta, pertanto, in campagna elettorale.

“Non si Può Sempre Ottenere Quello che Vuoi”, il canto delle Pietre, il Donald Trump utilizza per la sua campagna elettorale, è in realtà di amore gratuito, di pace e di droghe. Non è a supporre che trump campagna dovrebbe essere un motivo per questi problemi. La seconda riga del coro rivela forse un po ‘ di più su trump ambizioni. Come è detto: “Ma Si Può Ottenere Ciò di cui Hai Bisogno in inglese: “Ma si ottiene ciò che è necessario”. Questo suggerisce che questo Presidente lo sa che il suo popolo ha bisogno, anche se non sempre è ciò che i cittadini vogliono.

Il titolo, inoltre, al momento, George Bush Senior è stato fuori stampa. 1988 risuonò nella sua campagna di Woody Guthrie famosa canzone popolare “Questa Terra È la Tua Terra”, in realtà un’ala di sinistra la Canzone di Protesta. Per il Presidente dei Repubblicani del cavalcava fu imbarazzante mancanti.

Come musicisti combattere

La cantante Adele piacerebbe sentire la vostra musica in qualsiasi campagna elettorale, soprattutto nel caso di Donald Trump

Le Pietre non sono soli nella lotta contro l’abuso della loro musica da Donald Trump. Inoltre, Adele, Aerosmith, Elton John, Queen e la piccola famiglia che desidera, che Trump è riprodurre le vostre Canzoni per la sua campagna elettorale. Prima della sua assunzione di office nel 2016, i musicisti avevano anche pubblicato “Anti-Trump Canzoni”, sotto lo Slogan “Artisti per una Briscola-Free America”.

Al momento della sua inaugurazione, ha piovuto a titolo definitivo Cancellazioni di musicisti che sono stati invitati a cantare per la Briscola. La cantante Britannica Rebecca Ferguson volevo solo al verificarsi la condizione di cantare la canzone “Strange Fruit” di Billie Holiday. Una canzone di protesta dal 1939, denunciando la violenza contro i Neri negli Stati Uniti. Naturalmente, lei non è stato immediatamente coinvolto.

L’inno del Presidente degli stati UNITI

In realtà, il Presidente ha anche il suo inno, che può giocare in qualsiasi momento. Tuttavia, questo è per tutti il Presidente ed agisce nel tempo di oggi già qualcosa vorgestrig. Per l’inaugurazione saranno comunque utilizzati.

La canzone “Hail To The Chief” da Highlands Scozzesi, è stato per la prima volta in occasione dell’inaugurazione di James K. Polk al 4. Marzo 1845 come l’annuncio della musica suonata. Nel 1945, gli stati UNITI Dipartimento della difesa ha dichiarato l’inno ufficiale del Presidente. Trump non utilizzare la canzone così spesso, ma preferisco il Patriottica Paese ballata “Dio Benedica Gli stati UNITI” da Lee Greenwood. Un pubblico magnete per i suoi seguaci, la si può facilmente cantare insieme.

In concerto a milano il 20 maggio. Giugno 2020 utilizzato Trump la Canzone “i won’t Back Down” di Tom Petty, per il Fastidio della sua famiglia

Forse si prende un po ‘ più di distanza dal Presidente dell’inno, perché sono e saranno sempre essere preso in giro di nuovo. Al momento del Watergate, sotto la presidenza di Richard Nixon manifestanti ha cantato la canzone, spesso con il Testo “Prigione il Ladro”, il che significa quanto: “in prigione con il ladro”. Quando George W. Bush è stato introdotto nel 2001, nel suo ufficio, i manifestanti cantavano “Hail To The Thief”, in allusione alla presumibilmente rubato voti alla sua elezione. Bush aveva vinto con il risultato più vicino nella storia delle elezioni presidenziali. Il gruppo rock dei Radiohead, che ha pubblicato nel 2003 un Album intitolato “Hail To The Thief”.

Il brano di linea “Hail To The Thief” si applica anche a Donald Trump, almeno in termini di “rubate” della musica. In aggiunta ai Rolling Stones, aveva inviato un paio di giorni fa, la famiglia di Tom Petty la squadra di campagna di Briscola, una Dichiarazione di cessare e desistere. Su Facebook ha postato che tutta la famiglia è contro il razzismo e la discriminazione, e Tom Petty non avrebbe mai voluto che la sua canzone per una campagna di odio serve. “Noi crediamo in America e la democrazia”, dice la relazione. “Ma Donald Trump rappresenta l’nessuno di questi nobili Ideali”.