Max Hartung: “gli atleti che esigono l’osservanza dei diritti umani”

0
29

Mondo gli atleti per aumentare la pressione, il controverso articolo 50 della Carta Olimpica abolire. Gli atleti altoparlante Max Hartung dice nel DW-per Esprimere il motivo per cui gli atleti questioni politiche, vogliono essere ammessi al Colloquio.

“Gli atleti sono più Tacere”, si legge in una lettera aperta, gli atleti del Consiglio Consultivo del “team USA” l’International Olympic and Paralympic Committee (IOC e ICP) hanno inviato: “Siamo a un bivio. Il CIO e l’IPC può cambiare il modo di punizione, o l’esclusione di atleti che non continuare ad utilizzare quello in cui credono.” Si tratta del controverso articolo 50 della Carta Olimpica, gli atleti dei Giochi Olimpici con un muso perso su questioni politiche. Abbiamo chiesto atleti altoparlante Max Hartung.

DW: il Signor Hartung, che avrebbe dato “Black Lives Matter”-le azioni degli atleti ai Giochi Olimpici di Tokyo, quando avrebbero già avuto luogo quest’anno?

Max Hartung: naturalmente Questo è un grande congiuntivo. Ma sembra molto di esso.

E come sarà il prossimo anno, quando i giochi dovrebbero andare sul palco?

Che dipende dal processo corrente, quindi cosa sarà permesso. Ma, anche se si dovrebbe essere vietato, è evidente che molti atleti Americani sono un grande rabbia contro l’ingiustizia nel vostro paese che si sarebbe probabilmente essere pronti a rompere contro il set di regole esistente.

Negli Stati Uniti gli atleti hanno richiesto l’articolo 50 della Carta Olimpica per abolire, in atleti durante i giochi “politici, religiosi o razziali, di Dimostrazione o di Propaganda, di essere”, dice. Gli atleti STATUNITENSI per vedere CIO “al bivio”. Lei condivide questa valutazione?

Questo insieme di regole è esistito per un tempo molto lungo. Ma è stato nella storia dello sport di momenti importanti, in cui è stato riconosciuto che le Modifiche potrebbe essere utile. Colin Kaepernick [il Calcio negli USA-professionale si inginocchiò durante l’inno degli stati UNITI per protestare contro il razzismo e la violenza della polizia contro le Persone di Colore, nota. d. Red.] o Megan Rapinoe [il mondo femminile giocatore impegnato per anni contro il razzismo], con le sue azioni, ha dimostrato che la Protesta pacifica di sport possono usufruire di una società dell’apprendimento più violente proteste pronto sulle strade.

NOI capitano della squadra di Megan Rapinoe (2.v.l.) in ginocchio durante l’inno nazionale

Perché ha preso così a lungo fino a quando gli atleti combattere con una sola voce contro la regola di 50?

Questo dipende dalla rete. È come un Atleta, prima di tutto da solo, le associazioni e le organizzazioni sportive sono collegati bene. Ma l’autostima di alcuni atleti sarà sempre maggiore, così come la coesione e la solidarietà con gli altri.

Si sono andato a l’inizio della Corona-crisi, come hanno dichiarato, di astenersi in questi termini e condizioni in giochi di Tokyo. Vuoi per una maggiore solidarietà tra gli atleti?

Ho avuto poco tempo, come lo spostamento dei giochi Olimpici è discusso, l’impressione che abbiamo avuto in Germania molti degli atleti, il super-intensivo con il problema. Questo mi ha fatto anche il coraggio. Penso che siamo in Germania molto su una buona strada, e di avere “gli atleti della Germania”, anche un’interfaccia, dove si possono portare gli atleti insieme.

Ha contribuito alla Corona della crisi che gli atleti rapporto più forte di parola?

Io penso proprio di Sì. Fu in breve tempo molte drammatiche esperienze nella vita di un atleta, che i giochi Olimpici essere spostato, concorsi falliscono, si può solo treno limitata. Per tutte queste cose, non c’erano i modelli. E così gli atleti articolare gli atleti, e non solo in sport Olimpici, ma anche, per esempio, nel calcio, hockey League chiaramente il desiderio che si ergono a protagonisti, poi sul campo, e anche nel processo decisionale di essere ascoltato.

Come Matura l’Atleta è dal tuo punto di vista perché, nel frattempo?

Devi valutare per ogni atleta singolarmente. Ma ho l’impressione che il coraggio che un sacco di atleti anche preoccupati per le questioni sociali e la loro consapevolezza di questo desidera utilizzare, ad influenzare la società in modo positivo.

200 Metri, Il Campione Olimpico Di Tommie Smith (2.v.l.) e John Carlos (R) degli USA ha dovuto lasciare a causa del loro gesto politico alla cerimonia di presentazione dei giochi Olimpici in Messico

Inoltre, i funzionari stanno imparando?

In Germania e anche in tutto il mondo, ha collaborato, più di recente, più che in molti anni prima. Il CIO ha accettato di riconsiderare la regola 50. Da questo si può leggere che siamo in una finestra di tempo in cui ci sono atleti di alto impatto prendere. Sto leggendo positivo.

Presidente del CIO, Thomas Bach, ha chiesto alla Commissione atleti, a che fare con la regola di 50. Avete accolto. La Commissione deve ora per la prima volta a lavorare in pace?

Il processo deve essere trasparente e sincero che garantisce la partecipazione di tutti gli atleti. Vogliamo anche discutere qui in Germania con gli atleti su come pensi delle modifiche. I risultati della discussione, quindi, deve essere vincolante.

Cosa pensi dal punto di vista del DOSB-Presidente Alfons Hörmann, Dichiarazioni politiche da parte degli atleti per i diritti umani, per essere valutate, “positivo”, ma, al tempo stesso, di regole chiare per la chiamata?

Credo anche che, se si abolisce la regola di 50, le nuove regole internazionali. Ci devono essere sanzioni, se è motivato dall’odio o dal genocidio negato. Vogliamo discutere di dove esattamente le linee di divisione sono.

“Gli atleti della Germania”, chiamate, insieme con altri atleti internazionali, le organizzazioni, l’inclusione di un nuovo principio fondamentale della Carta Olimpica: l’impegno per i diritti umani internazionalmente riconosciuti. Perché?

Prendiamo l’esempio della regola di 50. Un diritto umano fondamentale è la libertà di espressione. È un gran Bene. Se questo Bene è limitato, deve essere giustificata con attenzione. A mio parere questo non è il caso con il sistema esistente del caso. Ma i diritti umani non sono solo per gli atleti, ma con tutte le parti interessate è importante. Non voglio competere, per esempio, come un Atleta in uno stadio che è stato costruito in condizioni disumane. Noi come atleti in Germania, è importante che i diritti umani in tutte le Parti dei giochi Olimpici e del mondo delle associazioni sono sempre rispettate.

Max Hartung, 30 anni, è il Presidente della Commissione atleti del Olimpico tedesco Sportbunds (DOSB) e Presidente dell’associazione “gli atleti della Germania”. Il DOSB organizzazione indipendente fondata nel mese di ottobre 2017, per garantire che gli interessi degli sportivi più uditiva. Come sciabolatore Hartung ha vinto con la Squadra tedesca e nei singoli generale di Coppa del mondo e quattro Europea per i titoli di campionato. Il suo prossimo grande obiettivo è i giochi Olimpici di Tokyo, che sono stati rinviati a causa della Corona pandemia al 2021. Secondo Corona-break, è tornato in Formazione.

L’Intervista è stata realizzata da Stefan Nestler