La vita in Blocco: relazione della storia

0
24

Secondo Corona-lo scandalo della carne di fabbrica Tönnies, un’intera Regione in uno stato di emergenza. Tutta blocchi residenziali sono in quarantena. Un DW-relazione Miodrag Soric dalla Germania.

L’esercito di soldati sulla strada per la Corona centri di test

“Che tu sia in ID e di buon umore?” La Bundeswehr soldato nella Corona del centro di prova in Verl, Germania, fari di un giovane, di tre persone di famiglia che vuole fare un test. L’identità personale si hanno. Il buon umore non si desidera impostare in alto a destra. Ti aspetto con ansia. La Bundeswehr ha il Test in un ora, durante le vacanze estive, vuoto scuola. Il costo per il controllo a carico del settore pubblico e la Tönnies grande macello, dove l’epidemia ha avuto luogo in questa parte di Westfalia, l’inizio. Il giovane esigenze di famiglia il certificato Corona-di essere liberi. L’unico modo per andare in vacanza. Non ci sono ancora zone di villeggiatura, ospiti dalla Regione Gütersloh non record, perché ci sono troppi Corona casi.

Verls il sindaco Michael esque in conversazione con i lavoratori della Tönnies

Michael esque, CDU sindaco nella storia, l’ingiusto. “Abbiamo qui al di fuori della fabbrica, i lavoratori in Tönnies attivo Corona di casi”, spiega. Sicuro: In caso di lavoratori rumeni e bulgari, gli insediamenti alla periferia di una città che vive nel Plattenbau-diverso. Spesso vivere sotto lo stesso tetto con gli operai della fabbrica, le altre medie imprese, così come stabilito da lungo tempo residenti.

Zona di quarantena, dietro le sbarre

In genere, il blocco residenziale a Lerchenweg, per esempio. A circa due metri d’altezza, mesh recinzione che circonda l’edificio. Gli agenti di polizia e altro personale di sicurezza di pattuglia nella parte anteriore di esso. In un Contenitore direttamente davanti al cancello, in qualsiasi momento, un medico si avvicinò. Interpreti fare avanti e indietro tra le forze dell’Ordine e gli operai di fabbrica. Molti, dalla Romania, non o insufficientemente parlare il tedesco per trovare il vostro senso intorno.

Storia dopo lo scoppio in Tönnies – tutti i blocchi residenziali sono in quarantena

Nel blocco di cemento sul bordo di 25.000 abitanti circa 650 persone. Di questi, circa 300 Romeni che lavorano sono. Si deve anche rimanere in quarantena. Circa 60 di loro hanno il Corona Virus. Chi è malato, si è spostato in quarti posteriore dei blocchi residenziali. Questa zona è circondata da un recinto. Come deve essere impedito, poi infettare gli altri. “Si tratta di una sorta di quarantena in quarantena”, dice il sindaco esque. Con uno staff di collaboratori dell’ufficio per l’ordine pubblico, la polizia e le organizzazioni di aiuto, ha provato un’altra Corona per evitare epidemie. Solo se ha esito positivo, Nord Reno Westfalia, il Primo Ministro Armin Laschet (CDU) sollevare il Blocco per la Regione di Gütersloh, naturalmente, in una settimana o due.

I residenti possono lasciare la Zona di quarantena

Per esque, e molti dei residenti in periferia, oggi è un buon giorno tuttavia. Molti sono autorizzati a lasciare la Zona di quarantena. Un prerequisito è che si lavora per Tönnies e Corona-libero. Tutti i residenti della zona sono stati testati. Tuttavia, i risultati di tali indagini è un giro solo dopo l’altra. Pertanto, i residenti possono lasciare la Zona di quarantena. Il sindaco non si cura. “Fino a quando le condizioni saranno di nuovo come prima, la Corona, si può richiedere mesi.” Forse ci vuole anche più tempo, a seconda di quando un vaccino contro la malattia è disponibile.

Molti hanno per stare in quarantena e a essere allevato da quartiere

Allo stesso modo, Susanne di base che opera con il croato uomo in un Ristorante a Verl. Lei è grata che lo stato maniglia con 9000 euro in aiuti di emergenza sotto le braccia. Il padrone di casa ha rifiutato e anche un mese di affitto. “Tutto ciò che serve, naturalmente,” dice il buon umore della padrona di casa. Tuttavia, deve gorgogliare in autunno, un ulteriore Corona d’onda in tutto il paese, avrebbe significato la fine del loro funzionamento, dice. Il suo volto è serio. Per oltre 30 anni, il Ristorante garantisce l’esistenza della famiglia. È nella storia. Dei 20 Ristoranti e caffetterie della città attualmente è aperto solo un terzo. Molti cittadini hanno paura di uscire e di infettare.

Per la difficile Situazione della maggior parte dei residenti Clemens Tönnies responsabile. Nel suo gruppo ha prevalso impossibili condizioni di lavoro, in modo che il Virus può diffondersi tra gli operai della fabbrica rapidamente. Ma lamentano anche del dilatorio di Azione della politica. Si avrebbe bisogno di controllare l’imprenditore precedente e molto più severi.

Tutti della speranza, che Corona la crisi è presto. E sai anche che devi vivere con il Virus, che esprime lo stato d’animo in città.