Airbus: “stiamo girando ogni pietra”

0
44

In europa il più grande costruttore dell’aereo si vuole ridurre la sua produzione e migliaia di posti di lavoro e ridurre. Fino alla fine del 2021, il viaggio aereo se la crisi sarà finita, ritiene Airbus CEO Faury.

“Noi non possiamo distaccarci dagli sviluppi le Compagnie aeree”, ha detto il CEO di Airbus Guillaume Faury (l’articolo foto) con vista sulla Corona-crisi. Mentre la sua azienda ha finora tagliare la produzione di circa il 30 per cento, 40 per cento nei prossimi due anni. Dal best-seller della serie, A320, ci sono solo 40 macchine al mese, per essere fatto.

Attualmente, molti ready-made di aereo parcheggiato, ha detto il Presidente del Consiglio di amministrazione del quotidiano “die Welt” (lunedì). Si terranno fino alla fine del 2021, prima che la produzione e le consegne sono di nuovo in linea.

“Garantire il futuro”

L’esatto campo di applicazione dei tagli di lavoro in Airbus annuncia Faury, dopo i colloqui con i lavoratori fino alla fine di luglio. Si è speculato che fino a 15.000 posti di lavoro in un aereo civile di divisione, con 90.000 dipendenti interessati. “È necessario adattare la riduzione massiccia produzione di figure. Si tratta di garantire il nostro futuro”, ha detto Faury.

Una macchina per la famiglia A320 linea di Assemblaggio finale di Amburgo-Finkenwerder (archivio)

Cancellazioni di Airbus-Chef non ha voluto escludere, in linea di principio, in particolare attraverso una possibile seconda Corona-albero, l’auspicata ripresa del mercato, ci può essere un errore. Nonostante la limitazione del business, ma nessuna linea di Assemblaggio finale, ha assicurato il 52-year-old Francese. Tutti i modelli continueranno ad essere prodotte, “ma a un ritmo più lento”. In ogni sito, ricerca di modi per ridurre i costi. “Stiamo girando ogni pietra”, dice Faury.

wa/bru (rtr, dpa)