La mia Europa: Il Virus, la natura, la storia… e noi

0
47

Corona porta con sé la Possibilità del nostro Ego Centralità e l’empatia per le piante e gli animali per sviluppare, dice lo scrittore bulgaro Georgi Gospodinov. Questo ci avrebbe portato la nostra storia.

Concerto a fronte della pianta a Barcellona

La sala è piena di questa sera. Dove, negli ultimi mesi di Vuoto che regnava sono occupati tutti i posti a sedere, compreso il balcone. In riaperto Opera house di Barcellona 3.000… piante in vaso vicino al posto lì, dove gli spettatori siedono. Il Verde è in morbido contrasto con il rosso peluche sedie e lampadari placcati.

Finalmente! Lo spettacolo è surreale, ma è normale, non era l’ultimo mesi. Chi invitare al concerto, se ancora paura nell’aria, il Virus è ancora qui, e la gente non può uscire? Piante. Si può ascoltare. E la tosse non si agitino nessuna paura, i raggi di tranquilla buona volontà.

Un Quartetto di Crisantemi di Puccini. Un lavoro che è stato ispirato dalla natura, dalle piante e restituito per ora si. Potrebbe esserci qualcosa di più Naturale? Alla fine dei quattro musicisti alzarsi e fiocco nella parte anteriore del verde pubblico. Questo l’inchino è importante. La prua di una Pianta, di un cactus, un Aloe, Filodendro, davanti a quello che sta crescendo intorno a noi e in noi, portando ossigeno, è un silenzio di gratitudine.

Il bulgaro autore di Georgi Gospodinov

Si può tenere un concerto per un eccentrico gesto. Ma è proprio questa eccentricità, è – si rompe al di fuori del nostro Ego-Centrica, rimosso da noi al centro del mondo ci troviamo per le età. Non è un caso che il titolo dell’azione “concerto per il Biozän” è.

Corona costringe al Silenzio

Qualche tempo fa ho scritto in uno dei miei romanzi, che l’uomo dovrebbe essere in silenzio per un Momento, le voci di altri narratori, di sentire, di animali, di piante, di una libellula in dimensioni, una vongola… tutti loro hanno accumulato un sacco di Silenzio – ma, anche, di raccontare storie, il muto, represso la narrazione si trasforma in scintillante minerali, muschi, alghe, Licheni, miele…

Ora, lo stato di emergenza ci costringe al Silenzio. Un amico mi ha detto, aveva sperimentato il cambiamento delle stagioni, mai. Inoltre ho osservato per la prima Volta, lento e concentrato, come foglie coprono i Rami di un albero fuori dalla mia finestra, quante sfumature di colore Verde, e che è stato un po ‘ rude e accurati per assegnare uno stesso termine.

Fin dalla mia Infanzia ho sentito il Canto degli uccelli in modo così chiaro. Ho anche cominciato a capire cos’è il canto di un uccello dritto e cominciò a leggere su diverse specie di uccelli. Un vicino ha detto di aver osservato dal suo balcone di 19 diverse specie. Mai prima d’ora abbiamo parlato con i nostri vicini, sugli uccelli, albero, al di fuori.

Mi chiedo come le nostre storie suonerebbe se avessero detto di altre creature. Per avere un diverso punto di vista sulle cose, sarebbe un buon Esercizio di empatia. Immaginiamo un classico della letteratura, detto dagli animali per gli animali. Diciamo, per esempio, “il vecchio e Il mare” dal punto di vista del pesce, e più precisamente della lancia di pesce. La sua lotta con il duro vecchio e il mare non è meno drammatico di quello di un uomo e di mare con lui.

La prospettiva del pesce

Nella storia del pesce, lui è l’Eroe della vita e della morte di lotta, a sanguinare copiosamente, rosicchiato – ma anche la resistenza. La sua Versione di ascolto descriverei come una nuova empatia, ambientale empatia. Ma per riprodurre la musica in una sala da concerto pieno di piante, è anche un buon posto per iniziare, un dono speciale. E (come è sempre il caso con i regali), in entrambe le direzioni, è importante per le piante e per noi, ma soprattutto per noi.

Si assiste al ritorno della natura in molti modi. Abbiamo sentito gli uccelli più chiaramente. Ma attraverso il nostro corpo ci sentiamo il castigo degli animali uccisi nei nostri macelli industriali. Non riusciamo a capire la metafisica messaggio che sarà seguita da una letterale, fisico messaggio. Il Virus è letteralmente e fisicamente. Non come questo, se uno capisce la metafisica messaggi, a volte.

Se vogliamo vivere la nostra vita, abbiamo bisogno di un Cambiamento radicale nella nostra prospettiva. Dovremmo imparare dai Virus. Dobbiamo estendere la nostra empatia solo per le persone che sono più vicini a noi; e non solo a coloro che sono più lontani da noi, le persone con un diverso colore della pelle (per quanto strano è ricordare che, durante l’anno 2020, a tutti); ma anche sulla natura veniamo. Che sarebbe ecologico empatia.

Il naturale è tornato. E da quello che abbiamo visto nelle ultime settimane, si dovrebbe imparare che la storia sta tornando. Il Represso, Inespresso viene soprattutto dopo la grande inondazione. Dobbiamo trovare un modo per parlare con due di loro – con la natura e con la storia. Tutti differite chiamate di tornare un giorno. Che giorno è oggi.

Georgi Gospodinov (nati. 1968) è il più tradotto contemporanea scrittori bulgari. I suoi romanzi “Naturale romanzo”, e “fisica della malinconia”, così come i suoi volumi di poesia e testi sono tradotti in 25 lingue. Gospodinov ha ricevuto anche l’Centrale Europea premio letterario Angelus (2019) e Jan Michalski premio per la letteratura (nel 2016). Attualmente è assegnista presso il wissenschaftskolleg zu Berlin.