Marocco – La lunga strada di casa

0
48

La vostra vacanza in Marocco il 2020 è di non dimenticare un sacco di tedesco in modo veloce. 20. Marzo imposto in Marocco a causa di Corona lo stato di emergenza, i limiti sono stati sigillati. Ancora turisti tedeschi bloccati.

“Qui si è di 40 gradi. Ho bisogno di trovare un schattigeres cookies“. Dalla metà di Marzo, Simon e Anne-Silja vive con i suoi due figli di sei e i dodici anni, nel palmeto di Tafraoute, una piccola città nel sud-est del Marocco. C’è il Parcheggio del camper. Da un paio di giorni, sono le uniche. Fino a martedì scorso, dieci altri campeggiatori stava nella rada ombra delle palme di sicurezza. Ti hanno preso per l’Ambasciata tedesca ha organizzato i traghetti per Genova o Malaga. Simon e Anne-Silja è rimasto.

“Non abbiamo fretta, dobbiamo aspettare probabilmente fino a quando i confini sono aperti e si può tradurre con un normale traghetto. I Biglietti per l’Ambasciata charter traghetti prezzi esorbitanti. Abbiamo pagato per il viaggio di andata di 100 euro. Ora ho sentito parlare di prezzi di fino a 1500 euro.“ La famiglia è bene, i Locali di fornire l’acqua, quaderni di scuola, pane o cous cous e tajine, e anche un servizio di consegna pizza c’è. “Non ci possiamo proprio lamentare,“ dice Simon.

Il palmeto di Tafraoute, nel Sud-Est del Marocco è stato per centinaia di camper presso la casa temporanea

Dai vacanzieri per l’involontario permanente camper

In Inverno, il Marocco è una destinazione popolare per dei vacanzieri Europei. È il periodo di alta stagione per i camperisti e campeggiatori. I Tedeschi trascorrere la Stagione fredda sotto il sole Marocchino. In soli 40 minuti, si arriva con il traghetto da Algeciras in spagna nell’enclave di Ceuta sull’altro lato dello Stretto di Gibilterra. Sole in Marocco a causa della Corona è il caso.

20. Marzo, chiamato in Marocco, lo stato d’eccezione, praticamente da un giorno all’altro, i confini erano sigillati. La raccomandazione del messaggio: Lasciare l’auto e non il volo di ritorno, venuto per un sacco di fuori discussione. E con una stima di 4000 camper da tutta Europa sono ancora in Marocco.

L’Ambasciata tedesca organizzato più possibilità di ritorno, il 21. Può la Balearia in direzione di Malaga luoghi

Che ora è ancora lì, è stato istituito, come Simon e Anne-Silja in un Parcheggio e vive nella modalità di stato di emergenza. Ciò significa che il coprifuoco. Chi ha una durata di due chilometri dal villaggio, come Simon, ha bisogno di un permesso da parte del sindaco. Viaggiare via terra è proibito. Nessuno viene da un punto a a Un punto B. il 19. Maggio è stato un stato di emergenza a 10. Giugno estesa.

Una nave verrà

L’Ambasciata tedesca a Rabat aiuta dove può. Quasi 5.000 filamento di turisti ha portato al Foreign office, che dalla metà di Marzo, dal Marocco alla Germania. Anche dopo la fine ufficiale del richiamo più grande nella storia del ministero degli esteri alla fine di aprile, continuano gli sforzi. In Marocco, il 19. e 20. Nel maggio di due navi in direzione dell’Europa, con un totale di 110 veicoli da campeggio a Bordo, questa settimana, quattro voli uscì.

“Una valutazione attendibile del numero totale di in Marocco restanti tedesco non siamo in grado di rispondere, perché non vi è alcuna registrazione obbligatoria per i cittadini tedeschi all’estero. Molti ora ritorno candidato aveva deciso inizialmente contro un ritorno a casa; gli altri sono con un veicolo a fronte di un luogo e che non vuole lasciare”, ha detto il ministero degli Esteri per il DW. Inoltre, per l’ultima vacanza, l’Ambasciata sta cercando di trovare una soluzione. Il ministero degli Esteri di un “medio-alto numero di tre cifre”.

Il marocco è sul precipizio di

Per il Marocco, Corona è un Disastro, il danno economico è enorme. Circa 500.000 persone sono impiegate nel settore del turismo. Difficilmente qualcuno guadagnato i soldi ora. Dei quasi 4000 certificati, alloggi, Alberghi, campeggi e ostelli della gioventù del paese aveva aperto all’inizio di maggio, solo 520. Il turismo è la seconda più grande fattore economico in Marocco e l ‘ 11% del prodotto nazionale lordo. Un totale di 11 milioni di visitatori ogni anno per il Marocco, l ‘ 80% degli Europei.

Il marocco è la vostra passione, per 20 anni, Muriel Brunswig viaggio nel paese organizzato

 

Muriel Brunswig ama il Marocco e lei è molto Preoccupata. Lei offre oltre 20 anni in viaggio in Marocco, ha scritto diverse guide in giro per il paese. “Fortunatamente, c’è uno stato di proprietà di utilità, ma alla fine non è arrivato ancora a tutti e a lungo termine, l’aiuto non è sufficiente per vivere. In Marocco, la stragrande maggioranza vive dalla Mano alla bocca. Non riesco a immaginare al Momento come implementare in Marocco le misure di igiene per il turismo, ma è chiaro, se non è presto, molti in Marocco non sopravvivere”.

Lei spera che un modo si trova che tutti dovranno sopravvivere il Tutto con un occhio blu. Essa contribuisce, da parte sua, e non recuperare il denaro che era già in loro partner in Marocco. “Dove è significativamente peggiore rispetto a me, perché, rispetto a me hai meno per alimentare le grandi famiglie.” Vedi tutti del Momento, dove i turisti sono permesso di entrare nel paese.

Tutti vogliono andare a casa

Ancora, la corrente di intervento va nella direzione opposta, verso l’Europa. Maren e Ralf ha fatto. Si torna in Europa. Con il “nonno Theo” – come è affettuosamente chiamata la vostra ricostruito Mercedes Benz Kurzhauber Bj. 66 – hai a 21. Con uno dell’Ambasciata noleggiato un traghetto per il Marocco lasciare e chug lentamente in direzione della casa di Göppingen. Rapidamente attraverso i paesi di transito, la guida è uno dei requisiti per tutti coloro che ora sono con il camper sulla strada di casa. “Nonno Theo” è il tentativo, riesce 78 miglia all’ora.

Fatto involontariamente due volte più lunga di una vacanza in Marocco, come previsto, Maren e Ralf da Göppingen

2. Gennaio, Maren e Ralf in Marocco è entrato il paese in tre mesi, si voleva viaggiare in tutto il paese. Quasi il doppio del tempo come erano alla fine c’. Maren e con Ralf ha come Info sapeva inseguito il prossimo e ben presto non più, ora, qual era il problema. Soprattutto all’inizio del Blocco, molte collo, la testa, a sinistra, in direzione del traghetto a Ceuta, l’enclave spagnola in Marocco. Solo per scoprire che non è venuto su.

Beh, in rete, è la metà del Biglietto

Maren è una donna che è hands-on, organizzato, e il cellulare è raramente fuori della parte fissa. Così ha fondato un gruppo Whatsapp per qualche camper in Marocco, informazioni raccolte, i comuni più. Chi vuole lasciare il paese, deve attivamente educare se stessi in “Elefand” registrarsi, la registrazione Elettronica dei Tedeschi all’estero, il ministero degli esteri, il facebook pagina dell’Ambasciata tedesca a Rabat regolarmente effettuate. E il male del diritto di informazione per separare. Quello che sembra essere un vero Problema. Perché molti partecipanti non hanno speso dei soldi per nave trasferimenti – che ha avuto luogo quindi.

Nel vento, Maren era più l’interfaccia tra l’Ambasciata tedesca e nel paese sparsi camper, fatto in modo che essi sono stati informati tempestivamente. “Un po’ di piombo di cui avete bisogno, quando si viaggia quasi 1000 km con caravan a Tangeri per il traghetto”, ha detto Maren.

Siete riusciti a Bordo del “Balearia” e rapidamente accertato che una coppia di Belgi si avvicinò con la nave. “Torneremo”, afferma Ralf. “La gente, in Marocco sono così cordiale. È un paese meraviglioso. Abbiamo visto troppo poco.”

Addio Marocco! Dopo quasi tre mesi in Marocco, è anche per Simon e Anne-Silja a casa presto

Inoltre, Simon e Anne-Silja partiranno nei prossimi giorni, a Tafraoute lasciare uscire il calore. Un viaggiare via terra permette di ottenere ora e può viaggiare verso Nord, in direzione di Tangeri, dove i traghetti per la Spagna. Ci sono poco più di 900 chilometri. Un ultima occasione per vedere almeno un po ‘ di Marocco, prima di essi, troppo, portare un traghetto di ritorno per l’Europa.