Weber: “il Kosovo e la Serbia per avere una pace sostenibile bisogno di accordi”

0
44

Avete bisogno di un ritorno all’originale negoziazione quadro del dialogo politico tra Kosovo e Serbia, dice Bodo Weber. L’europa deve svolgere un ruolo Centrale.

DW: Il Federale, il Ministro degli esteri e il suo omologo francese, ha scritto in una joint articolo, il tempo è lo stesso come nel Kosovo quotidiano Koha, e nel giornale serbo Blic pubblicato. Vuoi mettere i serbo-Kosovari dialogo. Le condizioni sono più favorevoli rispetto a un anno fa, quando la chiamata è riuscita in Cancelleria?

Bodo Weber: Prima di tutto, vorrei dire che il Mini-vertice è stato un fallimento presso la Cancelleria nel mese di aprile dello scorso anno. Egli è riuscito in due aspetti: primo, per strappare la leadership delle forze politiche in Occidente, che ha chiamato per uno scambio di territorio, e, in secondo luogo, Berlino e Parigi, insieme.

Le condizioni di oggi sono entrambi meglio e peggio. Meglio, perché fino alla partenza della Signora Federica Mogherini, e della sua squadra, l’Iniziativa per una pericolosa zona di scambio, dall’alto delle istituzioni dell’UE a Bruxelles. Questa infiltrazione di principi Europei in Kosovo-Serbia negoziati al di fuori della UE, con la nomina di Miroslav Lajcak come inviato speciale della storia – anche se Mogherinis successore Josep Borrell finora, purtroppo, non molti la strada ad una possibile accordo finale è stato dimostrato.

Peggio, a causa dell’infiltrazione dell’impegno del centro di attori, come Berlino non è più poste oggi dal consigliere per la sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, ma da un inviato speciale di Donald Trump, e Centrale attori politici per il futuro del Kosovo come stato democratico nei confini esistenti di Atto pericoloso Trump Amministrazione bisogno di loro degli interessi politici nazionali.

Se ti dico che Borrell non ha, purtroppo, è stata attivi sulla strada per una valida accordo finale, che cosa vuoi dire?

Non intendo Borrells continuo rifiuto, una posizione chiaramente nel senso di una soluzione Europea per un accordo finale, ossia nei confronti di eventuali modifiche al contorno di terra o di swap, che ha portato nella sua ultima Intervista a formulazioni ambigue, che ha lasciato in Kosovo e nella Regione la falsa impressione che si ha, o l’UE dovrebbe essere aperto a uno scambio di territori accordo, è quello che è il caso.

Vucic (l), Mogherini (m) e Thaci a Bruxelles (2018) – “Pericoloso aberrazione di una terra contratto di swap”

Essi chiamano la Legge della tromba di Amministrazione “pericoloso”. Stessi Kosovari sono divisi sulla questione più. Po ‘ di fiducia negli Stati Uniti in più rispetto all’UE. È sbagliato?

Quando i politici si lamentano in Kosovo oggi, con riferimento all’ex capo della politica estera dell’UE, Federica Mogherini, la perdita di fiducia nell’UE, avete tutto il diritto di essere. Tuttavia, anche questa verità, che erano Stati membri dell’unione europea, con la Germania in testa, che si trovava contrario al 2018/19 la terra di swap di Tassi, sia MS Mogherini, come contro il Trump Amministrazione. E il gesto dell’inviato speciale americano, Richard Grenells è basato su un lato l’indebolimento di questi attori dell’UE, d’altra parte, l’Adozione di udienza formato di Mogherini, per mezzo di negoziati segreti con i due presidenti, Aleksandar Vucic e Hashim Thaci.

Il sostegno degli Stati Uniti, e la maggior parte degli Stati membri dell’UE per l’indipendenza del Kosovo nel 2008, era al di fuori di qualsiasi particolare simpatia per gli Albanesi del Kosovo, ma perché hanno servito la difesa del liberale ordine mondiale. La politica dell’attuale Amministrazione statunitense – anche in Kosovo non è più disponibile, purtroppo, per questo tradizionale Americano Esteri e la politica di sicurezza. Ma sono sicuro che gli attori politici in Kosovo, che sostengono oggi al pubblico le relazioni con gli USA di più la fiducia che l’UE, ben consapevoli del fatto.

Che cosa è il piano ora con i discorsi. La germania e la Francia stanno spingendo – ma né il Kosovo né la Serbia sembra essere preparati?

Infatti, il Kosovo con il suo governo, in crisi, e la Serbia, che è sul punto di elezioni parlamentari, attualmente non sono pronti, a breve termine, per tornare al tavolo del negoziato. E a parte la questione di quando viaggiare da Pristina e Belgrado sono negoziati a Bruxelles, alla luce della Corona restrizioni legate di nuovo possibile. Prima di agosto, quindi è probabile che sia una ripresa dei negoziati, tecnicamente, non è possibile.

Tuttavia, non ho preso le chiamate dei due Ministri degli esteri, per tornare rapidamente al tavolo delle trattative, letteralmente. Io penso che l’articolo era rivolto, in attesa della soluzione della formazione di un governo di conflitto in Kosovo dalla corte costituzionale con le varie opzioni possibili il ruolo guida dell’UE, e il comune Franco-tedesca, Atto a rafforzare. L’articolo è stato principalmente un avviso e rifiuto di ogni tentativo dopo l’estate e prima delle elezioni presidenziali, ma, ancora una volta, la forza di un cambio di territorio accordo per spingere attraverso.

L’avvertimento contro il pericoloso “fast pseudo-soluzioni”, e la spiegazione del perché ha bisogno di un vero e proprio completo e sostenibile completamento del contratto, ha costituito un forte sostegno della Leadership Europea nel dialogo. Avete sostenuto che, con tutta la debolezza dell’UE e in particolare negli ultimi tre anni, ha danneggiato la fiducia nel Kosovo, una soluzione per il conflitto con la Serbia nel mondo attuale situazione politica, solo l’UE può andare.

Una volta ha scritto: “la cancelliera Merkel last stand nei Balcani. Sarà vincere il successo di questa battaglia?

Sono sicuro che è dentro di loro il tempo restante in ufficio il successo, il pericoloso equivoco di una terra contratto di swap per tutto il Tempo di raccogliere. Non da ultimo, perché un tale Accordo è nulla per la stabilità democratica e di consolidamento dell’indipendenza del Kosovo, ma anche la Serbia e la coesistenza pacifica tra Albanesi e Serbi, sarebbe di aiuto, ma, al contrario, di una pericolosa destabilizzazione di tutta la Regione, e un enorme danno per la democrazia e lo stato di diritto.

Se un accordo può essere il loro mandato, firmato è più difficile da prevedere. Ma molto più importante che la sottoscrizione stessa è, comunque, che vi è una fondamentale Reset dei negoziati, sulla Base di un ritorno all’originale negoziazione quadro del dialogo politico nel 2013. Così aprendo la strada per una vera e completa e sostenibile accordo di pace tra il Kosovo e la Serbia.

La conversazione è stata guidata da Anila Shuka

Bodo Weber è un Senior Associate di Democratizzazione Politica del Consiglio (DPC), una TRANS-Atlantico think tank, con sede a Berlino.