Google vs Evernote: qual È il Migliore?

0
69

Viviamo in un’epoca di informazioni. Come più e più dati inondazioni su internet su base giornaliera, diventa una lotta per tenere traccia pertinenti, relativi dettagli. Molto di ciò che si verifica è solo rumore, ma come si fa affidabile prendere appunti, senza interrompere il compito a portata di mano?

Sia Evernote e Google offrono soluzioni al problema particolare, ma che è l’opzione migliore? Questa guida ti abbattere: Google vs Evernote per aiutarvi a prendere la decisione giusta.

Interfaccia Utente

Quando si tratta di prendere appunti, alcuni elementi sono più importanti dell’interfaccia utente. L’organizzazione delle note e di essere in grado di trovare a colpo d’occhio è di vitale importanza per la vostra produttività. Con questo in mente, Google e Evernote sono molto diverse.

Google organizza le note in una nota di post-it di moda, consentendo agli utenti di vedere una breve sintesi di ciò che ogni nota contiene a colpo d’occhio. Gli utenti possono creare quattro diversi tipi di note: testo, immagine, disegno, e le liste. È inoltre possibile aggiungere promemoria, note, codice colore di loro, e di creare tag personalizzati.

Google Keep è semplice, senza tanti inutili campane e fischietti. Esso fornisce agli utenti un modo semplice per prendere appunti e poco altro.

Quando si tratta di trovare le note, gli utenti hanno due opzioni: la Griglia predefinita di Visualizzazione e di una Visualizzazione Elenco. Gli utenti possono ordinare anche tra i regolari note e promemoria. Per l’ordinamento offre al di là di questo, è necessario che gli utenti utilizzano i tag personalizzati.

Evernote è organizzata in modo più come un tradizionale notebook e ha molto più complesso di caratteristiche di Google. Le note sono organizzate in vari notebook, che possono poi essere suddivisi ulteriormente in diverse sezioni. Ci sono più di una dozzina di modelli tra cui scegliere per ogni nota, più opzioni di formattazione, tag e molto di più.

L’organizzazione è anche molto più personalizzabile, troppo. Gli utenti possono ordinare entro la data di creazione della nota o la data di aggiornamento, per titolo e tag. Altre caratteristiche sono disponibili a Evernote utenti, ma questo richiede un abbonamento.

Collaborazione

La collaborazione è il prossimo parte più vitale del notetaking. Quando si utilizza Google vs Evernote per studente o professionista di lavoro, gli utenti devono essere in grado di lavorare insieme e visualizzare le stesse note.

Google rende collaborazione con la semplice condivisione di un Google Doc con qualcuno. All’interno della nota, è un’icona con un segno più accanto a esso. Fare clic su questo e digitare l’indirizzo email del collaboratore. Una volta ricevuto l’invito, il collaboratore può visualizzare e modificare la nota.

Evernote consente di collaborazione un po ‘ più difficile. Per condividere una nota o lavorare con qualcun altro, fare clic su Condivisione pulsante in alto a destra dello schermo e inserire il proprio nome o e-mail.

Gli utenti possono anche creare condivisibile collegamenti che consentono ai collaboratori di visualizzare e modificare le note. Detto questo, il processo richiede diversi passi in più rispetto a Google di Tenere non.

Estensioni e Semplicità di Utilizzo

Uno dei tanti punti di forza dei servizi di Google e Evernote è quanto è facile per gli utenti di salvare siti web, immagini e clip video dal web. Se vi imbattete in qualcosa di rilevante per la vostra ricerca, non è necessario copiare il link e creare una nuova nota. Basta fare clic sull’estensione o add-on icona per creare automaticamente una nota.

Sia Google e Evernote sono le estensioni che lavorano in Google Chrome e Firefox. Ci sono anche le app per Android e iOS che consente di espandere questa funzionalità per gli utenti mobili.

Google crea automaticamente una nota quando si attiva l’estensione, ma dare la possibilità al titolo della nota e di includere i dettagli su ciò che la nota comporta. Facile e veloce, che è esattamente ciò che molti utenti hanno bisogno per la ricerca di ricerca.

Evernote Web Clipper funzioni nello stesso modo, ma dà agli utenti più opzioni quando si salva il contenuto. È possibile salvare una clip, un articolo, una semplificato articolo, una pagina intera, un segnalibro, o di una schermata. È inoltre possibile aggiungere i tag personalizzati e scegli quello che fa per notebook per salvarlo prima di finalizzare la vostra scelta.

Come prima, Evernote aggiunge ulteriori passaggi e le opzioni ad un altro processo semplice. Se vuoi più scelte nel modo in cui le note vengono salvate, Evernote è il modo per go—altrimenti, Google vince la semplicità.

Integrazione

Google Keep si integra perfettamente con gli altri Prodotti Google. È possibile aprire Tenere da altre applicazioni per prendere appunti senza lasciare il servizio è già in corso. Se si lavora principalmente all’interno dell’ecosistema Google, quindi questo è perfetto per voi, ma se le altre applicazioni che fanno parte della vostra routine di flusso di lavoro, quindi Evernote può essere la scelta migliore.

Evernote si integra con una serie di applicazioni di terze parti, tra cui Gmail, Outlook, Salesforce, Slack, e molti altri. Anche se non è semplice o facile da usare come Google Keep integrazione Evernote si rivolge più verso gli utenti avanzati.

Google vs Evernote: qual è il Migliore?

Alla fine, entrambi i programmi hanno caratteristiche potenti che rendono degno di considerazione. Tuttavia, Google Keep è più propriamente una nota-l’assunzione di app, mentre Evernote può essere utilizzato per la collaborazione in team, stesura di documenti, e molto altro ancora. Google è il più utilizzato da studenti o più casual notetakers, mentre Evernote è più a casa in un contesto professionale.

Usare Google o Evernote? Che prendere nota di servizio preferisci, e c’è un’alternativa migliore che ci sia? Fateci sapere nei commenti qui sotto.