Di Sexbomben e Hausdrachen: Konrad Klapheck è 85

0
32

Konrad Klapheck dipinse per decenni Macchine e diede loro bizzarre Nome. L’Immagine di un Ferro da stiro chiamò “Hausdrachen”. Ora si festeggia il “Maschinenmaler” il suo 85. Compleanno.

Konrad Klapheck 2013 due Dipinti nel Museum kunst palast di Düsseldorf

Nel 1955, dieci Anni dopo la Fine della Seconda Guerra mondiale, è la Ricostruzione in Germania, è in pieno Svolgimento. C’è un senso di ottimismo, con l’Entrata in vigore dei Contratti di Parigi termina l’Equipaggio, e la Germania è di nuovo sovrano. La repubblica Federale si verifica con la Nato, e nel Cinema gira “la valle dell’Eden” con James Dean.

A quel Tempo, entra un giovane Studente d’arte di Düsseldorf, un Schreibmaschinengeschäft e prende in prestito una “Continental” da. Ma non per scrivere, anche se lui è un gli amanti della letteratura giunto e, dopo il Diploma, infatti, a breve, con il Pensiero che ha giocato di diventare uno Scrittore. Ma ora studia nel secondo Semestre presso la prestigiosa Accademia di belle arti di Düsseldorf e vuole la Macchina da scrivere insieme. La Macchina lo rendono famoso e lui l’Appellativo di “Maschinenmaler” di riscatto.

Una delle tante macchine da scrivere, la Konrad Klapheck resero famosa

Maestri della Pittura moderna

La “Macchina da scrivere” non è Konrad Klaphecks prima Immagine, ma segna l’Inizio della Carriera di un tedesco Nachkriegskünstlers, che per decenni meticolosamente Macchine che dipinge. La Macchina da scrivere è un Motivo ricorrente nella sua Opera. Sperimenta come Studente con Stili diversi, ma il suo Maestro Bruno Goller gli consiglia di Pittura moderna di rimanere. Si sarebbe meglio vendere. Aveva Ragione. Già undici Anni più tardi, ha dedicato il Kestner-Gesellschaft, una delle più grandi associazioni artistiche in Germania, il giovane Pittore, una Retrospettiva.

Il suo Stile è unico nel Dopoguerra e fa la spola tra Iperrealismo, Surrealismo e Pop Art, Ha affermato di “non reale o surreale, e, in astratto, è certamente non; più probabile che tutto si riduce ad una Sorta di Intellektual-Pop fuori”, ha scritto Rosa Maria tedeschi / alpa 2015 della Frankfurter allgemeine Zeitung.

Un Ospite della Kunsthalle di Recklinghausen, davanti all’Immagine di “Autobiografia”

Di Sexbomben e Hausdrachen

Klaphecks Immagini di lasciare libertà di interpretazione e di giocare con la loro ironico Titolo di doppi sensi: L’Immagine di una macchina da Cucire porta Il Titolo di “offesa Sposa” (1957), l’Immagine di un Soffione significa “La Bomba e il suo Compagno” (1963), un Ferro da stiro che lui chiama “Il Hausdrachen” (1964), un altro Ferro da stiro riceverà il Titolo di “La Suocera” (1967). Il Titolo faccio egli solo Pensiero, se l’Immagine ultimata, egli disse una volta. Ma è proprio il Nome delle Immagini si spostano in un’altra Luce e umanizzare il freddo Quotidiana e degli Oggetti d’uso.

Konrad Klapheck vive come un giovane Artista, un Po ‘ di tempo a Parigi, dove con i residenti Artista incontra. Max Ernst, lui è molto venerata, egli fornisce una visita a sorpresa dal. André Breton, vince per la presentazione in catalogo per la sua prima Mostra a Parigi – è un’Impresa difficile. Ma il Poeta francese e Autore del “Manifesto del Surrealismo” piace Lavorare Klaphecks. Una delle sue Immagini dipende per Breton in una Porta tra la Cucina e Studio, come Klapheck in un’Intervista con il Francoforte, Städel Museum Anni dopo, ricorda.

Stretto Legame con l’Accademia di belle arti di Düsseldorf

La maggior parte del Tempo della sua Vita, ma passa Klapheck a Düsseldorf. Lì è il 10. Febbraio 1935 nato. I suoi Genitori sono Storico dell’arte e insegnano presso la locale Accademia di belle arti. Come Konrad quattro Anni, suo Padre muore in precedenza dai Nazisti, dall’Accademia di belle arti, è stato respinto. Pochi Mesi dopo scoppia la Seconda Guerra mondiale. Come le Bombe cadere, si rifugia con la Madre per i suoi Familiari a Lipsia e, da lì, verso la Campagna. Dopo la Guerra la Famiglia si trasferisce di nuovo a Düsseldorf, dove Klapheck il Diploma di potere, studiato e dal 1979 al 2002 come Professore presso l’Accademia di belle arti, insegna.

Konrad Klapheck, nel 1998, nel suo Atelier a Düsseldorf

Klaphecks Opera in due Schaffensphasen suddiviso: una prima e una dopo il 1997. Fino alla Fine degli anni 1990 si concentra Konrad Klapheck nella sua Pittura in un unico Oggetto, ad Esempio una Macchina da scrivere, macchina da Cucire, un Coltellino, un Ferro da stiro o un Paio di Schnürstiefel. Dopo il 1997 venire Figure di aggiungere, nuda per la maggior parte. Sono modelli di ruolo Prospetti e la Aktfotografie degli Anni 1920. Un Motivo per il Stilwandel, ha chiamato il 2005, in una delle sue rare Interviste, il Rheinische Post: “non Ho bisogno di più per il Mercato dell’arte di produrre. Io non me stesso di copia.” Nel frattempo, è diventato tranquillo per Konrad Klapheck. 10. Febbraio si celebra questo importante Artista tedesco storia dell’Arte del suo 85. Compleanno.