Papa in Asia: il Viaggio come Promemoria della Tolleranza

0
50

Papa Francesco ha visitato la Thailandia e Giappone: Nuovo giro, il Leader cattolico Paesi con una piccola Minoranza cristiana. Soprattutto le Visite a Hiroshima e Nagasaki essere atteso.

32. Viaggio all’estero di questo Papa è il quarto, il lui in Asia porta, questa volta per una Settimana. Ogni tre Giorni, è in Thailandia e Giappone. Verso la Fine della visita il capo della chiesa cattolica, sia di Nagasaki, sia di Hiroshima. Le due Città giapponesi sono stati dagli Americani alla Fine della Seconda Guerra mondiale, nel 1945, con le Bombe atomiche distrutti, i loro Nomi sono in tutto il mondo Monito contro le armi Nucleari.

Così viaggia Francesco di nuovo in Paesi buddista caratterizzato, in cui solo poche centinaia di migliaia di Cattolici, di una Minoranza (circa il 0,5 per Cento) della Popolazione che rappresentano. La Percentuale dei Cristiani è solo leggermente più grande. In Tempi In cui in tutto il mondo la Delimitazione cresce e Dialoghi, per di più Bene, sono Francesco, questo tipo di Viaggio, con l’Obiettivo di interreligiose e la Comprensione, sempre a livello di programmazione.

Buddista Pellegrini al Tempio a Bangkok: Solo una piccola Minoranza sono Cattolici

Voleva, ha detto il Papa Prima del Viaggio, con Vista sulla Thailandia, “i Legami di Amicizia ribadire che noi, con molti buddisti Fratelli e Sorelle connetti”. Questa concedere “un eloquente Testimonianza dei Valori della Tolleranza e dell’Armonia”. Ciò che egli non ha detto: Nel Sud della Thailandia combattere l’un l’altro Buddisti e Musulmani, dopo più di Autonomia, impegno, da molti Anni in un sanguinoso Conflitto con migliaia di Morti.

Dialogo interreligioso e di Preclusione

Entrambi i Paesi sono buddista da diverse Tradizioni. Perry Smith-Leukel, Professore di studi religiosi e interculturale in Teologia presso l’Università di Münster, spiega che il Rapporto tra il Cristianesimo e il Buddismo”, molto caratterizzato il periodo Coloniale”, anche se entrambi i Paesi non di Potenze europee colonizzato sono stati. Testimonio soprattutto la “rigorosa Abschottungspolitik” del Giappone da inizio 17. Secolo, al Divieto del Cristianesimo ha portato fino al 19. Secolo.

Perry Smith-Leukel, Delle Religioni

“In entrambi i Paesi c’erano e ci sono politici e religiosi Riserve nei confronti del Cristianesimo”, così Schmidt-Leukel nella Conversazione con la Deutsche Welle. Visto che e ‘nel Rapporto tra il Cristianesimo e il Buddismo in entrambi i Paesi storici Carichi, entrambe con la sfortunata Totale Missione cristiana e occidentale coloniale Ambizioni fare effetto dopo”, dice il Teologo. “Queste Memorie storiche sono untergründig nella Coscienza della Popolazione già lì.” In Thailandia esistono ancora alcune Riserve nei confronti di un Dialogo religioso. In Giappone è quanto meno un permanente interreligioso Conversazione tra chiesa cattolica Benedettini e dai Monaci buddisti della delega.

Papa Francesco, nel Febbraio 2019 a Abu Dhabi

Dei delle religioni ricorda che la stessa Chiesa cattolica la libertà religiosa e la Necessità del Dialogo solo con il Concilio Vaticano ii (1962-1965) avrebbe riconosciuto. E Papa Francesco sia con “incredibili Dichiarazioni” religioso Diversità andato come tutti i suoi Predecessori, dice Schmidt-Leukel e si riferisce a una Dichiarazione di Francesco nel mese di Febbraio ad Abu Dhabi con i musulmani Autorità sottoscritto e per la Convivenza delle Religioni è di grande Importanza.

Martiri come Monito

In entrambi i Paesi, Francesco di visitare Luoghi, la Persecuzione dei Cristiani e Martire ricordare. In Thailandia incontra i Vescovi del Paese e di altri Paesi dell’asia presso il Santuario del Beato Nicola Boonkerd Kitbamrung, un thailandese Sacerdote nel 1944, dopo molti Anni di Detenzione, è morto e il 2000, è stata beatificata. In Giappone si ferma al Monumento dei Martiri giapponesi a Nagasaki, il massiccio e anni di Persecuzione con migliaia di Vittime, a partire dal 1614 ricorda. “Il Papa potrebbe cogliere l’Occasione e dire qualcosa – Persecuzione religiosa – non può dare di più, né in una né nell’altra Direzione”, dice Schmidt-Leukel.

Hiroshima dopo la bomba Atomica Del 1945: Papa Francesco indica l’Uso di armi Nucleari come “immorale”

In tutto il mondo la più grande Attenzione, sono sicuro che le Visite presso i Siti delle esplosioni atomiche, Abwürfe trovare. A Nagasaki il Papa vuole un Messaggio contro le armi Nucleari, e proclamare a Hiroshima in un dialogo interreligioso incontro per la pace di partecipare. Sono ormai Settimane che arrivano dal Vaticano Note, quale grande Importanza il Discorso che potrò avere. Il Giorno prima del Viaggio, chiamò Francesco in un Videomessaggio di un Uso di armi Nucleari “immorale”. Insieme con i Giapponesi prego egli, “che la Forza distruttiva delle armi Nucleari mai nella Storia dell’umanità scatenerà”.

“Mai più la Guerra”

Francesco è il secondo Papa che Hiroshima e Nagasaki visitato. Nel 1981, nelle Nozze della Guerra Fredda, ha formulato Giovanni Paolo II, un appassionato Friedensappell. Il Ricordo di Hiroshima significa, alla Pace di obbligare. In Lingua tedesca, ha detto: “Il Mondo vi invito a: ci Sentiamo responsabili gli uni degli altri e per il Futuro di tutti i politici e sociali delle Frontiere. Lasciamo l’Umanità, mai più Vittime nella Lotta tra wetteifernden Sistemi. Mai più una Guerra!” Beh, 38 Anni dopo, il Mondo è simile strappati e la Minaccia dell’Uso di armi Nucleari in crescita. Francesco, il certo per parlarne.