Museo Barberini a Potsdam percorre “le Vie del Barocco”

0
148

Caravaggio e altri Pittore Barocco comparendo ora a Potsdam Museo Barberini. La Mostra “le Vie del Barocco” mostra 54 Capolavori di Palazzo Barberini, Galleria Corsini a Roma.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Narciso

    Il selbstverliebte Narciso considerato portato via la sua immagine riflessa. La sapiente Gioco di luci, Chiaro-Scuro Effetti, Concentrandosi sull’Essenziale – Caravaggio (1571-1610), vale a causa del suo stile della pittura come la protagonista del Barocco Pittura. La sua e le Opere dei suoi Successori, che altrimenti romana, Galleria nazionale, appendere, ospitano fino a 6. Ottobre 2019 nel Barberini-Museo di Potsdam, in germania.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Betsabea al Bagno

    “Betsabea al Bagno” è il Titolo di questo Dipinto di Artemisia Gentileschi (1593-1653). Era stato un Artista italiano del Barocco e ancora oggi è considerata la più importante Pittrice della loro Epoca. Le Immagini mostrano spesso le Donne dalla forte Diffusione coraggioso, determinato e sicuro di sé.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    L’Artista al Lavoro

    Come la giovane Scoperta della Kunstgeschichtler vale Michael Sweerts. Il Pittore fiammingo (1618-1664) ha trascorso la Metà del 17. Secolo di dieci Anni a Roma, dove ha la Malweisen suoi Colleghi italiani proprio fatto. In quest’Opera, il forte chiaroscuro Effetti vive, ha interpretato un “Artista”.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Drammatica Corpo

    “Sansone e Dalila”, l’Opera di Matthias Stomer (circa 1600-1652) intitolato, con cui l’Artista olandese un Soggetto del Fiammingo Peter Paul Rubens rispecchiava. Stomer accarezza come una lente focale la Fisicità dei suoi Personaggi fuori. Nasce quindi per Pittore tipico Dramma.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Venere e Adone morente

    Jusepe de Riberas (1591-1652) “Venere e Adone morente” traboccano di Sentimenti. Il dramma nasce. Dalla Spagna proveniente Pittore ha vissuto e lavorato nella Napoli Barocca. A causa della sua Origine, che chiamarono lui “lo Spagnoletto”, “il piccolo Spagnolo”. Riberas naturalistico Stile rinnovato i comuni di Pittura in Napoli, il che lo Storico dell’arte oggi “Scuola Napoletana” chiamare.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Celesti e Amore

    Un’Immagine e la sua Storia: Il Pittore italiano Giovanni Baglione (1566-1644) era in realtà Kirchenbilder specializzato. Per il suo Dipinto “Amor sacro e amor profano” – “Celeste e terrena Amore”, in cui il celeste Amor terreno castiga, raccolse tuttavia, di Derisione e di Scherno, perché non c’è un Equivalente dell’avversario di Caravaggio. La Disputa si è conclusa in Tribunale.

    Autrice/Autore: Stefan Dege


  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Narciso

    Il selbstverliebte Narciso considerato portato via la sua immagine riflessa. La sapiente Gioco di luci, Chiaro-Scuro Effetti, Concentrandosi sull’Essenziale – Caravaggio (1571-1610), vale a causa del suo stile della pittura come la protagonista del Barocco Pittura. La sua e le Opere dei suoi Successori, che altrimenti romana, Galleria nazionale, appendere, ospitano fino a 6. Ottobre 2019 nel Barberini-Museo di Potsdam, in germania.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Betsabea al Bagno

    “Betsabea al Bagno” è il Titolo di questo Dipinto di Artemisia Gentileschi (1593-1653). Era stato un Artista italiano del Barocco e ancora oggi è considerata la più importante Pittrice della loro Epoca. Le Immagini mostrano spesso le Donne dalla forte Diffusione coraggioso, determinato e sicuro di sé.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    L’Artista al Lavoro

    Come la giovane Scoperta della Kunstgeschichtler vale Michael Sweerts. Il Pittore fiammingo (1618-1664) ha trascorso la Metà del 17. Secolo di dieci Anni a Roma, dove ha la Malweisen suoi Colleghi italiani proprio fatto. In quest’Opera, il forte chiaroscuro Effetti vive, ha interpretato un “Artista”.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Drammatica Corpo

    “Sansone e Dalila”, l’Opera di Matthias Stomer (circa 1600-1652) intitolato, con cui l’Artista olandese un Soggetto del Fiammingo Peter Paul Rubens rispecchiava. Stomer accarezza come una lente focale la Fisicità dei suoi Personaggi fuori. Nasce quindi per Pittore tipico Dramma.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Venere e Adone morente

    Jusepe de Riberas (1591-1652) “Venere e Adone morente” traboccano di Sentimenti. Il dramma nasce. Dalla Spagna proveniente Pittore ha vissuto e lavorato nella Napoli Barocca. A causa della sua Origine, che chiamarono lui “lo Spagnoletto”, “il piccolo Spagnolo”. Riberas naturalistico Stile rinnovato i comuni di Pittura in Napoli, il che lo Storico dell’arte oggi “Scuola Napoletana” chiamare.

  • “Le vie del Barocco”, al Museo Barberini

    Celesti e Amore

    Un’Immagine e la sua Storia: Il Pittore italiano Giovanni Baglione (1566-1644) era in realtà Kirchenbilder specializzato. Per il suo Dipinto “Amor sacro e amor profano” – “Celeste e terrena Amore”, in cui il celeste Amor terreno castiga, raccolse tuttavia, di Derisione e di Scherno, perché non c’è un Equivalente dell’avversario di Caravaggio. La Disputa si è conclusa in Tribunale.

    Autrice/Autore: Stefan Dege


“E’ stato fin dalla nostra Fondazione, nel 2017, il nostro Desiderio, con la Raccolta dei nostri Namensschwester a Roma una Mostra di realizzare”, ha detto Museumsdirektorin Ortrud Westheider. Con “le Vie del Barocco” il Museo Barberini Potsdam, in germania, dal 13. Luglio al 6. Ottobre l’Opera di Caravaggio (1571-1610) e dei suoi Successori.

Culmine della manifestazione è Caravaggio “Narciso” (Artikelbild), tra il 1597 e il 1599 nasce. Con la sua Concentrazione il Momento decisivo di una Narrazione colpì l’Artista nuove Vie nell’Arte, Come su un Palcoscenico, i Personaggi schlaglichtartige Illuminazione monumentalisiert.

In una Sala del Piano terra del Museo Barberini risplende di Pietro da Cortona monumentale Affresco del Gran Salone del Palazzo Barberini, come rovesciamento immagine per montaggio. Il Palazzo Barberini ospita una delle Collezioni più importanti di romano Barockmalerei. Insieme con il Palazzo Corsini ospita oggi la Galleria nazionale italiana.

Il Museo Barberini a Potsdam

Impulsi per la Pittura del nord europa

Il Prestito delle Immagini sia stato possibile, in quanto la Mostra romana, Galleria nazionale, appena rinnovato, avrebbe detto la cui Direttrice Flaminia Gennari Santori. “Caravaggio e la sua Cerchia hanno Impulsi per la Pittura del nord europa dato.”

La Mostra è incorniciato da un Italia-Festival a Potsdam. I Visitatori possono, a loro la visita al Museo, una Passeggiata di italiano ispirato l’Architettura e l’Arte in Città e nel Welterbepark Sanssouci imprese – con l’Audioguida dei Barberini-App, il presentatore televisivo Günther Jauch (“Chi vuol essere Milionario”) si parla.

La ricostruita Palazzo Barberini a Potsdam stesso. Il Re prussiano Federico il Grande, che ha fatto una Piazza italiana a Potsdam desiderato e per la Costruzione dell’Edificio da un Incisione di ispirazione, il Palazzo Barberini, a Roma, ha mostrato, ha spiegato la Direttrice Westheider. Il Palazzo è stato durante un Bombardamento, negli ultimi Giorni della Seconda Guerra mondiale, nell’Aprile del 1945, distrutta dal 2013 al 2016 dal Software Miliardario e Kunstmäzen Hasso Plattner, come il Museo ricostruito.

sd/bb (dpa/Museo Barberini)