Protesta Anti-Governativa in Serbia si allargano

0
34

Da Mesi è in Serbia contro il Presidente della repubblica Aleksandar Vučić protesta. Il Sabato è peggiorata la Situazione – i Manifestanti hanno preso d’assalto il Staatssender e cinsero d’assedio il palazzo Presidenziale.

I manifestanti di Belgrado, vuole la Libertà di

“Vogliamo che il pubblico di Radiodiffusione solo aiutare il proprio Motto di realizzare il Vostro Diritto di sapere tutto”, gridò Boško Obradović al Megafono. La Cornice per la presenza del Presidente della rechtsnationalen Partito serbo “Kupit” era piuttosto insolito nel bel mezzo dell’Edificio nazionale Trasmettitore RTS.

Obradović ha sollecitato, insieme con altri esponenti dell’opposizione, ed una cinquantina di Manifestanti Venerdì nell’Edificio nel Centro di Belgrado, mentre fuori ancora Centinaia di Persone hanno manifestato. Solo poche Ore più tardi, ha abolito la Celere possibile uscire. C’erano le Immagini dei pochi Colpi contro i Manifestanti, ma la Situazione si aggravava non di più.

Il Momento della Blitzaktion era simbolico – ore 19:30 il Telegiornale della sera RTS, tradizionalmente elevati indici di Ascolto. Ma il pubblico di milioni di persone ottiene solo raramente, se mai, di Proteste in oltre 90 Città serba di vedere qualcosa. Dal mese di Dicembre per andare a Decine di migliaia in strada contro la “Dittatura”, per lo stato di Diritto, Libertà di stampa e di libere Elezioni.

Vučić inserisci ilt e combattivo

“Io non temo. Io posso solo la mia Vita perde. Io vado avanti per la Serbia combattere, questo è l’Importante”, rispose Serbia Uomo forte, Aleksandar Vučić ha vissuto in melodramatischem Suono. Il Presidente ha definito l’opposizione di Politici come “Teppisti” e “Fascisti”, con la Violenza il Potere volevano.

Sitzblokade del governo, il Trasmettitore RTS a Belgrado

Mentre Domenica in una Conferenza stampa si è presentato, cinsero d’assedio, migliaia di Persone il palazzo Presidenziale e hanno protestato ad alta voce con la Musica, Fischietti e che gridano Vučić. I Manifestanti hanno sfondato una Polizeikette per il CAMION con i Diffusori, oltre l’Edificio. C’erano gli Scontri violenti. “Come si vede, la Situazione cambia rapidamente”, ha detto il sinistro politico dell’opposizione, Borko Stefanović il DW-Reporter sul Posto.

Originariamente volevano Persone provenienti da tutto il Paese fino al 13. Aprile a Belgrado una Großkundgebung si riuniscono, ma potrebbe anche andare più veloce. “Speriamo che questo Governo qualcosa di Ragione rimasto e speriamo che le nostre Richieste rapido”, Stefanović. Un Attacco Politico, nel Dicembre scatenante delle Proteste. Insieme a due amici, è stato Stefanović prima di un Evento di Uomini picchiato, quali la Vicinanza al Governo concussione.

Migliaia di persone hanno protestato con Musica, Fischietti e che gridano Vučić

L’opposizione inizia a formarsi

Anche se molti Manifestanti ancora rifiutano di una concreta opposizione Raggruppamento di sostenere, si è affermata gradualmente il “patto per la Serbia” come leader delle Proteste. L’Alleanza, che includono un Mix di Nazionalisti sui diritti Civili, fino ai Politici di sinistra.

La Redazione consiglia

Aleksandar Vučić ci sono i Riformatori della Serbia nell’UE vuole condurre. Ma la sua Propagandamaschinerie lavora ininterrottamente. Nuove Analisi mostrano che Fake News in Serbia nel frattempo politica di stato sono diventati. (31.01.2019)

A Belgrado nuovamente le manifestazioni di massa contro il Governo del Presidente Vucic si è verificato. Hanno bloccato la statale Televisione, la Propaganda per il Governo di accusare. (09.03.2019)

L’Opposizione in Serbia non è facile: I Media sono la medesima, il Presidente Vucic ha il pieno Controllo della Polizia e della Giustizia. E sempre di nuovo essere politici dell’opposizione Vittime di Violenza. (27.11.2018)

Le Proteste di massa sono, finora, la più grande Sfida per Vučić, da sette Anni il qualsiasi paese balcanico con la Mano pesante governa. La Lista delle Accuse contro di lui è lungo: Nepotismo, Legami con la Criminalità organizzata e Klientelpolitik per i Membri della sua Progressisti. Ogni decimo di sette Milione di Cittadini è un Membro del Partito – l’appartenenza ad un partito vale come Biglietto d’ingresso per i Posti di lavoro e Garante per Wahlgeschenke.

Vučić frammentazione politica di Concorrenza, anche attraverso una Integrazione dei Media. Ad eccezione di un Cavo e un paio di auflageschwachen Settimanali avvolgono i Media Mainstream, il Presidente alternativamente con Lode e Caccia i suoi Critici.

Proteste anche a Berlino

“A quanto pare è Vučić profondamente irritato, che le Proteste durare a lungo”, dice di Belgrado Colorni, Boban Stojanović. Soprattutto, va riconosciuto il Presidente attenzione, non Immagini polizia Brutalità di fornire. La dignità ai Manifestanti un Sacrificio-Status e la Situazione potrebbe sfuggire di mano. “Se l’Opposizione ma la Pressione aumenta ulteriormente, potrebbe finalmente la Liberazione dei Media, più Democrazia e, si spera, libere Elezioni”, così Stojanović nel DW-Intervista.

L’ex nazionalista Falco Vučić respinge tutte le Accuse. Egli vuole che il suo Paese nell’UE, molti fidarsi di lui addirittura la Risoluzione del jahrzehntealten Conflitto con l’ex provincia meridionale serba del Kosovo, Belgrado e non come Stato indipendente riconosce. Una pratica di Tesi in Serbia: Con la sua Acquiescenza nei confronti Kosovo erkaufe si Vučić il Silenzio dell’UE per la Repressione all’interno del Paese.

Ora anche a Berlino: il Supporto per l’Opposizione serba a Belgrado

La Connessione di attirare l’attenzione, è stato il Sabato, per la prima Volta a Berlino dimostrato. Una cinquantina di Persone si sono riunite in caso di Pioggia al Alexanderplatz, per la Landesleute casa di sostenere. “Vogliamo che i Cittadini di Berlino, e i loro Rappresentanti politici domande, perché un autokratisches Regime in Serbia”, ha detto Ljubica Šljukić Tucakov della DW. La giovane Sprachwissenschaftlerin vive da sei Mesi nella Capitale tedesca, ha le Proteste coorganizzato. A Berlino, come a Belgrado vuole la Gente continua a dimostrare.

Nei Balcani occidentali ribolle appena in molti Punti. Anche in Albania, il Montenegro e la Repubblica serba in Bosnia Migliaia per le Strade, per di più democratiche. I primi Osservatori parlano già di un “Balcanica di Primavera”.