“Con maschera antigas e kugelsicherer Gilet”

0
44

Come funziona un abbozzo Giornalista oggi in un ambiente così polarizzato Paese? Emilio Materán, Direttore del Quotidiano “la Voz” a Caracas, nel DW-Intervista.

Deutsche Welle: Señor Materán, e qual è il Lavoro di un Giornalista in Venezuela attualmente?

Emilio Materán: si comincia così, come un Giornalista con la maschera antigas e kugelsicherer Giubbotto di Manifestazioni segnalato e si estende fino a Intimidazioni. A me una volta ha un alto Funzionario del governo ha minacciato che mi obbligano a fare, io il mio Giornale di vendere. E queste Minacce non vanno senza lasciare traccia di un passato. Assunto quindi tutta la Famiglia. È solo molto difficile. Non solo a causa dei Rischi che abbiamo ricevuto, ma anche perché il Venezuela politicamente completamente polarizzata. La Politica ha il Giornalismo molto Danno. Molti Giornalisti qui la Politica profanato, alcuni Giornalisti tenere all’Opposizione), altre con il Governo. Per i Giornalisti che il Governo critici, tuttavia, è molto più difficile, perché il vostro Lavoro più difficile. A scendere, le autorità non ran, perché l’Accesso è negato. Spesso vi è anche la Partecipazione a conferenze stampa del Governo proibito.

Anche di Manifestazioni, come qui a Caracas, relazioni critiche di Giornalisti sempre più difficile

Quindi è molto difficile trovare un Interlocutore del Governo, e contemporaneamente si lamenta poi che il Giornalista non si dispone di una particolare Dimostrazione o Conferenza stampa ha riportato. Per i Giornalisti che il Governo vicine, è invece molto più semplice. Quello che ti colpisce, è che non fare Domande, ma apertamente la loro Opinione. È possibile servita molto bene su “Canale 8” osservare, in realtà un Staatssender deve essere, ma in Realtà è un Regierungssender. Questo Canale, purtroppo, solo di Propaganda politica.

Per i Giornalisti, il Venezuela è una Autocensura?

Naturalmente, Giorno per Giorno. Da Anni, la Radio e la Televisione chiusa, con l’Argomento che la Concessione era scaduta. Sotto il Presidente Hugo Chavez e Nicolàs Maduro sono oltre 200 stazioni Radio sono stati chiusi. Oltre 100 Giornali dovevano nello stesso Periodo, chiudere, perché l’Acquisto di Carta più difficile. E ci sono naturalmente ancora non la miriade di Giornalisti che contano, che hanno perso il Lavoro: Perché il Datore di lavoro riceve una Chiamata che il suo Medium immediatamente la Concessione perde, se quel Giornalista non immediatamente licenziato.

Il leader dell’opposizione Guaidó Venezuelani raramente in diretta Tv

Il Caso più recente è quella di César Miguel Rondón, molto scomoda Giornalista per il Governo, perché è molto critica delle Domande. E per tutti questi Motivi, censurare i Giornalisti, in Venezuela, oggi stesso, per non avere Problemi. Se è così, per Esempio, le Manifestazioni dell’Opposizione, là quasi tutti i Giornalisti. Una Marcia dei Seguaci di Juan Guaidó si potrebbe vedere con la Fortuna, la Sera, nei Messaggi un po’, ma mai dal vivo, se la Marcia appena si svolge. Anche la Fernsehsehsender con il più alto indice di Ascolto, come Venevisión, Televen o Globovisión, tenere molto indietro. E anche per le stazioni Radio, la Censura al giornalismo di tutti i giorni.

In america Latina i Media sono spesso di Informazione e di Opinione mescolati. Il Venezuela è attualmente così?

In ogni Caso. I Maduro-amichevole Media, senza Eccezione, ma anche quelle di Maduro-critica dei Media, ci sono molti Giornalisti che fanno questo. Invece di informare prendere i Giornalisti chiaramente una Posizione, e non in Meinungsprogrammen, a cui appartiene. Nei Telegiornali, ogni Contributo con la propria Opinione del Giornalista colorato. Sì, ci sono qui in Venezuela, con estrema chiarezza, Pendio, di Informazione e di Opinione si mescolano.

Emilio Materán in La-Voz-Redazione a Caracas

C’è indipendente e imparziale Giornalisti o ci si accorge subito che si tratta di Sostenitori o Avversari di Nicolás Maduro?

Si nota, Infatti, immediatamente, chi a favore e chi contro il Presidente. Ci sono certamente molti Giornalisti, e a cui io sarei anche contare che cercano, in questo radikalisierten Paese obiettivo a riferire. Ho accanto alla mia Attività di Direttore del Quotidiano “la Voz”, per Esempio, un settimanale Meinungsprogramm in Radio. Lì faccio una Settimana che qualcuno del Governo, la Settimana su di esso una Persona da parte dell’Opposizione, cioè, cerchiamo di essere indipendente. Comunque credo che in questo Momento in Venezuela è impossibile, completamente imparziale. Ci sono molte Domande che, per il Fallimento del Governo di rotazione. L’Esempio più recente: il Blackout, come abbiamo quattro Giorni senza Elettricità erano qualcosa di assolutamente Inconcepibile.

È lo stato d’Animo tra i Giornalisti dei vari Cuscinetti simile avvelenato, come il venezuela, la Società è il Caso?

Ci sono certamente non di Odio, ma non Scambio. E che, anche se molti Giornalisti in passato lo stesso tipo di Supporto che hanno lavorato, ma ora si trovano ad affrontare. Odio vorrei in ogni Caso, non chiamare, ma ci sono grandi Differenze.

Quale Lezione può il Giornalismo dalla Crisi in Venezuela imparare?

Prima di tutto, dobbiamo constatare che la Polarizzazione del Paese il Giornalismo tremendamente male. Il Giornalismo deve essere sul Lato delle Persone e dei loro Bisogni, e non uno Strumento di Manipolazione. E con questo intendo qui entrambi i Lati, quindi sia regierungsfreundliche come -critiche di Giornalisti. L’Opposizione qui ha anche fatto molti Errori e alcuni resoconti dei Media, semplicemente non puoi. Credo che il venezuelano Giornalismo deve Attualità imparare.

Il Modulo di regierungskritischen Quotidiano “El Nacional”, che alla Fine dello scorso Anno, ha annunciato il suo Funzionamento regolare

Di Informazione, abbiamo bisogno di Giornalisti che Meriti come anche gli Errori del Governo e dell’Opposizione chiaramente il nome. E gli Spettatori, Ascoltatori o User devono quindi la tua Opinione. Ma perché qui ci sono tanti giornalisti e Redattori, le Posizioni dei Politici facilmente assumere il Giornalismo in Venezuela sofferto molto.

Molti Medienwissenschaftler ci hanno detto che le reti Televisive, dal Messico all’Argentina, la Lotta di potere tra Guaidó e Maduro come una Telenovela in scena. Qui il bel Principe, Guaidó, dove il malvagio Zio Maduro. Si, sono d’accordo?

Io direi che non generalizzare. In america latina la Televisione, dipende anche da quale Canale Si vede. Se, per Esempio, “Telesur” accende, Si vede il Contrario. Lì è Guaidó l’Usurpatore, un Staatstreich preparato, e Maduro è il Sacrificio di Presidente degli stati UNITI, Donald Trump. Spegnere le altre Stazioni, si dice, invece, Guaidó tentativi, Venezuela da Ragione di avanzare, mentre Maduro disperatamente al Potere festklammere. Cioè, il Mezzo, la Linea, come la Lotta di potere in Venezuela è segnalato.

Che cosa sarebbe con i Maduro-amichevole Giornalisti accadere quando Juan Guaidó al Potere sarebbe?

Questa è una Domanda molto interessante, perché non sappiamo come i mezzi di comunicazione di massa di Guaidó sarebbe stato. Ma ogni Opposizione dovrebbe essere propria Esperienza di conoscere esattamente la Situazione in cui i Media in Venezuela oggi. Poi naturalmente si può non fare lo Stesso, quindi tutti Maduro-amichevole di Giornalisti dei Media di stato a calci e Guaidó-amichevole Giornalisti sostituire. Guaidó, o chi per lui, il futuro Presidente del Venezuela, è necessario capire quale Danno i Media di stato hanno preso di Danno che il Giornalismo, di per sé, ha preso. Abbiamo bisogno di tornare alla pluralità di opinioni e di Equilibrio di tornare. In ogni Medium, perché anche la loro Sopravvivenza.

Avvistata Emilio Materán lavora da 30 Anni come Giornalista. Egli è il Direttore generale del Quotidiano “la Voz” a Caracas, il Padre è stato fondato.

Intervista di Oliver Pieper.