La mia Europa: Due Anime dell’europa dell’est Petto

0
32

È attualmente molto dimostrata nei Paesi dell’europa Orientale e sudorientale. Molti chiedono un Cambiamento politico. Ma ci sono anche molti che non protestare, e si vuole soprattutto Stabilità, dice Boris Kalnoky.

Forse c’è in ogni Paese, ma penso che vale per noi dell’europa centrale orientale in particolare: Noi, come Società, un po ‘ schizofrenico. Ci sono sempre due di noi. Una che guarda con nostalgia verso Ovest, l’altro corruga sconvolto il Fronte su cui Besserwisserei, Arroganza e, come tale, una Pagina in noi dire pura, immensa Stupidità. E ‘ forse la Pagina che ci domina.

Si può trovare questa Versione di noi, soprattutto in Campagna e nel Cuore di coloro che non sono più molto giovane, ma anche non abbastanza vecchio, non molto ricco, sono ancora molto poveri, le Famiglie hanno già un Lavoro. Le Donne sposate con Figli sono del tutto particolare. Queste sono le Persone che il primo Ministro Viktor Orban in Ungheria, con i suoi due terzi di Maggioranza.

La vita soprattutto nelle grandi Città. Ci sono i Giovani, gli Studenti, i Non associati, Donne giovani, quali il Diritto all’Aborto è più importante Mutterpflichten, quelli che si conoscono Lingue straniere e ama viaggiare. Quando gli Occhi in avanti puntare, che vogliono un Futuro pieno di promesse vedere. Si vede che attualmente si trovano spesso nelle Strade: dimostrare piace moltissimo, in Polonia, in Ungheria, in Serbia, in Romania, in Slovacchia. A loro non basta, le cose restano uguali, e Stabilità – il più grande Valore per il nostro altro, conservatore Io – è un Abominio.

La “Urbano” contro i “Popolari”

Questi due Poli della nostra Società c’è sempre. Da noi in Ungheria si chiamavano già negli anni 1920 e 1930, la “Urbano” – le Élites urbane e i “Popolari”. Entrambi hanno creato la Cultura, la Letteratura, la Musica, l’Arte di Valore duraturo. Ma in Occidente si ha sempre e solo urbana Pagina da noi visto e mai vogliono guardare. Solo le Opere Urbana stati occidentali Lingue. Solo urbano Intellettuali erano a cavallo cercato Interlocutori dei Media occidentali. Questo vale fino a oggi.

Proteste a Belgrado – La “Urbano” contro i “Popolari”

Ma a noi il popolare Scrittore, la Società rurale nelle loro Opere, affettuoso e minuziosamente descritto, sta diventando molto più popolare. Dobbiamo ascoltare di più la Voce più profonda in noi, della musica, dell’Amore tragico. In noi analizza l’eterno Lamento della Nazione.

Anche ora, si affaccia ad Ovest leggermente interessato a quelli di noi che contro i rispettivi Dirigenti dimostrare. Forse, così, si pensa, sono in Oriente, ma non del tutto rovinato. Il Resto – la Maggioranza non è interessata.

La Concentrazione di Potere

È un dato di fatto: Una nuova Generazione sta crescendo, per il “Saggio” nessun punto di Riferimento in più. Il tuo punto di Riferimento è l’attuale, “il male”. Da qualche parte hai Ragione. Lo Spirito della Zukunftsfreude per tempo virata su di giri, è da tempo scomparso. Se Socialisti, come in Slovacchia e Romania o Conservatori, come in Polonia, Serbia e Ungheria, se UE-critici, o come in Serbia, l’UE vergötternd – i Governi dei nostri Paesi provare tutte le Posizioni di potere della Società, e di occupare l’Economia sudditi.

La Redazione consiglia

La Protesta contro una nuova Überstundenregelung in Ungheria strappare. I manifestanti chiamare 2019 “Anno della Resistenza”, i Sindacati vogliono la nazionale di organizzare Scioperi. (22.12.2018)

Questo Sabato protestare per la quarta Volta in questo Mese i Cittadini della Serbia contro la Violenza politica nel Paese. Il presidente Vučić risponde in maniera provocatoria, Anche se cinque Milioni di sono scesi in Strada, sarebbe egli non cedette. (28.12.2018)

In serbo dominato Republika Srpska in Bosnia-Erzegovina inizia l’Anno 2019 con nuove Tensioni. I membri di un movimento di Protesta tramite Mandato d’arresto cercato un Deputato che siede dietro le Sbarre. (03.01.2019)

In Ungheria, le Persone di fronte a una Legge per la Strada, in Albania contro l’aumento delle Tasse universitarie, in Serbia contro l’autorità statale. E in Italia c’era prima Gelbwesten Proteste. (18.12.2018)

La corruzione è, per la Natura della Cosa. C’è una ricerca di massima Potenza, lontano dallo Spirito di Libertà, l’Uomo per il tempo virata, riempiva la Generazione dei Genitori dell’attuale Manifestanti. I loro Figli oggi dicono: Dobbiamo completare ciò che i nostri Genitori hanno cominciato.

Strutturale Conservatorismo in Oriente

I Vecchi muoiono a un certo punto, una nuova Gioventù cresce, e così il Potenziale di Cambiamento è palpabile, ma purtroppo, molti di questi giovani nei paesi occidentali dell’UE-stati Uniti in movimento, i loro Ideali e dove si meritano di meglio. Tutto questo porta ad una strutturale Conservatorismo nell’Europa dell’Est. Il nostro conservatore Io non va via, rimane a casa e scuote la Testa Herumgehüpfe degli altri.

I sondaggi mostrano che i Governi di Polonia, Serbia e Ungheria, per il momento nulla da temere. In Romania e in Slovacchia, è un po ‘ diverso, lì le prossime Elezioni di Cambiamento. Forse perché lì non Conservatore governare, la Famiglia, Dio e Patria di parlare, ma corrotti Socialisti, senza un proprio Messaggio, che si è sempre difficile fare con “Voce di Popolo” nel Paese.

La Stabilità è al Centro

Futuro è inevitabile, e i Giovani della nostra Città, l’Élite di Domani, vuole un Paese diverso da quello in cui si vive oggi. Questa nuova Generazione piace l’UE, ma l’UE si capisce a quanto pare non è: Si prevede, in futuro, meno Soldi dell’europa centrale orientale e dato il la Tendenza all’Emigrazione per il più efficiente Giovani rinforzare. La Chiave del Cambiamento è situato in un Wohlstandsversprechen per la giovane Generazione di casa, non nella Promessa di un Futuro migliore in Germania o in Inghilterra. Che dovrebbe essere a Bruxelles da tenere a mente.

Ciò che ci riguarda: Noi non ci contendere. Il nostro urbano e Io e il nostro rurale Ego sono due Anime. Ma si trova, ahimè, nel nostro Petto. Siamo fatti per stare insieme, l’Aspirazione e la Riluttante. Nel Mezzo, l’Equilibrio, la vogliamo tutti.

Boris Kálnoky, Classe 1961, racconta come l’Ungheria Corrispondente, con Sede a Budapest per il Quotidiano “Il Mondo” e altri Media di lingua tedesca. Egli è l’Autore del Libro “Ahnenland” (Droemer 2011), in cui descrive le Tracce dei suoi Antenati, si reca tra gli altri, il k. u. k.-il Ministro degli esteri Gustav Kálnoky.