Wolfgang Koeppen: “Morte a Roma”

0
36

Roma nell’Estate del 1954. I Fantasmi risveglio. Il sommerso SS-General Judejahn incontra la sua Famiglia divisa. Koeppen, descrive ironicamente umhaucht – tedesco Spirito del Dopoguerra Era.

Roma nei primi anni cinquanta. I primi Turisti si aggirano per la Città, nei Bar e Ristoranti, si diverte, la Bohème, nei locali notturni, la Scena dei Travestiti e Omosessuali.

Qui si incontra un tempo divisa Famiglia tedesca: un africano Wüstenstaat untergetauchter SS-General con il male-ironico Nome di “Judejahn”, la sua “Guida” di Adolf Hitler e il NS Stato doloroso nachtrauernde Moglie, deutschnationale Cognato e la sua BRD-italiano-personalizzati Juristensohn.

Nefasta Mentalità del Dopoguerra

L’occasione per la memorabile famiglia viaggio sono Eventi speciali, i due adulti Figli di separati Nazipaares a Roma, di speranza. Missliebige Eventi, dal punto di Vista dei genitori: il Figlio di Adolf previsto a Roma l’Ordinazione sacerdotale. Si è “inchiodato alla Croce incatenato”, come sua Madre si chiama . Siegfried ha una Künstlerexistenz fuggiti. Una famosa Orchestra di Zwölftonmusik Opera ispirata elencare una “Siegfried Jugendreich indesiderati metodo di composizione”.

Guarda il Video 02:11 Ora live 02:11 Min. Condividere

“Morte a Roma” di Wolfgang Koeppen

Inviare Facebook Twitter google+, Tumblr VZ Mr. Wong Xing Newsvine Digg

Permalink : https://p.dw.com/p/342YA

“Morte a Roma” di Wolfgang Koeppen

Wolfgang Koeppen pubblicò nei primi anni cinquanta in breve Sequenza di tre Erzählwerke, in cui ha la Mentalità dell’immediato Dopoguerra e sociali Errori degli 1949 neonata repubblica Federale ha preso di mira. “Morte a Roma” è apparso 1954, 200 Pagine, ma compressi erzählerischer Densità.

Personaggi come Prototipi

Ciascuno dei Personaggi è una Sorta di Prototipo tedesco, e ciascuna è nel Romanzo, attraverso il proprio sé riflettente Prospettiva rappresentata. Il brutale Militärgeneral Judejahn ricorda: “aveva sparato. Egli aveva per la soluzione finale contribuito. Aveva un Führerbefehl soddisfa. Questo è stato buono. E ora doveva nascondersi. Non era ancora la Vittoria finale.”

La verblendete Nationalsozialistin Eva, la “Donna tedesca”, è nella sua Vergangenheitswahn catturato: “Si tormentava, di vederlo, vederlo in gehaßten Uniforme di un Potere, che secondo la loro Convinzione nel vergognosa Alleanza con la Malavita ebraica, d’oltremare Plutokraten e bolscevica Bestie contribuito aveva, il grande Sogno del Regno di ariana Weltbeglückung e germanischem Herrentum disturbare, forse per sempre distruggere.”

La turbava, gli aspiranti Sacerdoti, karrieresüchtige Giurista. E il Compositore di Siegfried, il peso della sua gita Nazista di Educazione attraverso la Ricerca della Verità nell’Arte vuole liberare.

Le Caffetterie e i Ristoranti appartenevano alla fine degli anni cinquanta al Fascino della Capitale italiana

Alla Ricerca di una Nuova

Questi Membri di una disgraziata Famiglia tedesca in Koeppens Romanzo due Lichtgestalten di fronte: la germania nazista emigrante Direttore d’orchestra e sua Moglie ebrea. Era la Raccomandazione del Dirgenten e il suo Idolo Kürenberg, Siegfried all’avanguardia Zwölftonmusik ha spinto.

“Sperimentare con tutto, e con tutto lo Splendore e di tutto lo Sporco del nostro Mondo, con l’Umiliazione e la Dimensione, forse Potete trovare il nuovo Suono!” Il Direttore crede in una nuova era, un’Epoca in cui non Drill, l’Ideologia e i Dogmi, la Vita di governare. “Dentro di me, le Contraddizioni e le Contraddizioni sono a Loro – non si contraddice.”

Un Omaggio a Roma

Le Vie di tutti questi Personaggi si incrociano in due Giorni per le Strade e nei Bar di Roma. Ognuno sta vivendo la Città in modo diverso. Siegfried ama come la Città degli antichi dei e delle giovani Nefasta:

“…io amo gli omosessuali Poeti nelle loro strette Röhrenhosen e punte dünnsohligen Scarpe, le Fondazioni di vita e il loro suono Bracciali civettuola dai lunghi Polsini loro Camicie agitare …”

SS-General Judejahn cerca a Roma, il fascista, il Patrimonio, afferma ovunque Mussolini-Costruzioni a riconoscere dove non sono. (Homo)Incontri erotici mettere a nudo nel frattempo, il Coinvolgimento di politici e di Violenza sessuale. Nulla finisce bene, il Nazista, la sua Morte è vicina, si sente, spara in un Delirio, il suo “Lavoro” completare, la Donna ebrea del Direttore Kürenberg.

Roma nel 1950

Un Romanzo come tiefenpsychologische Analisi

Wolfgang Koppen racconta non continua la Storia, ma è lui che apre le Osservazioni e le Posizioni da un sempre mutevoli cambiamento di prospettiva della sua suoi personaggi. Spaziale e temporale Stretta, nella quale i suoi Protagonisti si incontrano, agisce totalmente progettati. Il Romanzo ottiene qualcosa di Iper-Reale: creato come un caso di Studio e un’Analisi storica, con sozialpsychologischer Profondità di campo.

Un Filo rosso che c’è nel Romanzo, sempre di nuovo, Ho registrato una Prospettiva di Figlio di Siegfried, alla conoscenza della propria Psiche ammessi. Egli è il Portavoce del Romanzo: Il Musicista vince alla Fine la sua identità problemi.

La nuova Generazione, che egli incarna, contribuisce ancora difficile Nazista Passato, si ha il Nazismo, il fascista delirio di onnipotenza e il Militarismo, ma superato. Le Domande che Koeppen oltre sei Decenni figurata Forza ai tedeschi del Dopoguerra Società ha, sono 2018 anche nel riunificata la Germania torna di attualità.
 

Wolfgang Koeppen: “Morte a Roma” (1954), Suhrkamp Verlag

Wolfgang Koeppen, nel 1906, a Greifswald nato. Come un Adolescente, non ha goduto di una buona formazione Scolastica e ha lasciato presto la Scuola. Egli ha anche colpito con un lavoro Occasionale, fino egli nel 1920 solo a Würzburg, in germania, a Berlino, la Letteratura e Teatrale di importante. Nel 1932 fu Redattore della linksliberalen Quotidiano “Berliner Borse Courier”, 1935 pubblicò il suo primo, fortemente autobiografico, il Romanzo “Un Amore infelice”. Dopo i suoi tre Romanzi, nei primi anni cinquanta, ha scritto solo Libri e Resoconti di Viaggi per gli stati UNITI e l’Urss. Morì all’Età di 90 Anni a Monaco di baviera.