Massacro di Odessa: Brividi sotto l’Asfalto

0
19

Nella Notte del 22. il 23 luglio. Ottobre del 1941, in ucraina, Odessa un Massacro commesso un Crimine, il lungo sottaciuto. Un’Iniziativa dalla Germania si desidera modificare.

12. Ottobre 2018, viene Schalimovka, una Struttura nella Periferia di Odessa, sul Luogo di un Evento eccezionale. L’Ambasciatore della Germania e Romania, le Associazioni delle Vittime dell’Olocausto viaggi in, un Discorso del Cancelliere tedesco, viene letto, Bremer RathsChor si verifica e la riforma Rabbinerin parla di un Kaddisch per le Persone che, in un solo Oktobernacht 1941, in questo Luogo, sono morti.

Una cerimonia Commemorativa, che, come molti altri, alle innumerevoli Crimini Naziherrschaft ricorda? Non del tutto. Perché il “Massacro di Odessa”, soprattutto commesso ebraici Civili, fa parte delle “Macchie bianche” in Memoria dell’Occidente. Rumeni e tedeschi Occupanti, anche ucraino Collaboratori, distrussero oltre 30.000 indifesi secondo di Vita di Donne, Bambini, Prigionieri di guerra. E nessuno ha mai riconosciuto le proprie Responsabilità fino ad ora, 77 Anni dopo la Tragedia.

Dimenticata Tragedia

Marie louise Beck vuole il cambiamento. Con il suo “Centro Liberale Moderno” ha l’ex Portavoce dei Verdi per Osteuropapolitik non solo organizza l’Evento, ma anche l’ufficiale tedesco come rumeni Pagina muove insieme le proprie Responsabilità. Che il tedesco e rumeno Ambasciatore congiuntamente al Luogo di Orrore, di apparire, è un atteso Gesto. E una Sensazione.

Marie louise Beck con il Cancelliere Angela Merkel

L’organizzazione estremamente complesso Iniziativa è nata da un’Esperienza personale. “L’Idea è nata un Anno fa, come io per il mio Sgomento, ha saputo che ho la cosiddetta ‘piccola Babi Jar’ a Odessa non sapeva nulla”, sottolinea il Politico. Venne in realtà, in Compagnia di Brema, RathsChors, con la Filarmonica di Odessa, un successo musicale Joint Venture gestisce. Casualmente si sono svolti i Musicisti e la sua Compagna in un Cortile di un Museo dell’Olocausto, dei volontari, Attivisti guidati. Dopo la Visita, videro la radiosa Città di Odessa con altri Occhi. Marie louise Beck ha scritto alla Cancelliera e ha ricevuto prontamente il loro Sostegno.

Il Massacro di Odessa: che Cosa è accaduto nell’Ottobre del 1941?

“Tutto è meticolosamente documentato”, dice Pavel Kozlenko. 48 anni, Avvocato, dirige il volontariato, fondato nel 2009, Museo dell’Olocausto di Odessa. 16. Ottobre 1941 viene Odessa dopo due Mesi e mezzo feroce Battaglia dell’Armata Rossa abbandonata. Rumeni Truppe, rafforzato dalla Wehrmacht tedesca, marciare in Città – la “Perla del mar Nero” è un’importante punto di Appoggio. 250.000 Abitanti tenere ancora in Odessa, 90.000 di loro sono ebrei.

La Sera del 22. Ottobre è alle Ore 18 45 in rumeno Quartier generale Marazlijewskaja Strada nel Cuore della Città, una Bomba alto, probabilmente ancora prima che il Compito della Città in discarica. 67 Persone muoiono, tra cui 16 rumeni e quattro Ufficiali tedeschi. La vendetta ha annunciato che Per ogni morto Ufficiale di 200 “Bolscevichi” a morte, per ogni 100 Soldati. Il Problema: c’È occupata della Città non “Bolscevichi” di più, e non appena gli Uomini adulti, oltre i 3000 Prigionieri di guerra. Gli Uomini di Odessa sono da tempo nell’Esercito o i Partigiani. La Vendetta viene ebraica Civili praticato.

Piccolo Monumento che ricorda le Migliaia di Assassinati

Il vero Massacro avviene nella Notte del 22. il 23 luglio. Ottobre. In nove rimaste vuote deposito di Munizioni nella Periferia fino a 30.000 Persone imprigionate: 3000 Prigionieri di guerra e di molti ebrei Civili. Il Tentativo di colpo, non riesce. Le Persone sono troppo stretti. Per distruggere gli Edifici con cosparso Benzina e dato alle fiamme.

“Dopo la Guerra, convocata commissione speciale ha le Frecce a Terra spinto e il Terreno appropriato. Con l’Aiuto con le Ossa vermengten Cenere è stato il Numero delle Vittime calcolato”, racconta Museumsleiter Kozlenko. Nelle Settimane e nei Mesi dopo il Massacro è a Odessa e in tutto il Territorio Transnistria altre iniziative di Pulizia.

Olocausto in Ucraina

Pavel Kozlenko mostra con orgoglio i numerosi Reperti del suo piccolo Museo, raccolto da Volontari. Un Sostegno statale, c’è poco: “ci disturba non è il nostro Lavoro, ma ci aiuta anche a non.” Già da tempo ha bisogno il Museo è un Edificio di nuova costruzione, la vecchia è stupenda e rischia di crollare.

Pavel Kozlenko (a sinistra) con il Sopravvissuto all’Olocausto Mikhail Zaslawsky. Dietro di lui, mostra la Mappa, dove le Esecuzioni di ebrei Cittadini in Transnistria si svolgevano.

Dal punto di Vista di Pavel Kozlenko manca, in Ucraina, in una zona controllata “Erinnerungspolitik” per Quanto riguarda l’Olocausto. Nessun Museo statale che ricorda gli oltre 1,5 Milioni di Vittime ebraiche, nessuno si occupa ufficialmente per i numerosi Monumenti costruiti dai Sopravvissuti dopo la Guerra. Oltre 1500 Hinrichtungsorte hanno i Volontari e gli Storici in Ucraina identifica, di solito, le Vittime sono state direttamente sul Luogo nascosto e questo non una volta>. “Questi Luoghi sono di solito non è nel Centro della Città e Villaggi, ma ai Margini”, dice Pavel Kozlenko. “A volte era un Porcile, o di una Fabbrica in disuso alla Periferia della città.”

Fucilazione, come Tötungsmethode

Dal suo punto di Vista sarebbe la Cura di tali Luoghi, il Compito dello Stato ucraino: “Che c’è un Programma che non ci sono, mi stupisce, francamente. L’Ucraina ha l’Olocausto non è ancora come una Parte della propria Storia, come una Tragedia ucraina Cittadini riconosciuti.”

Kozlenko invoca Timothy Snyder: americano e Storico dell’Olocausto, i Ricercatori indica che la Shoa nella Percezione del pubblico è Sinonimo di industriale di Sterminio nei Campi di concentramento con gli Inceneritori diventati. “L’olocausto attraverso Riprese”, come egli spesso in europa orientale Schtetl di SS e Polizeibataillons è stata esercitata, rimane una Macchia bianca, in Occidente come in Oriente. Inoltre, c’era la Differenza di Concentramento pochi Sopravvissuti e, quindi, poco Tradizioni. “In epoca Sovietica, è stato il Erinnerungslandschaft oltre platt”, afferma il Kozlenko. “Non sono stati gli Ebrei assassinati, ma i cittadini sovietici.” Anche il suo Bisnonno bruciato nel Munitionslagern a Odessa nel mese di Ottobre 1941 – “come i cittadini sovietici, ma perché era Ebreo.”

Luogo di Orrore: Poco ricorda ancora oggi la Tragedia

Una cerimonia Commemorativa, come altrimenti non

Parchi giochi per bambini, alti palazzi di cemento, Orti, non più e non meno di un piccolo Monumento ricorda oggi in Schalimovka di ciò che è in questo Luogo prima di 77 Anni è accaduto. Diversamente Auschwitz, non ci sono Montagne di Infanzia o gli Occhiali. Ancora: “con il Cuore aperto, che sente, che in questo Luogo sotto l’Asfalto un Brivido nascosto”, dice marie louise Beck. “La germania deve mettere un Segno ai Sensi dell’Assunzione di una Responsabilità storica, che è in realtà una richiesta di Perdono, perché non c’è Rimedio.”